Seminare il prato a primavera

Valutazione: 5 - 9 recensioni

seminare-il-pratoLa primavera è la stagione più usata per effettuare la semina di un prato nuovo.

ATTENDI LA FINE DELL’INVERNO
Se la la semina viene fatta a marzo, bisognerà attendere che le temperature si alzino e che non vi sia il rischio di gelate o nevicate che potrebbero compromettere il lavoro.

LA SEMINA IN 7 PASSI:

  1. Si dovrebbe iniziare con un diserbo del terreno. E’ una operazione che serve a debellare in profondità le infestanti, in particolare la gramigna. Una volta che tutta la vegetazione si è seccata procederemo alla rimozione dei residui ed alla lavorazione del terreno. Visto l’elevato tasso di tossicità del glifosate, consigliamo di usare diserbanti naturali, più costosi ma innocui per l’uomo e gli animali (es. Diserbante Finalsan Neudorff)
  2. Se il terreno è compatto andrà arato o vangato per almeno 20/30cm e successivamente fresato per frantumare, livellare e rendere omogeneo lo strato superficiale. In questa fase è possibile ancora intervenire per equilibrare le caratteristiche chimico-fisiche del suolo aggiungendo al terreno sabbia  o ammendanti per renderlo drenante ed equilibrato.
  3. Sul terreno perfettamente livellato procederemo poi a stendere uno strato di 3/4 mm di terriccio specifico da prato contenente sabbia (possibilmente riciclata) e torba o, ancora meglio, fibre di cocco/legno.  Questo strato rappresenterà il letto di semina ideale per favorire una migliore e totale germinazione del seme. E’ un’operazione opzionale ma consigliata in quanto un buon terriccio  è capace di aumentare la germinazione fino al 30% in più.
  4. La semina andrebbe seguita usando un’apposita seminatrice da prato (che riutilizzeremo anche per le rigenerazioni degli anni successivi). Se si opta per una semina a mano bisognerà fare attenzione a distribuire in maniera uniforme la giusta quantità di semi. Qualora esista il problema formiche, è consigliato mischiare alle sementi della polvere antiformiche naturale (es. PBK Copyr).  Terminato lo spaglio del seme il terreno andrà rullato con appositi rulli da prato, per porre il seme bene a contatto del suolo, compattare il terreno ed evitare che pioggia e vento spostino i semi.
  5. Successivamente distribuiremo un concime starter ad alto tenore di fosforo (esempio: Bio Start o Pro Start). Questa concimazione è molto importante per garantire i corretti nutrimenti nelle prime delicate fasi di crescita dell’erba.
  6. Ora non dovremmo fare altro che bagnare poco e più volte al giorno per tenere costantemente umido il terreno fino alla germinazione completa delle sementi che avviene in un periodo variabile da 5 a 10 giorni. Poi l’irrigazione sarà quotidiana fino a che l’erba non raggiunge l’altezza di 10 cm (circa 4 settimane).
  7. Al raggiungimento dei 10 cm procederemo con il primo taglio, asportando solo circa 1/3 dell’altezza e procederemo con una concimazione di supporto realizzata usando fertilizzanti azotati a lenta cessione come Poly Green o  Slow Green. Qualora fossimo arrivati già a fine Maggio va usato invece un concime potassico tipo Summer K o NaturalGreen Estate per aiutare il prato a superare gli stress termici.

COME SCEGLIERE LE SEMENTI
La scelta delle sementi da usare è uno degli elementi chiave nella riuscita di un buon prato. Per prima cosa vanno presi in considerazione fattori come l’esposizione al sole e l’ubicazione geografica.

Poi si definiscono le aspettative estetiche desiderate: colorazione e tessitura fogliare ed il livello di manutenzione che si è disposti a dedicare al tappeto erboso: più si desidera un tappeto erboso fine, scuro e fitto più si deve essere disposti ad effettuare lavorazioni di concimazione, irrigazione e sfalcio.

Ultimo fattore da prendere in esame nella scelta dei semi prato è la resistenza al calpestio che dovrà avere il manto d’erba. Se si hanno bambini o cani e si desidera un prato resistente e fruibile bisognerà scegliere specifiche sementi resistenti al calpestio.

HAI BISOGNO DI AIUTO?
All’interno del catalogo di Bestprato è presente una ampia gamma di sementi di qualità professionale (sono gli stessi prodotti che usano i giardinieri professionisti) in grado di coprire tutte le necessità.

Se sei in difficoltà nel trovare la giusta semenza puoi chiedere consiglio ai nostri esperti attraverso il servizio gratuito Doctor Green.

 

Buon lavoro!

Comments: 18

  1. Alessio 30 maggio 2018 at 11:30 Reply

    Salve, dopo quanto va fatto il secondo taglio e a che misura?
    Invece come faccio a sapere che tipo di diserbante devo usare? Non sono riuscito a farlo prima della semina. (Seminato ultima settimana di aprile)
    Grazie

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 3 giugno 2018 at 09:34 Reply

      Salve Alessio, appena raggiunge di nuovo 7/8 cm la taglia a 5. Il diserbo va fatto prima della semina. Dopo si esegue solo quello selettivo con prodotti chimici che noi non consigliamo.

      • Alessio 4 giugno 2018 at 12:54 Reply

        Grazie per la risposta, ormai che non posso più fare il diserbo come faccio a sapere quale selettivo devo usare? e dopo quanto tempo posso farlo?

        Valutazione: 5
        • Staff Bestprato 5 giugno 2018 at 15:48 Reply

          Salve i diserbanti selettivi sono sostanzialmente di due tipi. Noi però non li trattiamo ne consigliamo (per scelta). Li trovi nelle agrarie e vanno dati a prato maturo dopo il terzo taglio mischiandoli con un biostimolante fogliare tipo questo.

  2. rosario 22 marzo 2018 at 15:36 Reply

    Buonasera avrei bisogno di un antiformiche per la semina e nel vostro sito e`presente un prodotto naturale; quanto prodotto bisogna mescolare ai semi durante la semina?
    Grazie per la risposta

    Valutazione: 4
    • Staff Bestprato 23 marzo 2018 at 11:05 Reply

      Ciao Rosario, molto dipende da quanto è pronunciato il problema delle formiche. Tra i 20 ed i 50 gr per di semente spesso bastano.

      • rosario 23 marzo 2018 at 15:34 Reply

        20 50 grammi di prodotto per Kg di semi? non si capisce dalla risposta precedente.

        Valutazione: 4
        • Staff Bestprato 24 marzo 2018 at 14:10 Reply

          Tra i 20 ed i 50 grammi di antiformiche da mescolare per ogni kg di semente.

  3. leonardo 23 agosto 2017 at 10:06 Reply

    Buon giorno. E’ possibile seminare il prato in settembre anzichè in primavera?
    Grazie

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 24 agosto 2017 at 09:28 Reply

      Caro Leonardo, assolutamente si. per certi versi l’autunno è ancora migliore della primavera. Leggi qui.

  4. Andrea 6 giugno 2017 at 15:01 Reply

    Salve, ho seminato il prato e purtroppo oltre alla nascita del manto erboso è già spuntata la gramigna in più punti del giardino,a quanti giorni posso fare il primo diserbo selettivo?
    ringrazio e saluto
    Andrea

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 7 giugno 2017 at 12:59 Reply

      Caro Andrea, sarebbe meglio attendere almeno il secondo taglio. Ricordato di mischiare al diserbante un biostimolante tipo questo che protegge il giovane prato.

  5. Andra 27 aprile 2017 at 08:13 Reply

    Vorrei sapere se invece di posare la sabbia e la torba se posso usare del prodotto apposito per manti erbosi. Se si, dovro’ comunque aggiungere del solsfato ?

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 27 aprile 2017 at 08:38 Reply

      Caro Andrea, il terriccio serve solo a creare il letto di semina ideale. Va benissimo quello specifico per manti erbosi e non serve aggiungere altro. Solo dopo la semina spargeremo un concime granulare con fosforo tipo questo o questo.

  6. Gian 10 maggio 2016 at 18:20 Reply

    Buongiorno, seguendo la Vostra guida ho eseguito la semina del mio prato quattro settimane fa circa. ora il prato si presenta a chiazze… zone dove è presente l’erba e zone invece dove non ne è cresciuta….. probabilmente per un problema alla seminatrice…. vorrei sapere se è possibile rimediare in qualche modo senza rifare tutto. Grazie

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 15 maggio 2016 at 16:04 Reply

      Caro Giancarlo, noi consigliamo di attendere ancora 3 o 4 settimane. L’erba si deve irrobustire ed inspessire. Si valuterà poi se effettuare una risemina su zone limitate con miscuglio a prevalenza di loietti o attendere settembre.

  7. rita 3 marzo 2015 at 12:25 Reply

    Grazie molto interessante. Ma quand’è il momento giusto per seminare, come faccio a sapere?

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 5 marzo 2015 at 12:30 Reply

      Rita, il momento giusto per seminare è quando la temperatura minima del suolo (non dell’aria) è sopra i 12 gradi. Questo accade qualche giorno dopo che arrivano i primi tepori primaverili, ovvero temperature *massime* vicine ai 20 gradi nel pomeriggio. Controlla il meteo e nel dubbio ed aspetta un giorno in più. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo