Guida ai Lavori di Maggio nel Prato

Valutazione: 5 - 19 recensioni

Maggio è un mese di passaggio dalla stagione primaverile a quella estiva. È il mese nel quale è ancora possibile fare qualche semina o risemina (troverai alcuni accorgimenti al punto 10), ma soprattutto è il mese della prevenzione: prevenzione dagli stress termici estivi, dalle malattie fungine e dalle larve degli insetti dannosi. Vediamo punto per punto tutte le lavorazioni nel prato che andrebbero fatte nel mese di maggio:

1. CONCIMAZIONE

La concimazione di maggio può essere di due tipi, o una seconda concimazione primaverile, nel caso che il vecchio concime sia esaurito (qui trovi tutte le indicazioni) oppure un anticipo della concimazione estiva che si esegue comunque dopo metà mese usando un fertilizzante di tipo prevalentemente potassico.

Nel caso della concimazione pre-estiva si usa il potassio per fortificare le pareti cellulari che diventeranno più capaci di resistere agli stress termici e alle siccità. Le cose importanti sono due:

  1. scegliere un concime con un titolo di potassio molto alto
  2. scegliere un concime con la parte di azoto tutto a lento rilascio

La scelta dve ricadere su un concime potassico con relativamente poco azoto se fa già caldo  (esempio questo), oppure con più azoto nel caso che le temperature siano ancora miti e il prato stia crescendo  (qui un esempio)

Ovviamente stiamo dando per scontato che il prato sia già stato concimato ad aprile o marzo. Se così non fosse bisogna correre ai ripari prima possibile: se siamo ad inizio maggio distribuiamo un concime prevalentemente azotato tutto o quasi a cessione programmata (tipo questo), se invece siamo dopo metà mese, allora consigliamo una nutrizione azotata liquida, molto efficace e non troppo duratura (qui un esempio) e poi anticipiamo la concimazione potassica.

2. BIOSTIMOLAZIONE

Esistono in natura alcuni batteri chiamati PGPR,  un acronimo che sta per Plant Growth Promoting Rhizobacteriam ovvero rizobatteri promotori della crescita delle piante.

Microscopici organismi capaci di stimolare in maniera profonda tutte le attività vegetative del prato e delle piante. Il Metodo Bestprato a maggio suggerisce di fare un trattamento radicale con due tra le specie più potenti di questi rizobatteri, ovvero con lo streptomyces e il pseudomonas.

Un esempio è usare il nostro Bio PSE/STR in dose di 50 grammi per 100 mq da diluire in 15 litri di acqua. Volendo ottenere il massino si può mescolare anche 50 ml di agente umettante (qui un esempio) e soprattutto 200 grammi di alghe brune (tipo queste)

Dopo aver applicato il trattamento irrigare abbondantemente con almeno 5 litri di acqua al mq. Se non sai a quanti minuti corrisponde puoi tararti usando un pluviometro tipo questo.

3. PREVENZIONE MALATTIE

Da maggio in in poi il rischio di patologie fungine entra nel suo periodo più pericoloso.

Questo è il momento di continuare la prevenzione delle malattie del prato utilizzando sempre due strategie: un trattamento radicale di somministrazione di trichoderma ed un trattamento fogliare di induzione alla resistenza.

Nel primo caso si usano dai 35 ai 50 grammi di un concentrato di trichoderma (tipo questo) da diluire nei classici 10/15 litri di acqua per ogni 100 mq di prato. Volendo ottenere il massino si può mescolare anche 50 ml di agente umettante (qui un esempio) e soprattutto 250 grammi di alghe brune (tipo queste). Dopo aver applicato il trattamento irrigare abbondantemente con almeno 5 litri di acqua al mq.

Il secondo trattamento è molto potente ed è studiato proprio per maggio: si somministrano circa 60 grammi di ossido di silicio micronizzato (qui un esempio di prodotto) diluiti in 10/15 litri di acqua. Qui è importante l’applicazione su foglia asciutta e volendo aumentare l’efficacia è possibile aggiungere 150 ml di acidi umici (tipo questi).

4. PREVENZIONE INSETTI DANNOSI

Chi ha avuto problemi con gl insetti del prato (maggiolini, coleotteri, lepidotteri, ecc) sa che possono distruggere in poco tempo ampie zone di tappeto erboso. Le larve si depositano nel sottosuolo e mangiano le radici del tappeto erboso.

La soluzione anche in questo caso è la prevenzione che si basa sull’uso di efficaci preparati naturali ricchi di spore di funghi amici in grado di rendere inospitale l’habitat per insetti nocivi (qui e qui un esempio). Si usano bassi dosaggio (30 grammi per 100 mq) ed è sempre consigliato mescolare 50 ml di agente umettante (tipo questo) e 150/200 grammi di acidi umici (qui un esempio) o meglio ancora di alghe brune (topo queste).

Dopo aver applicato il trattamento irrigare abbondantemente con almeno 5 litri di acqua al mq.

5. TAGLIO

A maggio si continua a tagliare il prato facendo sempre attenzione a non asportare mai più di 1 / 3 della sua altezza. Per quanto riguarda l’altezza ottimale si suggerisce di iniziare ad alzarla leggermente in vista del caldo: esempio 5/6 cm per i loietti e le poe, 6/7 cm per la festuca arundinacea . Controlla bene che le lame del rasaerba siano sempre affilate e, se non lo hai ancora fatto, sostituisci quelle del robot tagliaerba.

6. IRRIGAZIONE

Se i temporali smettono e le temperature si alzano sopra i 20 gradi bisogna accendere gli impianti di irrigazione. La regola base di maggio dice che bisogna fornire al terreno circa 30 litri al mq a settimana suddivisi in una o due irrigazioni. Ripetiamo: una o due irrigazioni molto abbondanti a settimana al massimo. Inoltre bisogna fare attenzione ai temperali che sono in grado di fornire oltre 40 litri al mq! Per misurare l’acqua che riceve il prato dovresti sempre usare un pluviometro.

7. GESTIONE DEL FELTRO

A maggio, se è presente feltro, è meglio non far nulla e rimandare le operazioni a settembre. L’arieggiatura si può sempre fare (qui spieghiamo come), ma il rischio di aiutare le infestanti è elevato.

8. INFESTANTI

Appena le temperature si alzano si entra nel periodo nel quale fanno capolino le infestanti annuali estive (digitaria, setaria, … ) e allo stesse tempo continua la presenza di infestanti perenni (trifoglio, tarassaco, margherite, cardo, … ). La cura naturale si fonda su una strategia a 360 gradi (che abbiamo spiegato qui) basata su estirpazione, sfalcio frequente, taglio alto, concimazione corretta e risemina frequente.

Il prato va tenuto fitto, compatto e sufficientemente alto: in questa maniera le infestanti estive non troveranno spazio per crescere e moriranno silenziosamente senza fare tanti danni.

9. TERRENO

Durante maggio è consigliato reintrodurre nel terreno un po’ di fertilità, molto utile a garantire la corretta presenza di microrganismi amici. Il consiglio è di eseguire un trattamento ammendante usando sostanze umiche nobili e vegetali ( qui un esempio ). Solitamente si usano dosaggi di circa 500 grammi per 100 mq di prato diluiti in una ventina di litri di acqua.

Può essere vantaggioso aggiungere 50 ml di un buon agente umettante (tipo questo).Dopo aver applicato il trattamento irrigare abbondantemente con almeno 5 litri di acqua al mq.

ATTENZIONE: se si esegue la prevenzione delle malattie o la biostimolazione con gli additivi spiegati nei punti 3, 4 e 5, si può anche saltare questa ammendatura.

10. SEMINE E RISEMINE

Molti si domandano se a maggio si è ancora in tempo per seminare o riseminare il prato. La risposta è sì. Bisogna solo essere consapevoli che c’è più rischio infestanti per cui è necessario essere molto precisi nelle sequenze di lavoro. Tre sono le regole base per poter seminare con meno problemi:

  1. fare una semina o un risemina rapida ma senza saltare nessun passaggio (trovi una guida completa a tutte le fasi qui e qui)
  2. eseguire sempre la falsa semina in caso di prato nuovo (spiegata qui)
  3. subito dopo i primi tagli intervenire con una protezione contro le malattie estive a base di fosfito di potassio (qui un esempio) assieme ad idrolizzati proteici (tipo questi)

CONCLUSIONI

Sottovalutare l’importanza dei lavori di maggio è il modo più facile per esporre il prato ai seri pericoli dell’estate. Se hai bisogno di un aiuto sulla concimazione o sulla semina del tuo prato, sui trattamenti descritti o sui dosaggi da usare, scrivi la tua domanda qui sotto.

Buon Lavoro!

Comments: 42

  1. Paolo 27 maggio 2021 at 08:12 Reply

    Scusate. Vi sarà sicuramente sfuggita la mia domanda del 24 Maggio scorso. Potreste rispondere e venirmi in soccorso? Grazie e scusate ancora.

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 27 maggio 2021 at 16:07 Reply

      Ciao Paolo è complicato riuscire a rispondere a tutti qui, siete tantissime, cerca di avere pazienza oppure manda un’e-mail a doctorgreen@bestprato.com

  2. Giulio 25 maggio 2021 at 18:49 Reply

    Buon giorno, grazie per i preziosi consigli.
    Avevo un paio di domande, ho visto che Bottos per la concimazione di Giugno consiglia pro-life se non sbaglio. cosa dite? meglio stare su summerK o AutumnK come consigliate o prendiamo in considerazione anche pro-life?
    Io faccio sempre taglio mulching e seguo alla lettera i vostri consigli (taglio, irrigazione, bio stimolazione, prevenzione ecc..) vedo un prato sano ma non molto verde.. non so se c’è bisogno di azoto anche se fatto le concimazioni di Primavera come avete detto.. cosa mi consigliate? grazie

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 26 maggio 2021 at 12:27 Reply

      Ciao Giulio, il nostro programma è calibrato sui prodotti che trovi in questo articolo e non su altri, questo non vuol dire che non vi siano soluzioni alternative, ma noi ci atteniamo al nostro programma.

  3. ADA 25 maggio 2021 at 12:18 Reply

    Buongiorno. Ho anch’io un prato che ho riseminato in alcune zone. Con la ricrescita in corso (9 giorni dalla piantumazione) che tipo di trattamenti posso fare senza danneggiare i germogli e per agevolare il benessere delle zone non riseminate? posso effettuare la prevenzione antifunginea e quella dagli insetti? Grazie

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 26 maggio 2021 at 12:28 Reply

      Ciao Ada, dopo i primi tagli si entra con una stimolazione con questo e poi con il programma standard, fino a quel momento nulla

  4. Paolo 24 maggio 2021 at 15:38 Reply

    Buongiorno. Ho bisogno del vostro preziosissimo aiuto. Causa fallimento della risemina di Aprile, lo scorso 16 Maggio ho provveduto ad effettuarne un’altra limitandomi alle zone che presentavano i vuoti maggiori. Ho concimato le sole zone riseminate con Bio Start ed effettuato, nella settimana precedente a quella della risemina, un trattamento azotato con Help. Ho saltato la classica concimazione di primavera (quella che solitamente faccio con Sprint N). Cosa posso fare in questa fase di ricrescita di una parte del prato per evitare che le zone non riseminate vadano in sofferenza e per non danneggiare la ricrescita? Quando potrò effettuare la concimazione potassica? Grazie.

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 27 maggio 2021 at 16:11 Reply

      Paolo usa questo e dallo su tutto il prato

  5. claudio 15 maggio 2021 at 12:22 Reply

    in questi giorni ho concimato il prato , circa 100mq, con Sprint N e con l’apposito spandi concime e a distanza di quattro giorni ho iniziato a notare aree con chiazze gialle ; è questione di aver dato troppo concime ? come posso intervenire ad evitare bruciature ?
    Grazie

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 27 maggio 2021 at 16:20 Reply

      ciao Claudio sì puoi aver dosato male il concime, bagna molto in quelle zone e dopo tre o quattro giorni fai un trattamento con questo

  6. Carlo 12 maggio 2021 at 11:51 Reply

    Buondì,
    facendo il taglio prato (a 6-7 cm circa) lo scorso fine fine settimana ho notato che il tosaerba mi ha tirato su anche una parte di Sprint N dato a metà aprile. Da vostra esperienza, e’ normale o può essere dovuto a poca permeabilità del terreno che non “trattiene” i granuli?
    Forse la domanda è stupida ma non vorrei mancare eventuali trattamenti necessari al terreno. Grazie per l’attenzione e come sempre dei preziosi consigli,
    Saluti

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 13 maggio 2021 at 21:34 Reply

      salve Carlo, quel concime dura due mesi

  7. antonella forni 6 maggio 2021 at 19:28 Reply

    Ciao a tutti . Ho un quesito: dopo aver fatto la risemina il mio prato e’ irriconoscibile . Poa annua ovunque…. Puo’ essere stato il terriccio o i semi (uso Maciste e terriccio specifico per prati) .Che fare? Va rifatto il prato? Mi conviene ora?
    Grazie mille…

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 9 maggio 2021 at 09:42 Reply

      Ciao Antonella, la poa è il flagello di quest’annata fresca. Leggi questo approfondimento. Adesso è meglio aspettare.

  8. CLAUDIO BARONCINI 6 maggio 2021 at 14:49 Reply

    Buongiorno se possibile vorrei un chiarimento sull’uso dei concimi e della loro frequenza. Ho un prato, di circa 40 mq con tre ulivi esposto al sole la mattina e all’ombra il pomeriggio, Attualmente ho disponibile i seguenti concimi
    – Summer K
    – Soil life
    Come andrebbero utilizzati fino alla fine dell’anno ?

    Grazie

    Valutazione: 3
    • Staff Bestprato 9 maggio 2021 at 09:45 Reply

      Ciao Claudio, il nostro programma lo trovi qui. Soil life lo usi in inverno al posto di Nutrattiva Summer K tra poco a fine maggio.

  9. Gianluca 6 maggio 2021 at 10:54 Reply

    Buongiorno. Ho effettuato la concimazione azotata con Sprint N il 18 aprile ed il prato è in forte crescita. Considerando che le temperature massime previste in questo mese di maggio sono di circa 25 gradi posso procedere a fine mese alla concimazione potassica con Summer K o è meglio attendere giugno? Ovviamente farò tutte le altre lavorazioni previste in questo mese.
    Grazie 😉

    • Staff Bestprato 9 maggio 2021 at 09:46 Reply

      Ciao Gianluca, Summer K dallo pure la prima di giungo.

  10. Riccardo 3 maggio 2021 at 21:50 Reply

    Punto 3, devo applicare Tryko Plus con Vigor Liquid; posso procedere con pompa a spalla?
    -grazie

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 30 maggio 2021 at 11:03 Reply

      Poi però devi irrigare abbondantemente. Trovi tutti qui.

  11. Luca 7 aprile 2021 at 10:33 Reply

    Buongiorno,

    ho una domanda da profano del settore, le lavorazioni che vengono elencate si possono eseguire tutti nello stesso giorno o in giorni alterni? Inoltre c’è una sequenza da seguire?

    Grazie.

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 7 aprile 2021 at 11:43 Reply

      Ciao Luca solitamente consigliamo di attendere da 3 a 7 giorni.

  12. Andrea 28 maggio 2020 at 17:12 Reply

    Buongiorno, ho appena acquistato il concime SLOW K da dare in questi giorni, poi volevo anche fare la prevenzione malattie come scritto sopra con i due trattamenti: primo trattamento con 50 ml TRICKO + 50 ml di WATER X + 200 ml di VIGOR LIQUID (su 10/15 L come da voi descritto) e il secondo trattamento con 60 gr di SI STRONG + 150 di ALWAYS diluito su 10/15 L. Riassumendo sono 3 gli interventi che dovrò fare a Maggio.. (CONCIME+TRATTAMENTO 1 + TRATTAMENTO 2) La mia domanda è: Posso fare il tutto nel giro di 2/3 giorni o meno o più? E soprattutto, in quale sequenza?
    Grazie Mille

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 31 maggio 2020 at 21:31 Reply

      Ciao Andrea, per quanto riguarda l’uso dei prodotti liquidi e biostimolanti, trovi un bell’approfondimento qui, con tutta una serie di quesiti comuni molto ben risposti.

  13. giacomo 28 maggio 2020 at 12:40 Reply

    Salve posso utilizzare per prato di festuca (concimato il 10 marzo con verdeprato+superturf )
    vigor liquid combinato con HELP per via radicale e procedere poi dopo 7-10 gg alla concimazione estiva con summer k (20-25 g mq)?
    Grazie

    • Staff Bestprato 31 maggio 2020 at 21:33 Reply

      Ciao Giacomo, dai l’ammendante (vigor) per via radicale, ed il nutritivo (help) per via fogliare.

  14. serena 20 maggio 2019 at 09:36 Reply

    Buongiorno, ho acquistato green up, vigor liquid e trichoderma per n prato che ha più di un anno… volevo sapere se posso darli anche su un prato giovane (comprato a rotoli circa 2 mesi fa)! grazie 🙂

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 20 maggio 2019 at 16:00 Reply

      Assolutamente si, Serena.

  15. Alberto 14 maggio 2019 at 22:01 Reply

    Salve, intanto grazie per i Vostri consigli sempre utili, vi seguo da poco e mi pento di ciò. Vivo a Roma, ho un prato (a rotoli) da poco più di un anno e a metà Aprile ho arieggiato, concimato e riseminato con un concime comprato al vivaio. Ho seguito alla lettera il dosaggio e cosparso il tutto con precisione. Nei giorni successivi sono seguite per giorni piogge abbondanti quindi, oltre all’irrigazione ricevuta subito dopo la concimazione-semina, il prato ha ricevuto parecchia acqua. Il prato era in ottima salute e piano piano si é completamente ingiallito e in alcune zone quasi seccato (forse anche per via di alcuni tagli troppo bassi?), mentre nelle zone riseminate sono comparsi i primi ciuffi d’erba nuova. A inizio Maggio, leggendo alcuni vostri blog ho effettuato un trattamento con “Soccorre” e “Protegge” e adesso il prato sembra riprendersi solo in alcune piccole zone, mentre in altre continua a presentare macchie di erba gialla e secca. Come posso procedere per rinvigorire il prato?
    Grazie

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 17 maggio 2019 at 08:31 Reply

      Ciao Alberto, è facile che qualcosa sia andato storto. Mai fare tagli bassi soprattutto su un prato relativamente giovane come quello a rotoli. Probabilmente l’unica soluzione ora è seminare di nuovo le zone morte.

  16. Roberto Vecchio 11 maggio 2019 at 18:35 Reply

    Buongiorno,
    Ho preparato la soluzione di acqua con la dose di Triko Plus e Vigor.
    Ho aspettato mezz’ora per l’applicazione, poi si è alzato il vento ed è arrivato il temporale,
    Sono le 18 di sera e vorrei a questo punto utilizzare la soluzione pronta domani mattina. La mia domanda è se ancora la soluzione data a pompa avrà la sua efficacia o rischio di perdere l’utilita’

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 13 maggio 2019 at 12:41 Reply

      Ciao Roberto, potrebbe essere che perda di utilità perchè le spore del trichoderma non sopravvivono a lungo in quelle condizioni.

  17. serena 7 maggio 2019 at 16:45 Reply

    Buonasera, questa è la mia prima esperienza di prato e mi sto trovando molto bene con i vostri consigli… dunque io non avevo concimato in aprile, quindi ho seguito (considerando che per una settimana non ci sarò) la nutrizione azotata liquida.
    poi ho acquistato il concentrato di trichoderma ma senza diluire con agente umettante. non ho capito se posso comunque saltare la biostimolazione o no! grazie :)))

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 9 maggio 2019 at 08:18 Reply

      Ciao Serena, la biostimolazione di maggio viene eseguita come ammendatura con un prodotto a base di acidi umici (tipo questo). Se il tuo terreno è fertile la puoi saltare.

  18. guido 6 maggio 2019 at 21:34 Reply

    ciao, ragazzi.. mi sto tirando matto con l’altezza del taglio prato..
    nell’ articolo dite di cominciare ad alzare il taglio.
    Come erba ho il vostro maciste, e il mio tosaerba passa dall’altezza di 4,5 a 6cm. Quale delle due mi consigliate? Ancora complimeti per i vostri consigli.
    Guido

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 9 maggio 2019 at 08:15 Reply

      Salve Guido. 6 cm va benissimo!

  19. Michele Galderisi 3 maggio 2019 at 14:30 Reply

    Salve.
    Avrei appunto una domanda da farvi. Ho appena effettuato una risemina in giardino per andare a rendere più omogeneo il prato visto che alcune zone erano state danneggiate dal cane. La mia domanda riguarda l’irrigazione.
    Durante la germinazione post prima semina avevo seguito la vostra guida per l’irrigazione del prato durante la semina, annaffiando quindi il prato in maniera frequente cercando di mantenere il terreno umido senza eccedere con l’acqua.
    Ora però da quello che ho capito dovrei fare quasi il contrario. Vista però la risemina come dovrei comportarmi?
    Grazie mille, spero di essermi spiegato

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 3 maggio 2019 at 21:14 Reply

      Ciao Michele. Quando il prato è tutto spuntato (2 settimane) inizia a bagnare solo una volta alla mattina. Ovviamente in maniera leggermente più abbondante. Cerca di dare 1/2 litri al massimo, usa un pluviometro tipo questo per misurare. Poi quando il prato sarà cresciuto ed arrivato al taglio cambia l’irrigazione passando ad irrigare una volta ogni 3 o 4 giorni con 15/20 litri di acqua al mq. Ovviamente se viene la pioggia tutto quest non serve.

  20. Giovanni Galli 2 maggio 2019 at 23:54 Reply

    Ciao,penso che ci sia un errore nel link di collegamento al punto 3 per l’ossido di silicio micronizzato, perché, se ho imparato bene dagli spiegoni di Fabio☺,dovrebbe essere Si strong e non shield…é corretto?

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 3 maggio 2019 at 21:10 Reply

      Si Giovanni! Grazie mille per la segnalazione! Abbiamo corretto.

  21. marina 2 maggio 2019 at 10:25 Reply

    I vostri articoli sono sempre chiarissimi e ottima bussola, sono io che mi sono un po’ persa. Seminato con Royal Park a marzo come da manuale con biostart e un poco di cornunghia. Milano, ondata di freddo etc, germinazione lentissima, quasi impossibile (nonostante le reti semisollevate concorrenza di cince, pettirossi, merli, tordi, piccioni), infestanti hanno avuto il sopravvento, il prato a 2 colori mostra il tutto con evidenza.
    Ieri Triko e Always (l’anno scorso phytium).
    Tre domande
    1) quale concime e quando?
    2) quando fighters?
    3) ho una zona di sola poa, posso estirpare e riseminare?
    Grazie

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 3 maggio 2019 at 21:10 Reply

      Salve Marina. Per la concimazione segui precisamente il punto 1. Il bacillus (Fighter) si inizia dal prossimo mese. per la risemina più avanti si va più pericoloso è.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo