Guida alla potatura degli alberi e delle piante

Valutazione: 5 - 6 recensioni

potaturaPremessa importante.

La potatura è sempre fonte di stress per le piante: potare in maniera sbagliata danneggia la pianta, la fa soffrire ed ammalare, quindi, piuttosto che potare male, è meglio non potare.

Scopo della potatura.

Gli scopi principali della potatura sono: limitare o ridurre le dimensioni delle piante, dare forma ed uniformità, migliorare la produzione di fiori o di frutti.

Le regole base della potatura.

La tecnica corretta di potare alberi e piante deve portare a creare forme naturali, il più possibile regolari, uniformi e simmetriche, facendo in modo di aiutare lo scorrimento della linfa nei rami e la penetrazione della luce e dell’aria nella chioma. Una pianta potata in questa maniera segue le leggi della natura e rimarrà sana per molto tempo. Vediamo ora alcune regole pratiche:

  • vanno tagliati solo rami completi ed evitate le capitozzature o i tagli a metà ramo
  • il taglio va eseguito in corrispondenza di una biforcazione in maniera parallela al ramo rimasto in modo da non lasciare monconi
  • i rami da eliminare per primi sono i rami rotti o secchi, poi si tagliano quelli rivolti verso il centro della pianta, quelli che si incrociano con altri rami e quelli che crescono paralleli e troppo vicino tra di loro
  • dovendo proprio accorciare un ramo singolo, eseguire il taglio al di sopra di una gemma laterale, in maniera inclinata rispetto alla gemma, parallelamente alla sua direzione

Tecnica per ridurre le dimensioni.

taglio-di-ritorno-potaturaSe l’obiettivo della potatura è limitare le dimensioni della pianta andrà eseguito il cosiddetto taglio di ritorno.

In questa tecnica, il ramo principale che vogliamo accorciare andrà tagliato in corrispondenza del punto da dove spunta un ramo di minori dimensioni e più corto che diventerà il nuovo ramo apicale.

Facendo così si evita di interrompere il flusso della linfa e la nascita di ricacci.

La pianta è soggetta a stress minori, cicatrizza prima e stabilizza in maniera duratura le sue dimensioni nel corso di poche stagioni.

Attenzione alle conifere

Alcune piante soffrono molto i tagli troppo drastici e bisogna quindi procedere delicatamente, per gradi. Ne citiamo alcuni: il pino, il ciliegio, la quercia, il cipresso ed in generale tutte le conifere.

Medicamenti

La pianta è vita e la linfa è il suo sangue. Dopo qualsiasi taglio di potatura andrebbe medicata disinfettando la zona di taglio con soluzioni apposite a base di rame. Quando il taglio riguarda rami con spessore maggiore o uguale a 2 cm è necessario rivestire la superficie di taglio com mastice per potatura.

Attrezzi

Un taglio netto e preciso limita lo stress della pianta. Per questo motivo è importante usare attrezzi di qualità professionale e ben affilati. I principali strumenti per potare sono le forbici, le troncarami e gli svettatoi.

Forbici

Le forbici da potatura si dividono in due categorie sulla base della tecnologia di taglio:

  • Forbici by pass a doppia lama,  usate per eseguire potature nette e precise. Il taglio viene eseguito per effetto dello scorrimento di due lame. Sono più adatte a rami giovani: consigliamo le WOLF-Garten RR2550 oppure la serie superiore RR5000.
  • Forbici a battente nelle quali il taglio viene eseguito da un’unica lama che si appoggia su una specie di incudine. Sono più adatte su rami stagionati e richiedono meno sforzo. Tra le forbici professionali a battente sono molto valide le WOLF Garten RS2500 o le RS5000, il modello top con corpo in alluminio pressofuso.

Troncarami

Le troncarami sono potenti cesoie adatte a rami di grosso diametro munite di lunghe leve d’azionamento. I modelli più potenti possono tagliare rami fino a 50mm. Anche in questo caso esistono modelli a doppia lama (by pass) o a battente. Impossibile consigliare un modello particolare in quanto variano a seconda del diametro massimo di taglio, qui trovate tutti modelli di troncarami WOLF-Garten.

Svettatoi

Gli svettatoi sono cesoie che vengono montate su aste telescopiche e che permettono di raggiungere rami anche a 5.5 metri di altezza senza usare scale ed in completa sicurezza. Molto usati sono i modelli a carrucola come il WOLF Garten R-M.

Segacci

I segacci sono particolari seghe da legno le cui lame sono studiate per eseguire tagli il più possibile netti ed evitare possibili infezioni batteriche. Esistono modelli pieghevoli a serramanico e modelli più sofisticati, da montare anche alle estremità di aste telescopiche (esempio Wolf Garten PRO 370). Le lame generalmente sono lunghe da 15 a 37 cm e sono di forma piana, curva o con arpione finale.

 

Comments: 7

  1. carlo 23 marzo 2018 at 20:40 Reply

    Buonasera, per potare la photinia valgono le stesse regole ?grazie

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 24 marzo 2018 at 14:11 Reply

      No Carlo, la potatura delle siepi ha regole a parte.

  2. giuseppe pelella 12 gennaio 2018 at 18:32 Reply

    molto utile, chiaro, benfatto

    Valutazione: 4
  3. Antonino Rampulla 12 gennaio 2018 at 11:26 Reply

    Utilissimo. Grazie

    Valutazione: 5
  4. giovanni 18 gennaio 2017 at 17:26 Reply

    molto utile grazie.

    Valutazione: 5
  5. lidia sciuto 2 luglio 2016 at 18:48 Reply

    ho usato varie volte il Vs servizio clienti anche da recente per un problema prato che con Vostro aiuto spero di risolvere; sono soddisfatta per la cortesia, la prontezza, la capacità di recepire il problema e mettersi a disposizione del cliente.Per una che si è avvicinata al settore giardinaggio (in pensione) con poche conoscenze su concimi, sementi, e tecniche varie, siete sempre stati veramente un valido aiuto. Vi consulterò ancora perchè ho intrapreso un lavoro che mi risulta quasi più difficile della professione che esercitavo prima (insegnavo nelle scuole primarie) confidando, come sempre, nel Vostro validissimo aiuto, molto serio e professionale : Mille grazie, Lidia

    Valutazione: 5
  6. Marianna 15 febbraio 2016 at 00:48 Reply

    Articolo molto interessante ed utile. Grazie.

    Valutazione: 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo