Programma Annuale di Prevenzione delle Malattie Fungine del Prato

Valutazione: 5 - 9 recensioni

Le malattie fungine del prato sono quanto di più fastidioso possa capitare al tappeto erboso. Talvolta non ci danno nemmeno il tempo di capire cosa sta succedendo che ci ritroviamo il prato definitivamente rovinato.

Esistono molte malattie che posso colpire e rovinare ampie zone di prato nelle diverse stagioni dell’anno, come ad esempio: pythium, rhizoctonia solani, ruggine, filo rosso, leaf spot, microdochium nivale e dollar spot (qui una guida per riconoscerle).

Una volta che queste si manifestano, l’unica soluzione possibile è intervenire chimicamente con prodotti fitosanitari che però, piano piano, stanno subendo pesanti limitazioni perché potenzialmente tossici ed inquinanti.

Per questo motivo la via maestra è e rimane la prevenzione. Oggi è possibile utilizzare tutta una serie di prodotti 100% naturali capaci di contrastare, predare e indurre resistenza contro i microrganismi patogeni.

Si tratta di tecniche biologiche ampiamente usate e collaudate in agricoltura e finalmente disponibili anche per il tappeto erboso.

Si basano su due piani di lavoro:

  • Somministrazione di microrganismi e batteri antagonisti (trichoderma, bacillus e micorrize) che vanno a contrastare in maniera diretta ed indiretta i microrganismi patogeni
  • Concimazione con induttori di resistenza che aumentano le capacità interne della pianta di autodifendersi dalle malattie (fosfiti di potassio, chelati di zinco, ferro, rame, silicio e manganese)

L’efficacia di questa strategia è elevatissima e talvolta superiore anche all’uso dei prodotti chimici, a patto però di seguire  3 semplici regole

  1. costanza di applicazione
  2. non fare mancare al prato i nutrimenti base (azoto potassio e fosforo)
  3. bagnare il prato in modo corretto (qui un approfondimento)

Quello che segue è un progetto di prevenzione da marzo a novembre, di tipo professionale ad altissima prestazione, basato sui prodotti presenti in Bestprato ma che potete adattarlo anche ad altre marche:


MARZO

  • Antagonismo: trattamento radicale con trichoderma e micorrize. Esempio: Triko in dose di 35/50 ml per 100 mq da diluire in 20 litri di acqua. Consigliato aggiungere sempre 50 ml di agente umettante tipo Water X e 150 ml acidi umici tipo Always. Attenzione: dopo aver applicato il trattamento far andare per qualche minuto l’impianto di irrigazione.

APRILE 

  • Antagonismo: trattamento radicale con trichoderma e micorrize. Esempio: Triko in dose di 35/50 ml per 100 mq da diluire in 20 litri di acqua. Consigliato aggiungere sempre 50 ml di agente umettante tipo Water X e 150 ml acidi umici tipo Always.
    Attenzione: al termine del trattamento far andare per 5 minuti l’impianto di irrigazione
  • Induzione di resistenza: trattamento fogliare a base di chelati di ferro e rame, esempio: Shield in dosaggio di 100 gr per 100mq da diluire in 15 litri di acqua.

MAGGIO 

  • Antagonismo: trattamento radicale con trichoderma e micorrize. Esempio: Triko in dose di 35/50 ml per 100 mq da diluire in 20 litri di acqua. Consigliato aggiungere sempre 50 ml di agente umettante tipo Water X e 150 ml acidi umici tipo Always.
    Attenzione: al termine del trattamento far andare per 5 minuti l’impianto di irrigazione
  • Induzione di resistenza: trattamento fogliare a base di silicio, esempio SI-Strong in dosaggio di 60 gr per 100mq da diluire in 15 litri di acqua.

GIUGNO

  • Antagonismo: trattamento fogliare con bacillus, esempio: Fighter, in dose di 35/50 ml per 100 mq da diluire in 20 litri di acqua. Suggerito aggiungere anche 150 ml di acidi umici tipo Always
  • Induzione di resistenza: trattamento fogliare di induzione alla resistenza a base di fosfito di potassio con Pregade in dosaggio di 25 gr per 100mq da diluire in 15 litri di acqua. Suggerito aggiungere Safe in dosaggio 30 ml.

LUGLIO  (pericolo altissimo)

  • Antagonismo: trattamento fogliare con bacillus, esempio: Fighter, in dose di 35/50 ml per 100 mq da diluire in 20 litri di acqua. Suggerito aggiungere anche 150 ml di acidi umici tipo Always
  • Induzione di resistenza: trattamento fogliare di induzione alla resistenza a base di fosfito di potassio con Pregade in dosaggio di 25 gr per 100mq da diluire in 15 litri di acqua.

AGOSTO  (pericolo altissimo)

  • Antagonismo: trattamento fogliare con bacillus, esempio: Fighter, in dose di 35/50 ml per 100 mq da diluire in 20 litri di acqua. Suggerito aggiungere anche 150 ml di acidi umici tipo Always
  • Induzione di resistenza: trattamento fogliare di induzione alla resistenza a base di fosfito di potassio con Pregade in dosaggio di 25 gr per 100mq da diluire in 15 litri di acqua.

SETTEMBRE (pericolo alto)

  • Antagonismo: trattamento radicale con trichoderma e micorrize. Esempio: Triko in dose di 35/50 ml per 100 mq da diluire in 20 litri di acqua. Consigliato aggiungere sempre 50 ml di agente umettante tipo Water X e 150 ml acidi umici tipo Always.
    Attenzione: al termine del trattamento far andare per 5 minuti l’impianto di irrigazione
  • Induzione di resistenza: trattamento fogliare di induzione alla resistenza a base di fosfito di potassio con Pregade in dosaggio di 25 gr per 100mq da diluire in 15 litri di acqua.

OTTOBRE (pericolo medio)

  • Antagonismo: trattamento radicale con trichoderma e micorrize. Esempio: Triko in dose di 35/50 ml per 100 mq da diluire in 20 litri di acqua. Consigliato aggiungere sempre 50 ml di agente umettante tipo Water X e 150 ml acidi umici tipo Always.
    Attenzione: al termine del trattamento far andare per 5 minuti l’impianto di irrigazione
  • Induzione di resistenza: trattamento fogliare a base di silicio, esempio SI-Strong in dosaggio di 60 gr per 100mq da diluire in 15 litri di acqua.

NOVEMBRE (pericolo medio)

  • Antagonismo: trattamento radicale con trichoderma e micorrize. Esempio: Triko in dose di 35/50 ml per 100 mq da diluire in 20 litri di acqua. Consigliato aggiungere sempre 50 ml di agente umettante tipo Water X e 150 ml acidi umici tipo Always.
    Attenzione: al termine del trattamento far andare per 5 minuti l’impianto di irrigazione

 


TECNICA DI APPLICAZIONE E NOTE FINALI

I prodotti liquidi vanno distribuiti usando irroratrici manuali, a spalla o carrellate, capaci di controllare la nebulizzazione che dovrà essere a goccia fine nel caso di prodotti ad azione fogliare (shield, safe, fighter, pregade, ecc) o a goccia spessa nel caso di applicazioni radicali (triko, triko plus, ecc). Nel caso di prati di medie o grandi dimensioni si suggerisce l’uso di barre con più ugelli.

Esempio di attrezzature

Agenti umettanti

Gli agenti umettanti (water x) rendono i trattamenti radicali più efficaci facendo in modo che il prodotto arrivi dove serve. Si posso usare sia negli inoculi di trichoderma che nei trattamenti ammendanti radicali di sostanza umica.

 

Comments: 18

  1. Dario 8 luglio 2019 at 13:39 Reply

    Buongiorno,
    Ho trattato il mio prato (circa 100mq festuca arundinaca in zolle) con Protegge Naturalgreen a metà maggio. Avevo in programma di rifare una applicazione a metà luglio ma dopo una settimana caldissima (quasi 40 gradi) a fine giugno il prato ha contratto una malattia fungina (chiazze di erba secca), il tutto comparso dalla sera alla mattina.
    Così ho anticipato il secondo trattamento a inizio luglio ma credo che ormai il danno sia fatto.
    C’è qualcosa che si può fare per rimediare?
    Oppure devo tenere il prato così com’è e fare una risemina in autunno?
    La zona colpita maggiormente è esposta al sole dalle 10 di mattina alle 16.30 di pomeriggio circa ed è irrigata con impianto interrato per circa 1 ora ogni 3 giorni di pausa.
    credevo di fare tutto correttamente, ma evidentemente no.
    grazie

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 9 luglio 2019 at 12:28 Reply

      Salve Dario, in estate quando fa molto caldo il trichoderma perde efficacia e va sostituito con il bacillus. Le applicazioni vanno fatte almeno mensilmente. A malattia in attività il bacillus aiuta la parte sana e va applicato ogni 10 giorni al massimo dosaggio per proteggere l’erba non colpita.

  2. Silvia 29 giugno 2019 at 13:35 Reply

    Ora tratto con Fighter e always. Dopo quanti giorni summer k è dopo quanti giorni pregade? Inoltre dopo il Fighter devo irrigare o attendere?

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 29 giugno 2019 at 17:44 Reply

      Ciao Silvia, Summer K (concime potassico) prima lo dai e meglio è. Anche dopo 2 giorni. Pregade (fosfito di potassio) attendi una settimana. Dopo Fighter (bacillus subitilis per contrasto malattie fungine) non irrigare per 24/48 ore ore.

  3. davide 22 giugno 2019 at 14:14 Reply

    la differenza tra trattamento fogliare e radicale è quindi data dall’irrigazione (o meno) successiva al trattamento quindi?

    Valutazione: 4
    • Staff Bestprato 25 giugno 2019 at 17:30 Reply

      Salve Davide, si è una differenziazione.

  4. Giuseppe 24 aprile 2019 at 19:20 Reply

    buonasera,
    poiché nella scheda tecnica di fighter c’è scritto di non miscelarlo con prodotti a PH elevato volevo chiedervi se posso mescolarlo a pregade e/o a prestress di cui non conosco il PH.

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 25 aprile 2019 at 11:14 Reply

      Ciao Giuseppe, Fighter contiene bacillus subtilis che desidera un Ph su valori non estremi. Pregade e tutti i fosfiti di potassio possono essere mescolati. Idem per gli estratti alghe come Prestres. Ottima strategia!

  5. Rossano 7 aprile 2019 at 16:35 Reply

    Salve , vorrei sapere se Always e Pregade si posso dare insieme visto che sono tutte e due fogliari.
    Grazie in anticipo della risposta..

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 8 aprile 2019 at 08:41 Reply

      Si Rossano, Always (acidi umici) e Pregade (fosfito di potassio) sono perfetti da mescolare.

  6. Giulio 2 aprile 2019 at 20:22 Reply

    Salve, vorrei sapere se Triko e Fighter hanno una scadenza dopo che è stata aperta la confezione.
    Grazie.

    Valutazione: 4
    • Staff Bestprato 3 aprile 2019 at 16:01 Reply

      Salve Giulio, trichoderma (triko/protegge) e bacillus subtilis (fighter) durano circa 2 anni se tenuti in barattolo chiuso, a temperatura ambiente e senza aggiunta di acqua.

  7. Sharma 2 aprile 2019 at 17:05 Reply

    Il Triko con Always? Non è meglio Triko con Vigor Liquid?

    Valutazione: 5
  8. Mattia 2 aprile 2019 at 09:24 Reply

    Buongiorno, e complimenti per la diretta di ieri sera e quest’articolo, molto interessante.

    Avrei alcune domande sull’utilizzo di Always:
    1) Always è un prodotto fogliare, è corretto miscelarslo assieme a Triko ed irrigare dopo averlo distribuito?

    2) Sto seguendo il programma di concimazione annuale e pensavo di integrarlo con Triko anche ad aprile. Visto che è già prevista una distribuzione di Always per via fogliare è corretto aggiungere una dose per via radicale? E’ necessario rispettare delle tempistiche tra una distribuzione per via fogliare e una per via radicale?

    3) Considerando tutte le concimazioni da effettuare durante l’anno è corretto eseguire una concimazione con vigor + triko + water X + Always (es. in marzo, maggio e settembre)?

    Grazie in anticipo per i vostri chiarimenti, come sempre molto utili.

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 2 aprile 2019 at 17:59 Reply

      Ottime domande Mattia. Always, pur essendo fogliare, se dato nel quantitativo e costantemente ogni mese fa lo stesso effetto del Vigor Liquid. Quando si usa Vigor Liquid assieme al trichoderma non serve usare Always.

      • Mattia 3 aprile 2019 at 10:14 Reply

        Quindi, integrando il piano di protezione con quello di concimazione annuale, è corretto distribuire Always 2 volte al mese da aprile ad agosto? – una per via radicale assieme a Triko/Fighter in dose 150ml per 100mq ed una per via fogliare in dose 200ml per 100mq.
        Se corretto, bisogna rispettare delle tempistiche tra una distribuzione e l’altra?
        Se invece è sufficiente una sola distribuzione, quale è più efficace in una visione d’insieme, quella fogliare o quella radicale?

        Grazie come sempre

        Valutazione: 5
        • Staff Bestprato 3 aprile 2019 at 15:41 Reply

          Salve Mattia, nell’uso di Always è più importante la somministrazione fogliare. Quando, seguendo i due piani, i biostimolanti si accavallano, è possibile usare Always solo per via fogliare. Quindi è possibile rinunciare ad usarlo con il trichoderma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo