Concimare il prato a giugno: prevenire con il potassio

Valutazione: 5 - 1 recensioni

Concimare il prato a giugnoL’estate sta per arrivare e con essa inizia la stagione più complicata per il tappeto erboso. Difficile ed insidiosa per molti motivi. Vediamone alcuni.

Quando la temperatura supera i 30°C il processo fotosintetico diminuisce drasticamente, perciò la “fabbrica di cibo” rallenta, mentre la pianta per sopportare il caldo consuma più acqua e più cibo.

I problemi tipici del prato in Estate dipendono in larga misura dallo stress da caldo, dalla siccità e dall’elevata fruizione, è infatti questo il periodo nel quale è più probabile che il tappeto erboso venga usato e calpestato.

Insomma il quadro è pessimo, se non interveniamo tempestivamente da qui a poco il tappeto degrada in modo significativo.

Le cose più semplici da fare sono:

Ma quello che non deve assolutamente mancare al nostro prato è il Potassio.

Il Potassio rende l’erba capace di sopportare il caldo, di dosare l’acqua e di continuare a svilupparsi nonostante l’usura da calpestamento ed evita che si ingiallisca per lo stress.

La concimazione potassica preventiva agli stress estivi è l’antidoto ideale per rendere il tappeto erboso capace di sopportare gli stress termici dovuti ai caldi estivi e permettere di superare questo periodo senza particolari problemi.

Dato che stiamo per andare incontro ad un periodo di frequenti ed abbondanti irrigazioni, è essenziale che il Potassio sia fornito al tappeto erboso sotto forma di concime a rilascio graduale della durata di 4/5 settimane. In questa maniera eviteremo che l’irrigazione disperda velocemente la maggior parte del potassio.

E’ ugualmente importante che anche l’eventuale l’azoto presente sia a lento rilascio, dare un concime con azoto a pronto effetto durante la stagione estiva avrebbe infatti effetti negativi.

Tra i concimi indicati per Giugno ricchi di potassio e con azoto a rilascio controllato citiamo:

  • Summer K di Bottos – Concime professionale ad alto tenore di potassio a cessione graduale (da distribuire in dose di 30 gr/mq)
  • Slow K di Bottos – Concime evoluto ad alto tenore di potassio a cessione graduale (da distribuire in dose di 30 gr/mq)
  • Autumn K di Bottos – Concime professionale ad alto tenore di potassio a cessione graduale (da distribuire in dose di 30 gr/mq)

Qualunque sia la vostra scelta, se non avete un carrello spandiconcime,  ricordatevi di distribuire il concime in maniera più uniforme possibile e senza eccedere nei dosaggi.

 

 

1 comment

  1. Achille 6 dicembre 2018 at 15:47 Reply

    Molto chiaro. Grazie per tutti i suggerimenti. Bestprato è il miglior sito, tutto il resto è noia! 😉

    Valutazione: 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo
CHIUDI
CLOSE