Come posare le griglie salvaprato carrabili

la posa delle griglie salvapratoPREMESSA.
I grigliati salvaprato permettono di creare un suolo carrabile e calpestabile sopra un tappeto erboso. Il risultato finale dipende in larga parte sia dalla cura della posa delle griglie che dalla corretta semina e manutenzione dell’erba.

IL SOTTOFONDO.
La prima cosa da fare è realizzare un buon sottofondo portante di almeno 15 cm usando materiale pietroso da compattare bene. Lo spessore del sottofondo varia in funzione degli usi più o meno gravosi del suolo.

LA BARRIERA.
A questo punto stenderemo uno strato di tessuto non tessuto di discreta grammatura (es: 150 gr/mq).  La funzione del tessuto non tessuto è fondamentale in quanto permette di separare il sottofondo dal letto di posa, evitando che l’acqua drenando trasporti le parti più fini verso il basso.

LA GHIAIA.
Dopo aver steso il tessuto procederemo a creare un letto di posa di qualche cm usando ghiaia medio/fine che va compattata e livellata. Si può ad esempio usare una miscela di frantumazione di pezzatura 3-6 mm.

LE GRIGLIE.
Ora è giunto il momento in cui posare le griglie salvaprato avendo cura di agganciare bene gli elementi tra loro. Particolare attenzione si dovrà tenere nei bordi ove il grigliato dovrà essere contenuto da cordolature  in particolare nell’uso carrabile.

SEMINA FINALE.
Per quanto riguarda la creazione del tappeto erboso è fondamentale riempire gli alveoli esclusivamente con terriccio specifico da prato (es: 50% sabbia, 30% torba, 20% terriccio), poi si procederà alla semina avendo cura di scegliere sementi per prato resistenti al calpestio.

MANUTENZIONE.
Terminata la fase di semina è opportuno procedere ad un’adeguata concimazione di copertura e a frequenti irrigazioni fino alla formazione completa del tappeto erboso. In presenza della giusta umidità, il terriccio di riempimento degli alveoli si abbassa di circa 1-1,5 cm lasciando all’erba lo spazio per svilupparsi, senza essere danneggiata dal transito pedonale o veicolare.

CONCLUSIONI.
Una volta che il tappeto erboso è ben formato il grigliato salvaprato quasi scomparirà alla vista. Ora sarà di fondamentale importanza eseguire una buona manutenzione prevedendo una irrigazione costante ed una periodica concimazione del prato con prodotti di qualità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo