Quale Concime Invernale per il Prato?

Valutazione: 5 - 5 recensioni

Con l’avvicinarsi dei primi freddi e poi con l’arrivo della stagione invernale vera e propria,  il prato subirà degli elevati stress dovuti alle basse temperature e alle gelate.

Questi stress possono indebolire profondamente il prato, ingiallirlo, diradarlo e renderlo attaccabile da malattie fungine.

QUALE CONCIME USARE?

Il trucco per avere un prato che superi l’inverno senza problemi (e che arrivi alla primavera sano e robusto!) è concimarlo prima che arrivi il freddo intenso con un fertilizzante ad alto contenuto di potassio.

Il potassio conferisce all’erba la capacità di resistere agli stress da freddo andando ad irrobustire la zona critica tra fusto e radici. Il potassio inoltre aiuta il prato a mantenere la colorazione contrastando l’ingiallimento le gelate invernali.

Un buon concime invernale deve avere 20/25 unità di potassio, non deve contenere fosforo, e deve disporre di un’adeguata quantità di azoto (almeno 15/20%) a lento rilascio in grado di rilasciare nutrimento per circa 3 mesi (qui un esempio).

Esistono in commercio anche altri prodotti, generalmente ogni casa ha a catalogo un fertilizzante invernale, la cosa importante è che contenga tutti gli elementi nutritivi in quantità adeguata e con un sistema di rilascio controllato che funzioni in maniera lenta, uniforme e costante.

QUANDO CONCIMARE & DOSAGGI

La concimazione invernale del prato andrebbe eseguita qualche settimana prima che arrivi il freddo, indicativamente in un periodo che varia da metà ottobre a fine novembre.

Facendo riferimento ad un concime composto dal 20% di azoto a lento rilascio e 25% di potassio (tipo questo), il dosaggio consigliato è di circa 35 gr per metro quadrato.

BIOSTIMOLAZIONE: LA CILIEGINA SULLA TORTA

Effettuare, nelle settimane successive alla concimazione potassica, uno o due trattamenti biostimolanti con prodotti specifici a base alghe brune (qui un esempio), potenzia e rende più efficace l’azione del concime potassico.

Questi prodotti, tra i tanti vantaggi, contrastano il diradamento del prato e la riduzione dell’apparato radicale per effetto del calare della luce a causa dell’abbassarsi del sole all’orizzonte.

Suggeriamo di fare due applicazioni, una a inizio novembre ed una a inizio dicembre, sempre su foglia asciutta in dosaggio di circa 100 ml diluiti in 10 litri d’acqua per 100 mq.

LINKS PRODOTTI SUGGERITI + DOSAGGI

Comments: 12

  1. GIANNI 8 novembre 2019 at 12:12 Reply

    Buon giorno, ho riseminato a settembre il prato ed ho già fatto 3 tagli. al 2° taglio glio irrorato per via fogliare i prodotti adware e prestress. l’ultimo taglio gli ho sparso del concime per prati della Bayer. adesso al prossimo taglio posso irrorargli del potassio liquido ed in che dosaggio???? Grazie mille Gianni

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 11 novembre 2019 at 08:26 Reply

      Gianni, dopo il taglio usa alghe brune (Prestress) è un azoto-potassico granulare (Autumnk)

  2. Antonio 30 ottobre 2019 at 11:06 Reply

    Buongiorno Bestprato, avendo acquistato in precedenza per errore e incompetenza un concime 17-0-28 a pronto effetto, vorrei avere un consiglio circa il suo utilizzo come concime pre-invernale. Grazie

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 31 ottobre 2019 at 21:10 Reply

      Ciao Antonio, non usare pronto effetto come nutrizione pre-invernale. Tienilo per primavera eventualmente.

  3. mario 20 ottobre 2019 at 11:22 Reply

    Molto interessante, spiegato bene, anche per chi come me non è esperto del settore…

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 24 ottobre 2019 at 08:37 Reply

      Grazie Mario!

  4. Davide 5 settembre 2019 at 12:49 Reply

    Buongiorno, vorrei sapere se la cenere di un camino a legna può essere in qualche modo utile per l’erba del prato o se, al contrario, spargerla sul tappeto erboso fa dei danni.
    Grazie

    • Staff Bestprato 6 settembre 2019 at 11:48 Reply

      Ciao Davide, potere nutritivo molto basso e legato al solo potassio. Attenzione che crea potenziali ristagni. Da evitare.

  5. francesco 10 novembre 2018 at 13:32 Reply

    Buon giorno,
    io ho appena ordinato il concime invernale naturale Naturalgreen. Appena mi arriva provvederò alla concimazione del mio prato di 100m2.
    visto che ho 2 grossi pini nel mio prato, ho ombra nel prato (nonostante abbia fatto una bella e corposa potatura) vorrei utilizzare il prodotto che consigliate prestress. Quando mi consigliate di usare questo? perchè nell’articolo parlate di 2 applicazioni..metà novembre e metà dicembre.. ma io a metà novembre utilizzerò il concime naturalgreen. Posso dunque procedere subito anche con il prestress oppure nel mio caso quando è meglio darlo?
    grazie
    F

    Valutazione: 5
  6. ALFONSO 13 luglio 2018 at 10:45 Reply

    Buongiorno, vorrei sapere se esiste il Concime invernale professionale (Autumn K) da 2 kg?
    Eventualmente cosa mi potete consigliare in alternativa. Il mio prato è di soli 56 mq. Mi sembra eccessivo quello da 25 kg
    Grazie mille

    Valutazione: 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo