Guida ai Lavori di Luglio nel Prato

Valutazione: 5 - 8 recensioni

Luglio è generalmente il mese più caldo dell’anno. Come sappiamo, quando le temperature a livello del suolo raggiungo e superano i 30/35 gradi, il prato entra in forte sofferenza. Inoltre, il forte caldo unito alla mancanza di piogge ci costringe ad usare intensamente l’impianto di irrigazione esponendo il tappeto erboso ai pericoli da malattie fungine. Vediamo punto per punto tutte le lavorazioni nel prato che andrebbero fatte nel mese di luglio:

1. CONCIMAZIONE

A luglio non dovrebbe servire concimare il prato. Questo è vero solo se hai già eseguito la concimazione potassica pre-estiva. Dare potassio è importante durante l’estate perché fortifica le pareti cellulari che diventeranno più capaci di resistere agli stress termici e alle siccità.

Se non hai ancora dato questo tipo di concime e siamo ad inizio luglio puoi ancora distribuire 25/35 grammi di un buon concime potassico (tipo questo). Se siamo verso fine luglio inizia ad essere troppo tardi perché l’effetto del concime entra in gioco dopo una o due settimane. In questo caso meglio concentrarsi sulle biostimolazioni, magari facendo un paio di trattamenti in più.

 

2. BIOSTIMOLAZIONE

Durante luglio la biostimolazione è il trattamento più importante da eseguire perchè svolge il duplice ruolo di sostenere le attività vegetative e mitigare gli effetti delle alte temperature e dei colpi di calore.

L’uso dei biostimolanti è molto utile anche per ammorbidire le intese irrigazioni o mitigare gli stress dei trattamenti di diserbo selettivo o di cura delle malattie.

I prodotti da usare sono due:

  • per un azione di aiuto generale e detossificazione contro gli stress da caldo eseguire un’applicazioni fogliare usando un prodotto a base acidi umici e amminoacidi (qui un esempio). Solitamente si usano dosaggi di circa 200 ml per 100 mq di prato diluiti in 10 litri di acqua. Applicare su foglia asciutta e non bagnare il prato per 24/48 ore.
  • per un sostegno attivo e potente alle attività vegetative sia in caso di prato sofferente che in previsione di situazioni di forte stress termico, eseguire un’applicazioni fogliare usando un prodotto a base di alghe brune (qui un esempio). Solitamente si usano dosaggi di circa 100 ml per 100 mq di prato diluiti in 10 litri di acqua. Applicare su foglia asciutta e non bagnare il prato per 24/48 ore.

Nota: questo trattamento può essere eseguito assieme ai punti 3 e 4

3. PREVENZIONE MALATTIE

Con luglio il rischio di malattie fungine entra nel periodo di pericolo estremo.

Questo è il momento di potenziare tutte le attività di contrasto delle malattie del prato lavorando sempre in contemporanea su due piani di azione:

  1. trattamento di induzione alla resistenza.
  2. somministrazione di microrganismi antagonisti

Il trattamento di induzione alla resistenza studiato specificatamente per luglio e l’estate si basa sulla somministrazione, ogni 3 o 4 settimane, di un prodotto a base  di fosfito di potassio (qui un esempio). Si tratta di un prodotto liquido che viene assorbito dalle foglie e che va dato in dosaggio di circa 15/25 ml diluiti in 10/15 litri di acqua per ogni 100 mq di prato

L’antagonismo microbico va invece eseguito attraverso prodotti a base di bacillus subtilis (tipo questo). Si tratta di trattamenti molto potenti che contrastano in maniera efficace alcune malattie pericolosissime come il phytium e la rhizoctonia solani.  Solitamente si usano 35/50 ml in 10 litri di acqua per 100mq di prato.

4. PREVENZIONE INSETTI DANNOSI

Luglio è il mese nel quale le larve di coleotteri, lepidotteri, maggiolini, nottue e tipule crescono nel sottosuolo nutrendosi delle radici del tappeto erboso. Si tratta di un problema che si manifesta purtroppo solo a danno già avvenuto.

L’unica soluzione efficace è la prevenzione che sii attua somministrando nel terreno dei prodotti naturali ricchi di spore di microrganismi predatori in grado di rendere inospitale l’habitat per insetti nocivi (qui e qui un esempio). Si usano bassi dosaggi (30 grammi per 100 mq) ed è sempre consigliato mescolare 50 ml agente umettante (tipo questo) e ricordarsi poi di bagnare un po’ il prato.

5. TAGLIO

A luglio, ed in generale per tutta l’estate, il prato va tenuto più alto del solito. Questo serve per aumentare la capacità dell’erba di liberare calore, abbassare le temperature a livello del colletto e avere più superficie per eseguire la fotosintesi clorofilliana. Ti consigliamo di non tagliarlo mai a meno di 6 cm.

Vale ovviamente sempre la regola di non asportare mai più del 30% dell’altezza e controlla bene che le lame del rasaerba siano sempre affilate e, se non lo hai ancora fatto, sostituisci quelle del robot tagliaerba.

6. IRRIGAZIONE

A luglio l’irrigazione calibrata correttamente (in termini di quantità d’acqua e frequenza), è uno degli elementi chiave per garantire forza e salute al prato.

Tieni sempre a mente che l’acqua in estate serve a due cose: a “nutrire” la pianta di uno degli elementi base (l’acqua appunto) e a indurre il prato a sviluppare l’apparato radicale in profondità.

Una cosa importantissima è che bisogna evitare che il tappeto erboso rimanga umido per molte ore in quanto si creerebbero le condizioni ideali per la proliferazione delle patologie fungine.

Questo è il motivo per cui devi irrigare in maniera abbondante ed infrequente. Irrigare tanto e poi fare lunghe pause.

La regola base di luglio dice che bisogna fornire al terreno da 35 a 45 litri al mq a settimana suddivisi in due o tre irrigazioni. Si aumenta il numero di irrigazioni in caso di terreno sabbioso e si diminuiscono in caso di terreno argilloso.

Per misurare l’acqua che riceve il prato dovresti sempre usare un pluviometro tipo questo.

7. GESTIONE DEL FELTRO

Se a luglio è presente feltro è meglio rimandare le operazioni di rimozione a settembre.

8. INFESTANTI

A luglio c’è l’esplosione delle infestanti annuali estive e si consolida la presenza di alcune dicotiledoni. Pur essendoci la possibilità di usare prodotti chimici, suggeriamo di scegliere una strategia naturale, probabilmente meno potente ma sicuramente meno inquinante. Si fonda su una serie di operazioni a 360 gradi (che abbiamo spiegato qui) basate su:

  • estirpazione
  • aumento altezza di taglio
  • sfalcio frequente
  • concimazione corretta (meno fosforo)
  • risemina ciclica

Il prato va tenuto fitto, compatto e sufficientemente alto: in questa maniera le infestanti estive non troveranno spazio per crescere e moriranno silenziosamente senza fare tanti danni.

9. TERRENO

Luglio non è rilevante. Nessuna operazione da eseguire.

10. SEMINE E RISEMINE

A luglio inizia ad essere poco sensato seminare il prato, non tanto e non solo perché i rischi di fallimento sono alti, quanto perché tra 60 giorni inizia il periodo migliore per le semine, ovvero la fine dell’estate.

Usiamo questo periodo piuttosto per progettare bene il prato (qui un approfondimento) o per eseguire le sempre importanti analisi del suolo (qui un esempio).

HAI BISOGNO DI AIUTO?

Se hai bisogno di un aiuto sui trattamenti e lavorazioni descritte o sui dosaggi da usare, scrivi la tua domanda qui sotto.

Buon Lavoro!

Comments: 16

  1. Gabriele Giacomini 30 luglio 2019 at 10:55 Reply

    Ho il prato in parte secco ritengo a causa errata concimazione e quello sano pieno di erbacce che cosa fare? Diserbo selettivo in attesa di settembre?

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 31 luglio 2019 at 12:09 Reply

      Si Gabriele, ma ricordati di sostenere la parte sana come spiegata in questo articolo.

  2. Davide 10 luglio 2019 at 10:53 Reply

    Buongiorno, ho posato da circa 20 giorni un piccolo prato a rotoli di 70 mq e volevo chiedervi se sono ancora in tempo per fare una concimazione o conviene passare direttamente alla bio stimolazione e trattamenti per funghi e parassiti.
    Grazie

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 10 luglio 2019 at 18:16 Reply

      Ciao Davide, adesso siamo quasi a metà luglio. Meglio biostimolazione e protezione fogliare.

  3. Giampaolo 9 luglio 2019 at 13:12 Reply

    Complimenti a tutti per gli utili consigli. Chiedo gentilmente se il prodotto Always Bottos dato in questo periodo di forte caldo puo’ aiutare il prato leggermente in difficoltà e se il caso di rifarlo dopo circa 15/20 giorni. Premesso che ad Aprile e Maggio è stato concimato con un concime 15-5-10 ( azoto ,fosforo,potassio) dove ripeterò in settembre ed ottobre.
    Qualsiasi vostra risposta ringrazio infinitivamente GRAZIE GiampaoloB.

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 10 luglio 2019 at 09:18 Reply

      Ciao Gianpaolo, Always ogni 2/3 settimane è perfetto. Ma leggi anche questo.

  4. VITTORIO 7 luglio 2019 at 22:22 Reply

    Cmplimenti a tutti per i preziosi consigli che ci fornite settimanalmente x tenere il nostro prato forte e in salute. molti prodotti sono a prezzo abordabile mentre altri un po’ caro x noi privati. Sarebbe utile che prodotti tipo Fighter o Fly venissero forniti anche in flaconi da 500 ml x dimezzare i prezzi….x noi a volte è un’esagerazione spendere due o trecento euro x prodotti x prato….
    saluti Vittorio

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 8 luglio 2019 at 10:08 Reply

      Hai ragione Vittorio. Dal prossimo anno avremo anche Fighter da 500 ml. Considera comunque che se lo tieni ben chiuso ed in luogo fresco dura anche due stagioni.

  5. spino 5 luglio 2019 at 14:58 Reply

    buongiorno Fabio
    ho eseguito una trasemina di olimpia lo scorso aprile (dopo aver arieggiato e steso del terricio compobio e concime biostart); il prato era cresciuto abbastanza bene (pur essendoci parecchie infestanti) provvedendo ad un taglio frequente e programmando un irrigazione ogni tre giorni e aver dato vigorliquid dopo 40 gg dalla semina e summer k a fine maggio. Dopo una “sospensione tecnica” di tre settimane (eravano fuori) e l’avvento del gran caldo a roma (si sono sfiorati i 40 gradi) il prato appare sofferente in alcuni punti soprattutto quelli esposti a sud. Grandi chiazze di erba gialla e secca.
    Sto programmando quindi una trasemina a settembre: consigliate di continuare con olimpia o altra semenza (tipo rinnovaprato) piu indicata per le trasemine o con una cultivar piu indicata per l’esposizione a sud?
    Poichè il terreno è cmq argilloso consigliate di fare un nuovo apporto di terriccio compobio o può essere sufficiente quello fatto lo scorso aprile?
    Potrebbe essere piu utile apportare solo la sabbia silicea?
    Nell’immediato pensavo di fare un trattamento con Always e Prestress, mescolandoli insieme e darli subito e tra un mese, puo andar bene?
    Dopo un paio di settimane dare il pregrade (il fighter costa troppo e per il momento non ho buget), va bene darlo dopo always e pre stress o meglio il contrario?
    grazie e complimenti

    Valutazione: 5
  6. Francesco 5 luglio 2019 at 10:29 Reply

    Buongiorno .Ho appena acquistato da voi il biostimolante Always e concime summer K . Come posso utilizzarlo nei prossimi giorni per effettuare una concimazione (un po’ tardiva) ma utile ?? Posso associare al biostimolante Always un diserbante selettivo per la foglia larga (visto che nel mio prato ho avuto un esplosione da un mese a questa parte) o non e’ consigliabile diserbare con queste temperature ? La mia paura e’ che se non agisco per tempo il prato sara’ ricoperto da queste infestanti .
    Grazie mille

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 7 luglio 2019 at 17:40 Reply

      Ciao Francesco, dai subitissimo il potassio (Summer K) dosaggio 25 gr. per mq. Attendi 3 giorni e dai acidi unici + proteine (always). Diserbare ora è un bello stress. Mescola sempre un po di acidi umici (Always).

  7. Alberto 4 luglio 2019 at 10:08 Reply

    Buongiorno e grazie dei consigli che dispensate ogni mese! Sto seguendo alla lettera il programma di biostimolazione e difesa da malattie che proponete. Non avendo eseguito la concimazione pre-estiva, essendo ancora all’inizio di Luglio, leggo che sono ancora in tempo per eseguirla. Avendo alzato il taglio a 6cm circa e irrigando 3 volte a settimana, volevo sapere in che dosi devo spargere il concime, visto che probabilmente effettuerò l’operazione entro la metà del mese e se per l’occasione devo abbassare il taglio e irrigare subito dopo. Nel caso, in che momento della giornata sarebbe meglio visto che qui a Roma il caldo “picchia forte”?
    Grazie a tutti voi!!!

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 4 luglio 2019 at 11:59 Reply

      Salve Alberto. Visto lo stato avanzato dell’estate, dia 20 grammi al mq di Summer K senza tagliare il prato ed in qualsiasi momento della giornata. Ma non attenda troppo.

  8. CLAUDIO Coppola 3 luglio 2019 at 14:11 Reply

    Ciao ragazzi, ho acquistato da voi 6 kg maciste e 2 kg di dicondra seminato a maggio con una temperatura abbastanza buona sotto ai 20 gradi con l’avvento di giugno la temperatura è aumentata e in particolare il seme maciste non ha preso completamente, d’altronde con 30 gradi era difficile un buon risultante, mentre la dicondra più lenta si vede abbastanza. Il giardiniere ha già fatto due tagli e abbiamo un terreno sabbioso, stiamo a Sabaudia, due irrigazioni al giorno 15 minuti. Vorrei qualche consiglio in più se possibile, il giardiniere mi ha consigliato di aggiungere un po’ di semi di dicondra negli spazi do maciste non è cresciuto e poi si farà a settembre/ottobre una rinforzo con maciste.in ultimo alcune infestanti conviene lasciarle e continuare a tagliare il prato in attesa che la dicondra si radica nel terreno.
    Grazie mille

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 3 luglio 2019 at 18:49 Reply

      Salve Claudio, sconsigliamo di fare miscugli di Maciste e Dichondra…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo