Come Riseminare il Prato a Primavera

Valutazione: 5 - 11 recensioni

La fine dell’inverno e la primavera sono degli ottimi periodi per procedere alla risemina del prato, ovvero a rigenerare e rinfoltire le zone del manto erboso che si sono logorate, diradate e danneggiate.

Quando un prato si dirada, qualsiasi sia la causa (malattie fungine, gelate invernali, semine autunnali mal riuscite), l’unica soluzione per riportarlo fitto e folto è riseminarlo, infatti nella stragrande maggioranza dei casi, un prato è incapace di auto-rigenerarsi.

Riseminare periodicamente il prato è molto utile anche nelle zone d’ombra o dopo una profonda arieggiatura. Infine riseminare con costanza aiuta il prato a contrastare in modo più efficace le infestanti.

LA RISEMINA IN 7 SEMPLICI PASSAGGI

  1. Se siamo all’inizio della primavera dovremmo attendere che il rischio gelate sia terminato e che la temperatura del terreno super gli 8/10 gradi (misurandola ad esempio con un termometro tipo questo o questo). Poi procederemo a tagliare l’erba molto bassa: bisognerà portarla ad un livello di circa 2 / 2.5cm
  2. Successivamente eseguiremo un vigorosa operazione di pulizia dal feltro. Questa operazione andrebbe eseguita con attrezzi specifici chiamati arieggiatori meglio se eseguono anche la scarificazione (leggera incisione) del suolo. Al termine raccoglieremo il materiale di risulta con un rastrello a denti fitti (qui un esempio).
  3. Andremo poi a riportare uno strato di 3/4 mm di terriccio da prato (meglio se ecologico). Questo sarà il letto che accoglierà i nostri nuovi semi e che aiuterà a farli germogliare. Si tratta di un’operazione spesso trascurata ma che aiuta molto la germinazione e radicazione del giovane prato. In caso di terreni eccessivamente argillosi o compatti, al posto del terriccio si può usare sabbia silicea ammendata.
  4. Si procederà alle operazioni di trasemina / risemina usando possibilmente lo stesso miscuglio originario od un miscuglio di sementi adeguatamente scelto*, Lo semina va eseguita seguendo il dosaggio indicato dal produttore. Se non è indicato il dosaggio di trasemina, prendere quello di semina ed aumentarlo del 30%.  Occorre fare attenzione a distribuire il seme in maniera omogenea nel terreno, possibilmente usando una buona seminatrice.
  5. Qualora esista il problema formiche, è consigliato mischiare alle sementi della polvere antiformiche naturale (es. PBK Copyr).  Infine il terreno andrà rullato con appositi rulli da prato, per porre il seme bene a contatto del suolo, compattare il terreno ed evitare che pioggia e vento spostino i semi.
  6. Dopo rullato  procederemo con una concimazione di copertura, da farsi usando un fertilizzante specifico ad alto contenuto di fosforo (ad esempio: Bio StartPro Start) e a mantenere il terreno costantemente umido per 7/10 giorni fino alla germinazione totale delle sementi. A germinazione avvenuta procederemo ad una irrigazione quotidiana (meglio alla mattina presto) fino al primo taglio .
  7. Quando il prato avrà raggiunto circa gli 8/10 cm di altezza, eseguiremo il primo taglio, e procederemo ad una concimazione di supporto usando concimi azotati a lenta cessione (esempio: Poly Green,  Slow Green o  Super Turf). Qualora fossimo arrivati già a metà o fine maggio va usato invece un concime potassico (ad esempio Summer K o NaturalGreen Estate) per aiutare il prato a superare gli stress termici.

UN AIUTO CONTRO LE MALATTIE DEL PRATO

Dopo aver riseminato e completato taglio e concimazione finali, è molto utile iniziare subito una strategia di prevenzione e di contrasto delle malattie fungine. La seconda parte della primavera e l’estate rappresentano infatti un periodo estremamente pericoloso che potrebbe rovinare tutto il nostro lavoro.

Per prevenire le patologie fungine si possono utilizzare prodotti 100% naturali completamente innocui per l’uomo e gli animali. Si tratta di prodotti a base di microrganismi antagonisti (trichoderma, micorrize, …) da somministrare con una semplice pompa a spalla o bagnafiori una volta ogni 1 o 2 mesi (esempio: Triko Protegge in dosaggio di 50 ml in 10 litri d’acqua per 100 mq).

Buon lavoro!

* se hai bisogno un aiuto nella scelta della corretta semente per riseminare e rigenerare il tuo prato puoi chiedere il consiglio gratuito dei nostri tecnici compilando questo form

 

Comments: 24

  1. Domenico 20 marzo 2019 at 16:55 Reply

    Salve, non ho sentito parlare di Solfato di Ferro nel periodo pre arieggiatura, perché .?
    Io normalmente lo do prima di tutti i lavori primaverili per ravverdire rinforzare il prato e nello stesso tempo brucia il muschio, sbaglio ?
    Grazie in anticipo della risposta
    Domenico

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 20 marzo 2019 at 20:38 Reply

      Non sbagli Domenico, fertilizzare ANCHE con ferro è utile contro il muschio. Il rinverdimento delle piante erbacee però è solo momentaneo, realizzato grazie al ferro. Non dimenticarti di dare azoto.

  2. Fernando 11 marzo 2019 at 12:07 Reply

    complimenti per le spiegazioni molto chiare e utili. Mi avete consigliato per una piccola trasemina in semiombra di utilizzare sementi Olimpia . Che differenza c è con Naturalgreen Trasemina .
    Grazie

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 11 marzo 2019 at 20:31 Reply

      Grazie Fernando. Naturalgreen Trasemina non va tanto bene in ombra (è un mix di soli loietti). Olimpia molto di più perchè contiene festuca rubra.

  3. Maurizio 7 marzo 2019 at 23:25 Reply

    salve , una volta arieggiato, si può prima transeminare poi stendere sopra il terriccio ed infine rullare?
    oppure sempre arieggiare , transeseminare e coprire con la sabbia silicea ed infine sempre rullare?
    questa domanda per due motivi, uno evitare di concimare successivamente in quanto avendo cane avrei dei problemi sulla gestione, l’altro motivo è quello di coprire i semi..
    Grazie
    Maurizio

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 9 marzo 2019 at 15:15 Reply

      Salve Maurizio, se hai necessità di coprire il seme usa il terriccio. Ma solo uno strato molto leggero. Si può anche mettere un buon terriccio, spargere il seme e rullare senza coprirlo)

  4. Sergio 6 marzo 2019 at 12:51 Reply

    Buongiorno.
    Perché scrivete che il dosaggio di seme deve essere il 30% in più rispetto alla semina?

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 7 marzo 2019 at 21:13 Reply

      Salve Sergio, il dosaggio in risemina è quasi sempre superiore a quello della risemina perchè una parte dei semi non germoglia / cresce per la competizione del prato esistente.

  5. Mauro 28 febbraio 2019 at 18:38 Reply

    Buonasera mi chiamo Mauro
    Seguo da circa 2 anni il vostro blog con risultati positivi
    Una domanda : Al rialzo delle temperature vorrei dare una leggera rinfoltita in alcune parti del prato . Devo farlo tutto o è sufficiente nelle zone carenti
    Il prato è di 200 ma le zone da rinfoltire sono 3/4 macchie di 5/ 6 ma totali
    Grazie di tutto

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 1 marzo 2019 at 10:45 Reply

      Ciao Mauro e grazie dei complimenti. Sarebbe sempre meglio rinfoltire tutto più che altro per evitare errori di colorazione e tessitura. Se conosce invece il miscuglio originale puoi usare in maniera localizzata solo quello aumentando il dosaggio del 20%.

  6. Nicola 20 febbraio 2019 at 23:47 Reply

    Salve, ho un piccolo giardino di gramigna nella casa al mare ( sud Sardegna) . Vorrei fare la risemina con Bermudagrass. Come procedo e in che periodo

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 21 febbraio 2019 at 08:48 Reply

      Salve Nicola, la procedura di risemina delle macroterme è tutto sommato simile a quella spiegata qui sopra. Unica cosa devi aspettare il caldo. Aprile almeno.

  7. SURRICCHIO VITTORIO 6 febbraio 2019 at 22:07 Reply

    Salve visto l’imminente affacciarsi della primavera, vorrei sapere se possibile in questi giorni effettuare un diserbo selettivo in vista di una trasemina consistente. Purtroppo il prato è invaso da infestanti graminacee (per intenderci quelle che formano radici che camminano sottoterra e che poi ricacciano rizomi ovunque) , trifoglio e erbacce a foglia larga. se si mi consigliate qualche prodotto e spiegate come utilizzarlo. grazie in anticipo Vittorio

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 7 febbraio 2019 at 08:48 Reply

      Salve Vittorio, per i diserbi selettivi ed i diserbi in generale è meglio attendere che l’inverno sia finito. Per politica aziendale preferiamo non consigliare prodotti specifici ad azione chimica.

  8. Stefano 3 giugno 2018 at 09:15 Reply

    Ciao Ho arieggiato riseminato e concimato 10 giorni fa, ora inizia a spuntare il pratino …. ma ancche tantissima erbaccia a foglia larga. posso gia dare un disinfestante per erbe a foglia larga?

    • Staff Bestprato 3 giugno 2018 at 09:34 Reply

      Caro Stefano, il diserbo selettivo è fonte di stress. Devi aspettare almeno il terzo taglio.

  9. davide 9 aprile 2018 at 11:17 Reply

    Salve , tra sabato e domenica ho arieggiato , sparso terriccio per circa 100 mt di prato , transeminato con carriola a spaglio , poi ho fatto una passata di rullo su tutta la superficie per poi programmare 4 irrigazioni alle ore 5/10/13/17 per 5 minuti l’una….prima di tutto pero’ ho trattato con TRIKO e PreStress la settimana scorsa dopo il primo taglio stagionale e concimato a livello fogliare (spoon) con 150 gr di zoto, 350 gr di fosforo e 145 gr di potassio..questa pappa data al prato dovbrebbe bastare fino a fine aprile , per questo vi chiedevo se era necessario aggiungere anche concime starter per la transemina o avendo concimato praticamente una settimana prima non serve? ho solo questo dubbio…grazie.

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 10 aprile 2018 at 20:26 Reply

      Ottimo dubbio Davide! Secondo noi, nel tuo caso, non serve concimare con lo starter.

  10. Francesco 19 marzo 2018 at 11:04 Reply

    Vi ringrazio per i consigli . Avendo il prato puro di pencross e dovendo riseminare posso usare anche un miscuglio ?

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 21 marzo 2018 at 16:50 Reply

      Sarebbe meglio in questo caso continuare con Pencross

  11. Saverio 8 marzo 2018 at 21:22 Reply

    Grazie dei vostri preziosi articoli.

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 9 marzo 2018 at 16:44 Reply

      Grazie a te Saverio.

  12. Alberto 8 marzo 2018 at 15:49 Reply

    Grazie per le informazioni che date

    Valutazione: 4
    • Staff Bestprato 9 marzo 2018 at 16:44 Reply

      Dovere Alberto. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo