Attrezzi da Potatura

La regola fondamentale da seguire per dotarsi dei giusti attrezzi da potatura è che per ogni ramo c’è il suo attrezzo.

Significa riflettere sostanzialmente su 2 variabili: il diametro del ramo e la durezza o età del legno che lo compone.

Vediamo i principali strumenti da usare:

FORBICI DA POTATURA
Sono usate principalmente per rami fino a d 1 o 2 cm e si dividono in due specie: a doppia lama (o by-pass) e a battente (o incudine). Le cesoie del primo tipo eseguono un taglio meno potente ma più netto e preciso, il ramo va collocato non sulle punte e faticano un po’ con i rametti troppo fini o flessibili. Nelle cesoie a battente il taglio viene eseguito da un’unica lama che si appoggia su un incudine, sono più adatte a rami stagionati, richiedono meno sforzo ma tendono a strappare di più.

TRONCARAMI
Sono cesoie più potenti dotate di manici lunghi. La maggiore leva dei troncarami permette di eseguire tagli fino a rami di 5 cm di diametro. Anche in questo caso esistono modelli a doppia lama (by pass) o a battente (incudine). Esistono versioni con manici telescopici fino a 1 metro di lunghezza che permettono di raggiungere rami alti.

SVETTATOI
Gli svettatoi sono cesoie che vengono montate su aste telescopiche e che permettono di raggiungere rami anche a 5 o 6 metri di altezza senza usare scale. I modelli più potenti tagliano rami fino a 4cm di diametro.
Vengono usati soprattutto per dare forma alla parte alta della chioma. generalmente sono dotati di lame a battente (incudine) e possono essere azionato da sistema a filo esterno (più potenti) o interno (più semplici da usare).

SEGHETTI
Le seghe da legno vengono usate quando lo spessore dei rami supera i 6 o 8 cm e sono sostanzialmente di due tipi: i segacci con lama curva e punta assottigliata (fissi o richiudibili) e i seghetti ad arco da usare per rami oltre o 10 / 12 cm. Alcuni modelli di segacci possono essere abbinati ad aste telescopiche per raggiungere rami alti sempre senza uso di scala.

COLTELLI
Il classico coltello da potatura (chiamato anche roncoletta) è un piccolo coltelo con lama a falcetto ed è generalmente richiudibile. L’uso principale è sostanzialmente quello di eseguire piccoli tagli di pulizia o per rifilare le ferite dei grossi tagli praticati con il seghetto.

FORBICI
Qui si intendono le forbici grandi, comunemente chiamate da siepe. Possono essere usate per tagliare grandi quantità di rami di piccole dimensioni, verdi e poco legnosi, solitamente fino a mezzo centimetro di diametro

Infine, molto importante è ricordare che ogni taglio è una ferita che indebolisce la pianta. Prestare la massima attenzione a pulizia e cicatrizzazione evita spiacevoli conseguenze. Ecco due suggerimenti:

1. PULIZIA
Tra un taglio di una pianta e l’altro (e a fine di ogni giornata di lavoro) è importante disinfettare e pulire a fondo gli attrezzi. Gli strumenti di lavoro, assieme agli insetti sono i principali responsabili della trasmissione di malattie tra piante. Vanno pertanto disinfettati e puliti. Si può usare dell’alcool o passarli sopra la fiamma. Prima di riporli poi è utile dargli una passata con olio.

2. CICATRIZZAZIONE
Un grosso taglio è un punto potenzialmente molto debole della pianta, dove possono entrare funghi e oarassiti. Aiutare la cicatrizzazione usando mastici può essere utile soprattutto in caso di alberi non perfettamente sani che faticano a creare le barriere naturali.

Links utili

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo