La Cura del Prato in Autunno – La Guida Completa.

Valutazione: 5 - 33 recensioni

green-lawn-1

(ver. 1.5 – aggiornato il 20 Agosto 2018)

I lavori che richiede il prato a settembre e ottobre dipendono dallo stato in cui versa e da come ha superato l’estate.

Abbiamo riunito le lavorazioni in 3 gruppi in funzione delle condizioni del prato. Vediamole nel dettaglio:

Prato sostanzialmente sano.

Rientra in questa categoria un prato che presenta uno stato discreto. Vi sono poche zone indebolite, il tappeto erboso è poco rovinato, non vi sono diradamenti ne buchi.

Se il tuo prato rientra in questa categoria basterà che metti in atto queste semplici operazioni e tornerà sano, vigoroso e di un bel verde entro poche settimane:

  • Esegui un taglio basso ed una arieggiatura per rimuovere il feltro
  • Poi procedi con un trattamento biostimolante a base di acidi umici ad azione radicale. Va bene un prodotto come Vigor Liquid. da dare in dose di 1Kg per 100 mq diluito in 20 litri di acqua. Terminata l’applicazione è importante che tu faccia un breve ciclo di irrigazione per dilavare le foglie e permettere al prodotto di giungere al suolo.
  • L’operazione più importante che devi fare è concimare con un fertilizzante azotato di alta qualità a cessione programmata. Un esempio è Super Turf. Dosaggio consigliato 35 grammi per mq.
  • L’autunno è anche un buon periodo per iniziare un trattamento preventivo naturale alle malattie fungine. Questo trattamento, se eseguito con costanza, crea una vera e propria barriera alle malattie fungine,  e lo fa sfruttando prodotti 100% naturali a base di microrganismi antagonisti.  Un esempio di valido prodotto è Triko Protegge (50 ml per 100 mq diluito in 20 litri d’acqua). Lo puoi dare anche mescolato a Vigor Liquid in un’unica soluzione.

 

Prato stressato.

Rientra in questa categoria un prato che presenta uno stato sciupato con zone in cui il tappeto erboso è stato stressato dalla stagione appena conclusa. Non vi sono buchi ne zone molto diradate anche se l’erba ha un aspetto piuttosto chiaro o giallognolo ed in alcune parti i fili d’erba sono rovinati.

Se il tuo prato rientra in questa categoria non c’è nulla da temere: anche qui basterà che segui queste poche operazioni e tornerà sano e vigoroso in poco tempo:

  • Esegui un taglio basso ed una arieggiatura per rimuovere il feltro
  • Poi procedi con un trattamento biostimolante a base di acidi umici ad azione radicale. Va bene un prodotto come Vigor Liquid. da dare in dose di 1Kg per 100 mq diluito in 20 litri di acqua. Terminata l’applicazione è importante che tu faccia un breve ciclo di irrigazione per dilavare le foglie e permettere al prodotto di giungere al suolo.
  • L’operazione più importante che devi fare è concimare con un fertilizzante rinverdente di emergenza di alta qualità che abbia una duplice azione a pronto effetto ed a lento rilascio. Ottimo in questo caso è Sprint N. Dosaggio consigliato 35 grammi per mq.
  • Dopo circa 4 settimane eseguirai un trattamento con un prodotto che stimoli le attività vitali ma, allo stesso tempo, che sia anche adatto all’autunno. Un prodotto molto utilizzato ed apprezzato in ambito professionale è Pre-Stress. Dosaggio consigliato di circa 250 ml diluiti in 10 litri per ogni 100mq di prato. Il trattamento lo eseguirai di nuovo poco prima dell’inverno.
  • L’autunno è anche un buon periodo per iniziare un trattamento preventivo naturale alle malattie fungine. Questo trattamento, se eseguito con costanza, crea una vera e propria barriera alle malattie fungine,  e lo fa sfruttando prodotti 100% naturali a base di microrganismi antagonisti.  Un esempio di valido prodotto è Triko Protegge (50 ml per 100 mq diluito in 20 litri d’acqua). Lo puoi dare anche mescolato a Vigor Liquid in un’unica soluzione.
  • [TRUCCO] Se hai tanta fretta di far tornare verde il prato e nascondere le macchie gialle prima che i trattamenti abbiano effetto, puoi impiegare un prodotto come Verdigo, si tratta di un colorante naturale non tossico per prato, da applicare nelle zone desiderate con pompa a spruzzo. L’effetto dura alcune settimane.

 

Prato stressato con zone diradate o gialle.


Se il tuo prato non ha superato l’estate indenne e presenta alcune zone diradate, molto sciupate o addirittura dei veri e propri buchi
, bisognerà che tu faccia un intervento che comprende anche una risemina (trasemina). Ecco il semplice schema che devi seguire:

  • Prima di iniziare le operazioni esegui una biostimolazione con Vigor Liquid in quantità di 1Kg per ogni 100 mq da diluire in 20 litri di acqua. E’ molto importante dopo aver dato Vigor Liquid procedere con una breve irrigazione del prato per qualche minuto, per dilavare le piante e far giungere Vigor Liquid al suolo.
  • Dopo qualche giorno taglierai l’erba molto bassa: bisogna che tu la porti ad un livello di circa 2.5 / 3 cm (se l’erba è alta meglio farlo con due tagli a distanza di una settimana per non stressare troppo il tappeto erboso)
  • Successivamente dovrai eseguire un vigorosa operazione di pulizia dal feltro. Quest’operazione va eseguita con attrezzi specifici chiamati arieggiatori. Al termine raccoglierai gli scarti con un rastrello a denti fitti
  • Andrai ora a riportare un leggero strato di 3/4 mm di terriccio da prato (meglio se ecologico). Questo è il letto ideale di semina che favorisce germinazione e radicazione delle sementi.
  • Procederai alle operazioni di risemina su tutto il prato, usando possibilmente lo stesso miscuglio originario di sementi od un miscuglio di sementi specifiche per la rigenerazione (se desideri un aiuto nella scelta della corretta semente per rigenerare il tuo prato puoi chiedere il consiglio gratuito dei nostri tecnici compilando questo form)
  • Lo semina la devi eseguire facendo molta attenzione a distribuire il seme in maniera uniforme nel terreno, meglio se usi una buona seminatrice. Al termine dovrai rullare il terreno per porre il seme bene a contatto del terreno.
  • Ora dovrai solo procedere con una concimazione di copertura usando un fertilizzante specifico ad alto contenuto di fosforo (ad esempio il Bio Start) mantenendo il terreno costantemente umido per almeno 15 giorni fino alla germinazione totale delle sementi. Poi procederai ad una irrigazione secondo necessità possibilmente la mattina presto.
  • Dopo 6 settimane dalla semina è il momento di una concimazione di supporto usando concimi equilibrati a lenta cessione come Poly Green o Autumn K. Autumn K è particolarmente indicato se, a questo punto, sarai già arrivato a meta ottobre: è un ottimo concime invernale che aiuterà il prato a superare l’inverno in piena forza.
  • [OPZIONALE] Dopo questa concimazione finale potremmo fare un’ultima operazione prima dell’inverno: una biostimolazione specifica che sostenga le attività vegetative del giovane ed ancora debole prato. In questo caso si usano prodotti da estratti di alghe con specifici agenti stimolanti. Un esempio è PreStress, da usare in dose di 300 ml diluito in 10 litri di acqua per ogni 100 mq di prato.

Ora non rimane che mettersi all’opera! Buon lavoro.

Comments: 64

  1. Lorenzo 12 novembre 2018 at 17:13 Reply

    Grazie per la guida!
    E’ molto chiara!
    La mia domanda è se si possono fare tutte le operazioni elencate sopra, nel mese di Novembre tenendo conto che dove sono io le gelate,anche quelle mattutine, sono rare almeno fino a Gennaio!
    Purtroppo per motivi di salute non è stato possibile farle prima e il prato ahimè non è stato nemmeno più tagliato ed è veramente messo male!

    Grazie

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 13 novembre 2018 at 08:44 Reply

      Caro Lorenzo, finché non c’è tanto freddo si riesce a fare tutto. Ora è il momento della concimazione potassica però. Leggi questo articolo.

  2. Roberto 5 ottobre 2018 at 22:18 Reply

    Ho il prato di festuca ingiallito pieno di erbacce e gramigna, pensavo di riseminare, quale se i mi consigliate ?

    Valutazione: 3
    • Staff Bestprato 7 ottobre 2018 at 11:38 Reply

      Salve Roberto, per rispondere in maniera corretta è meglio che compili questa form così i tecnici avranno tutti i dati per consigliare al meglio: Richiesta Consiglio Sementi

  3. Marco Beltramo 2 ottobre 2018 at 09:40 Reply

    Ottima guida.
    Ho effettuato la semina come da indicazioni.
    Purtroppo il giorno successivo alla semina una giornata di pioggia molto intensa ha smosso molti semi che ora non sono piú perfettamente a contatto con il terriccio.
    Conviene rullare nuovamente, a distanza di 2 giorni dalla semina, oppure lasciare tutto cosi’ ?

    Grazie

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 5 ottobre 2018 at 08:41 Reply

      Salve Marco, sempre delicato muovere le sementi dopo qualche giorno. Leggera rastrellatura e leggera rullatura ma solo se è festuca arundinacea. Il loietto potrebbe essere già spuntato.

  4. Maurizio 30 settembre 2018 at 12:28 Reply

    Buongiorno ho effettuato ieri il taglio sul 3, in seguito ho passato l’arrieggiatore con le molle, ho ripulito il tutto, il prato si presenta diradato ed in alcune zone senza erba, allora ho dato il vigor liquid e un po di concime sprint N.
    Intanto ho ordinato il terriccio Cambio, appena arriva devo stenderne un 3/4 mm su tutto il prato e riseminare con le sementi originali e poi rullare.
    Avrei solo un paio di domande, devo anche concimare o questo terriccio è già concimato?
    Ho anche lo scarificatore devo passarlo o va bene come è adesso arieggiato con le molle?

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 1 ottobre 2018 at 10:18 Reply

      Salve Maurizio. Se si esegue una risemina è meglio anche scarificare. Il nostro terriccio CAMBIO è concimato per la vita terricola, ma per la semina del prato va sempre usato un fertilizzante fosfatico (tipo Bio Start o Pro Start)

  5. Andrea 30 settembre 2018 at 09:34 Reply

    Ho da poco acquistato una casa con un giardino abbastanza grande. Manca il sistema di irrigazione e adesso mi ritrovo con il prato molto stressato. Vorrei procedere con i vostri consigli del mese di settembre per avere un buon prato la prossima primavera ma vorrei anche fare l’impianto di irrigazione nei mesi invernali visto che con il lavoro riesco a dedicare più tempo al giardino. Oppure faccio prima l’impianto di irrigazione e a fine inverno curo il prato?
    Non vorrei passare un’altra primavera estate con l’erba rovinata.
    Grazie

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 1 ottobre 2018 at 10:10 Reply

      Salve Andrea, sarebbe buona regola fare impianto di irrigazione prima di seminare il prato.

  6. Paolo 29 settembre 2018 at 06:47 Reply

    Dopo la risemina con Maciste a distanza di una settimana e cresciuta molto in fretta. Volevo sapere se nonostante l’erba sia giovane in alcune zone potrò tagliarla prima dei freddi invernali oppure è meglio lasciarla così vista la sua fragilità.
    Grazie.

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 29 settembre 2018 at 11:11 Reply

      Ciao Paolo, devi assolutamente tagliare leggermente quando arriva a 8 cm. Lo riporti sui 6cm. Il prato non va mai lasciato alto. Nemmeno d’inverno.

  7. Davide Caprini 25 settembre 2018 at 19:50 Reply

    Buonasera, per rigenerare il prato, dopo tutti i lavori preliminari, ho seminato con MACISTE e bio start ormai 11 gg fa (semi appena comprati qua). Date le temperature purtroppo al di sopra dei 30 gradi in tutti questi giorni, l’erba è cresciuta solo nei punti soggetti per meno tempo ai raggi solari (anche se ho cercato di tenerlo sempre umido, nelle ore centrali era impossibile). Ora le temperature sono ideali, c’è ancora speranza che crescano in ritardo oppure no?

    Grazie mille

    Davide

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 26 settembre 2018 at 08:34 Reply

      Certamente Davide, vedrai che spunterà tutto. Mantieni il terreno costantemente umido.

    • Staff Bestprato 29 settembre 2018 at 11:05 Reply

      Si Davide, Maciste come tutte le festuche arundinacee impiega più tempo a germinare e potrebbe tranquillamente nascere nei prossimi giorni. Mantieni il terreno costantemente umido.

      • Davide Caprini 1 ottobre 2018 at 13:49 Reply

        Your comment awaits moderation.
        Ok, ma ormai li ho piantati il 15 settembre e ancora in alcune zone non è nato nulla o nata molto rada…inizio a pensare che molti semi si siano seccati per il caldo. L’ho tenuto umido quanto ho potuto ma questo caldo non dà tregua..
        Grazie Davide

        Valutazione: 5
        • Staff Bestprato 5 ottobre 2018 at 08:39 Reply

          Può essere che il seme non germini più. In questo caso dopo il terzo taglio si può eseguire una risemina se si è lontano dai periodi di freddo e caldo.

  8. giacomom 24 settembre 2018 at 16:29 Reply

    Salve
    Ho eseguito i passaggi di taglio arieggiatura manuale e poi concimato con naturalgreen autunno primavera.
    Il problema è che in alcune zone l’erba sta seccando, ma il concime suddetto non è a rilascio controllato? Perche sembrano bruciatura da concime.Tra l’altro sto ritrovando sul terreno anche residui “non sciolti ” del summer k dato a Giungo: strano che non si sia dissolto dal momento che ho irrigato SEMPRE 18 minuti ogni 3 gg e quindi si sta sommando ora l’effetto di entrambi?
    Dose usata :30 g mq per entrambi i concimi

    Valutazione: 4
    • Staff Bestprato 25 settembre 2018 at 10:11 Reply

      Salve, la presenza di Summer K è indicatore del fatto che il concime ha una lunga durata. L’irrigazione non modifica minimamente l’erogazione ed è proprio questo il grande vantaggio delle prestazioni di Summer K. Naturalgreen Primavera Autunno, se usato nel dosaggio suggerito ed evitando l’uso quando le temperature superano i 30 gradi, non provoca alcuna bruciatura. Probabilmente il problema dell’ingiallimento ha altre origini da indagare bene. Ora attenda qualche giorno, irrighi il prato secondo necessità e controlli che non siano patologie.

  9. cristina 17 settembre 2018 at 22:20 Reply

    Buonasera, il mio prato ha delle zone completamente secche quindi penso di dover procedere con la terza soluzione da voi proposta, è anche infestato da foglia larga e stretta. Devo prima procedere con il diserbo? E dopo quanto iniziare con Vigor Liquid?
    Vi ringrazio

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 18 settembre 2018 at 13:50 Reply

      Salve Cristina, la procedura è sempre la stessa: diserbo selettivo, taglio, arieggiatura e poi si inizia con Vigor Liquid.

  10. Massimo Pivato 16 settembre 2018 at 16:55 Reply

    Tezze sul Brenta Vi
    Buongiorno,
    volevo chiedere una cosa:
    Dopo l’arieggiatura si ottengono cumunque risultati riportando soltanto della sabbia anzichè terriccio?
    Questo per diminuire i costi avendo parecchi mq da riseminare

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 17 settembre 2018 at 13:17 Reply

      Salve Massimo, dipende dallo scopo per cui mette la sabbia. Come letto di semina per un prato nuovo non serve a nulla.

  11. Andrea Parodi 14 settembre 2018 at 13:28 Reply

    Buongiorno,
    seguo sempre con interesse i vostri preziosissimi post.
    Purtroppo quest’anno ho ceduto ai bimbi ed installato una piscina fuori terra sul prato. Ora che l’ho ritirata dopo 2 mesi di grande utilizzo, mi trovo una macchia gialla rettangolare desolante di erba che è stata lì sotto compressa da tonnellate di acqua.
    Da dove posso cominciare per un recupero del prato ?
    Vi ringrazio in anticipo per i suggerimenti

    Andrea

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 15 settembre 2018 at 18:44 Reply

      Salve Andrea, non ti preoccupare. Taglio basso, risemina e concimazione. Segui questa guida.

  12. Luca 13 settembre 2018 at 11:52 Reply

    Buongiorno, seguo le vostre guide da oltre un anno e mi trovo molto bene.
    Eseguendo i lavori post estate, ho ingenuamente sbagliato a calcolare la proporzione di Vigor Liquid in rapporto alla metratura del mio giardino. Senza entrare nei dettagli ho in pratica raddoppiato il dosaggio consigliato (2000 ml per 100mq, al posto di 1000 ml), volevo gentilmente chiedervi se questo errore può portare a problemi più o meno gravi, e nel caso se è possibile fare qualcosa per migliorare la situazione.
    Grazie mille in anticipo.

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 13 settembre 2018 at 14:36 Reply

      Salve Luca, è un dosaggio un po’ troppo alto che potrebbe creare qualche piccolo problema se fa caldo. La soluzione è semplice: fai un ciclo di irrigazione per diluire la presenza di Vigor Liquid.

  13. alessandro 8 settembre 2018 at 11:02 Reply

    salve ho il prato con un po di buchi e pieno di infestanti tra trifoglio e papiro cosa posso fare?

    Valutazione: 4
    • Staff Bestprato 9 settembre 2018 at 11:25 Reply

      Salve Alessandro, devi togliere le infestanti e riseminare come spiegato in questo articolo. Per eliminare le malerbe o usi prodotti chimici (fai attenzione che inquinano) oppure tenti di estirpare a mano.

  14. Stefano Venturini 5 settembre 2018 at 14:30 Reply

    buongiorno,
    il mio prato, pur avendo seguito molto scrupolosamente il vostro programma di concimazione, purtroppo non è uscito molto bene dalla stagione estiva.
    Ho evidenti zone in cui è diradato e in alcuni punti ho dei veri e propri buchi.
    Dato che è un’operazione che non ho mai fatto ho bisogno di un paio di chiarimenti:
    – come si distribuisce in modo uniforme il terriccio?
    – le zone del prato che sono visibilmente sane, hanno bisogno dello stesso trattamento?
    Grazie e buon lavoro.

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 5 settembre 2018 at 15:58 Reply

      Salve Stefano, sicuramente devi riseminare il prato ed il nostro consiglio è di farlo un po’ su tutto il prato e non solo nelle zone rovinate. In questa maniera il prato diventa più uniforme. Segui la guida di questa pagina per la scelta dei prodotti. Il terriccio lo puoi distribuire a mano con una semplice pala. Esistono anche carrelli specifici ma sono mezzi professionali e molto costosi.

  15. Federica Barosi 22 agosto 2018 at 12:05 Reply

    Buongiorno

    il mio “prato”, lo chiamo così perchè non si può definire giardino/manto erboso, è pieno di erbacce/infestanti. Sicuramente dovuto anche ad una mia non curanza a seguito di viaggi per lavoro.

    Anche se taglio , ricrescono più di prima.

    L’area è più o meno di 100 mq, in una zona c’è del muschio .

    Nell’area inoltre ci sono 2 aceri (piccoli) , 2 ulivi (piccoli e pieni di olive), una piccola aiuola con 1 mandarino cinese e agrifoglio e una striscia con le fragole oltre che contornato con la siepe.
    Nessuna delle piante risulta avere problemi e anzi, continuano a crescere e a buttare fuori nuove foglie.

    Può aiutarmi e darmi dei suggerimenti ? Avevo pensato ad un diserbo ma ho un cane e ho letto che risultano essere nocivi.

    La ringrazio sin da ora,
    Federica

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 23 agosto 2018 at 11:04 Reply

      Salve Federica, è necessario fare una risemina. Per aiutarti bene devi compilare questa form.

  16. SAMUELE 30 ottobre 2017 at 15:49 Reply

    Buongiorno,
    la settimana scorsa ho concimato con SUPER TURF , non l’ho fatto prima per mancanza di tempo, ho sbagliato? posso distribuire anche AUTUN K?

    Valutazione: 4
    • Staff Bestprato 30 ottobre 2017 at 16:42 Reply

      Salve Samuele, Super Turf ottimo concime! Solo che andava dato un po’ prima (è ricco di azoto 100% lento rilascio). Puoi però compensare il tutto con questo: Summer K che ha poco azoto ma tantissimo potassio.

      • SAMUELE 30 ottobre 2017 at 18:55 Reply

        Dovrei fare anche il trattamento con Vigor Liquid + Triko plus, posso posso concimare subito con Summer K?

        Grazie

        Valutazione: 4
        • Staff Bestprato 31 ottobre 2017 at 08:53 Reply

          Certamente, attendo solo 2/3 di giorni tra i due trattamenti

  17. stefano 20 ottobre 2017 at 17:03 Reply

    buonasera,
    il mese scorso sono intervenuto sul prato facendo nell’ordine una biostimolazione con VL, taglio basso, arieggiatura profonda, risemina nelle zone diradate e applicazione di biostart.
    tutto molto bene fino a quando mi sono reso conto che in buona parte del prato è comparsa della ruggine.
    come prima cosa ho fatto un’applicazione di triko ma ora non so come procedere.
    vado con autumn k o con sprint n dato che dai vostri articoli ho letto che per rimediare alla ruggine è suggerito il secondo?
    grazie

    Valutazione: 4
    • Staff Bestprato 21 ottobre 2017 at 15:14 Reply

      Salve Stefano. Vai con Autumn K ora, va bene lo stesso. E taglia il prato a 4 o 5 cm.

      • Stefano 22 ottobre 2017 at 10:01 Reply

        Grazie molte.
        Saluti

        Valutazione: 4
  18. Fabio 11 ottobre 2017 at 11:44 Reply

    Caro Staff, ho seguito i vostri preziosi consigli per il mio prato: mi trovavo nella tseconda categoria, ho quindi dato Vigor, transeminato solo alcune zone un po’ rade e concimato. Ho fatto crescere il tutto fino a 8/10 cm e ieri ho effettuato il primo taglio. Il risultato è stato buono. Il mio problema è che da metà settembre circa il sole non arriva piu’ sul tappeto erboso, volevo quindi dare una mano all’erba per evitare che si diradi troppo. A tal proposito volevo fare una biostimolazione con prestress a metà ottobre, concimare con Autumn K a fine ottobre, rifare applicazione di prestress a metà novembre e metà dicembre, va bene come approccio? Inoltre ho un robot tagliaerba, secondo voi quando posso ricominciare a farlo andare (il taglio fatto ieri l’ho eseguito con un normale rasaerba elettrico) senza che danneggi le nuove piantine? Grazie mille! buona giornata

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 11 ottobre 2017 at 20:23 Reply

      Fabio, complimenti per la strategia. E’ perfetta. Vedrai che Pre Stress aiuterà molto. Ora lascia il prato salire a 8cm e poi ritaglialo a 6cm. E’ giovane, non abbassiamolo troppo per ora. Lo faremo in primavera quando è bello robusto.

  19. Mauro 3 ottobre 2017 at 18:19 Reply

    buona sera complimenti per il sito e i prodotti
    Ho acquistato da voi i prodotti per rigenerare il prato stressato
    Vigor Liquid – Arieggiato – Sementi Royal Blue – e concimazione Bio Start
    Sta crescendo bene la mia domanda avendo fatto tuto ciò il 16 settembre quando posso tagliare l’erba visto che comincia crescere
    vi ringrazio

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 3 ottobre 2017 at 21:20 Reply

      Grazie Mauro! Tagliala quando arriva sugli 8 cm e portala con un primo taglio sui 6 cm, attendo ancora e poi fai un altro taglio a 5cm. A quel punto sarebbe il momento di concimare con un potassico

  20. Alessio 26 settembre 2017 at 10:36 Reply

    Buongiorno,
    seguendo le indicazioni del secondo caso (prato stressato) sono riuscito a rinverdire una buona parte della zona interessata dopo 3 settimane. Probabilmente non è ancora un tempo sufficiente per trarre conclusioni ma cosa posso fare, magari integrando con altri prodotti senza ricorrere a coloranti, per rinverdire la parte che rimane ingiallita e con minor crescita? grazie

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 26 settembre 2017 at 22:27 Reply

      Caro Alessio, potresti eseguire questa sequenza:
      1) n.2 applicazioni di biostimolante fogliare, prodotti tipo Always a dosaggio 80 ml in 10 litri d’acqua, tra una e l’altra attendi 10 giorni
      2) a fine ottobre distribuisci 35 gr di un fertilizzante ad elevato titolo di potassio (+20 unità) e a lento rilascio di azoto, qualcosa tipo Autumn K
      3) a metà novembre e metà dicembre due trattamenti con prodotti per efficientare le attività vitali durante l’inverno, esistono pochi prodotti, questo funziona molto bene: Pre Stress (dosaggio 300ml in 10 litri di acqua per 100mq)

  21. Sergio 23 settembre 2017 at 13:35 Reply

    Prato con zone infestate da gramigna,la mia idea è;fare dopo aver passato il rastrematore un diserbo manuale cercando di togliere la quantità maggiore di gramigna compreso le radici,predisporre il terreno e fare una trasemina,in modo che alla ripresa vegetativa le zone interessate siano ben protette dalla nuova essenza e di conseguenza non dare spazio alla gramigna.Voi cosa nè pensate?Grazie
    Sergio

    Valutazione: 4
    • Staff Bestprato 25 settembre 2017 at 19:26 Reply

      Caro Sergio, approccio corretto. Eliminare manualmente la gramigna è una antica e faticosa pratica molto efficace. Per rendere più efficace la trasemina in autunno consigliamo sempre di usare un letto di semina di terriccio per prato. Bastono 4/5 mm.

  22. mirko 11 settembre 2017 at 13:45 Reply

    Salve il mio prato era un pò ingiallito e secco in alcune zone,
    quindi settimana scorsa ho sarchiato in modo leggero tutto il prato in quanto presentava anche del muschio, quindi per fare una buona pulizia l’ho passato tutto.
    Sabato ho provveduto pure a diserbare con un diserbante foglia larga.
    Ora mi rimane da coprire le zone di prato più danneggiate con del terriccio 70%sabbia 30%terriccio per poter seminare ed in fine concimare.
    La mi domanda è la seguente: purtroppo ha iniziato a piovere e le previsioni per questa settimana sono di pioggia, probabile che mercoledì ci sia sereno, quindi vorrei capire come comportarmi, se attendere che faccia almeno 3/4 gg di sole in modo che si asciughi il terreno oppure se posso procedere cmq a terreno bagnato, (il terreno è argilloso).
    Ultima domanda, non ho un rullo per comprimere le semnti dopo la semina cosa posso fare? Chiedo vs aiuto/ consgli in merito.
    Grazie 1000

    Valutazione: 4
    • Staff Bestprato 11 settembre 2017 at 17:29 Reply

      Caro Mirko, se sono previste piogge intense meglio aspettare perchè possono spostare i semi. Bastano anche 2 giorni. Il secondo giorno lavori il terreno, mettendo il terriccio e semini. Se non ha un rullo puoi acquistarlo qui oppure usare una bombola del gas riempita d’acqua.

  23. davide 6 settembre 2017 at 10:19 Reply

    salve il mio prato e’ a rotoli , e’ un po’ rovinato quindi dovrei transeminare in alcune zone, pero’ per quanto riguarda l’arieggiatura non posso effettuarla in maniera approfondita in quanto c’e’ una rete leggera in plastica all’interno dei rotoli evidentemente per tenere il tutto compatto, andrebbe bene una arieggiatura leggera con rastrello solo superficiale ? la rete in plastica si puo’ togliere o rovinerei definitivamente il prato? ultima domanda ma i vostri concimi hanno una scadenza? se prendo l’autumnK da 25 kg posso utilizzarlo in piu’ anni o devo consumarlo entro una data? ci sono sacchi con quantitativo minore anziche’ 25 kg? grazie…

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 7 settembre 2017 at 09:17 Reply

      Caro Davide, per il prato a rotoli è meglio che ti rivolgi dove lo hai acquistato. Le tecniche di coltivazione possono variare. Per quanto riguarda il concime per prato Autumn K invece non c’è nessun problema: se tenuto chiuso in luogo asciutto non a contatto del sole dura tranquillamente molti anni.

      • Stefano 7 settembre 2017 at 14:53 Reply

        anche lo sprint N se ben conservato dura anni?
        perchè ho acquistato in primavera un sacco da 25 kg per un prato da 80 mq.
        grazie

        Valutazione: 4
        • Staff Bestprato 9 settembre 2017 at 14:15 Reply

          Assolutamente si. Tutti i concimi prato professionali sono fatti per durare molto.

      • davide 11 settembre 2017 at 16:06 Reply

        Parlando con chi mi ha fornito e “installato” i rotoli mi ha detto che posso arieggiare normalmente con zolle non umide ma quasi completamente asciutte cosi che se vien fuori la rete in plastica la si puo’ tagliare o sradicare senza far danni alle piantine insediate, cosi ho arieggiato , seminato (2kg di Maciste) dopo aver steso il terriccio , rollato il tutto e concimato con BIOSTART…domanda , prima di tagliare il prato e arieggiare ho fatto un passaggio di SOCCORRE visto che il prato era abbastanza rovinato con buchi e diradamenti , fra 6 settimane dovrei concimare con AutumnK , l’antifunghi cioe’ il Triko plus quando lo devo applicare? subito o fra 6 settimane durante la concimazione autunnale? grazie in anticipo…ps dopo 2 giorni stanno gia’ spuntando le nuove piantine in alcuni punti..

        Valutazione: 5
        • Staff Bestprato 11 settembre 2017 at 17:32 Reply

          Molto bene Davide! Triko era da dare con Soccorre, ad ogni modo attendi il primo taglio e fai pure il trattamento prima di dare Autumn K.

          • davide 14 settembre 2017 at 11:48

            ok faro’ il trattamento con triko dopo il primo taglio, il prato “vecchio” gia’ sta crescendo un bel po’ , ma devo basarmi sull’altezza delle nuove piantine giusto? per cui taglio tutto insieme quando le nuove piantine raggiungono quanti cm ? grazie

            Valutazione: 5
          • Staff Bestprato 16 settembre 2017 at 18:49

            Circa 6/8 cm, asportando non più del 30% dell’altezza.

  24. Stefano 4 settembre 2017 at 19:15 Reply

    Buonasera.
    Da aprile ad oggi ho seguito scrupolosamente il vostro programma di concimazione e trattamento e il prato tutto sommato versa in buone condizioni.
    Solo in punti marginali, verso il marciapiede per esser preciso, il prato si è un po diradato con la presenza di qualche buco, anche di grandi dimensioni.
    Non mi è chiara una cosa, la risemina, nella mia situazione, la devo fare solo nelle zone dove serve o su tutto il prato?
    Non sapendo che tipo di prato mi è stato steso la scorsa primavera ho compilato il form per farmi consigliare il tipo di semenza da utilizzare.
    Grazie.
    Saluti.

    Valutazione: 4
    • Staff Bestprato 7 settembre 2017 at 09:14 Reply

      caro Stefano i tecnici stanno rispondendo. Noi consigliamo di eseguire la risemina sempre su tutto il prato. Un po’ per evitare che ci siano differenze di colore o tessitura, un po’ perchè gli fa bene.

      • Stefano 7 settembre 2017 at 14:50 Reply

        Ok.
        Ma nelle zone in cui il prato è in buone condizioni mantengo lo stesso dosaggio di sememnza o lo diminuisco? il terriccio va steso anche in queste zone dove il prato è buono?
        grazie per l’attenzione e attendo la risposta dei tecnici per poi procedere con l’ordine.
        grazie.

        Valutazione: 4
  25. VIncenzo 1 settembre 2017 at 21:31 Reply

    Ottima guida. La migliore.

    Un solo dubbio: meglio mettere lo strato di terriccio, a seguire i semi e rullatura oppure semi, terriccio e rullatura?

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 3 settembre 2017 at 10:14 Reply

      Caro Vincenzo, meglio la prima: terriccio, semi e rullatura.

  26. Giuseppe 6 ottobre 2016 at 19:16 Reply

    Ben fatto e molto chiaro per i fai da te

    Valutazione: 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo