L’importanza del Terriccio per Prato

Una tra le operazioni spesso trascurate durante le operazioni di semina o risemina di un prato, è quella di riportare un leggero strato di terriccio per prato, prima di distribuire le sementi. Stendere un terriccio è molto importante perché aumenta la germinazione e favorisce la radicazione.

AUMENTA LA GERMINAZIONE

Un buon terriccio rappresenta il letto di semina ideale in quanto mantiene ottimali i valori di temperatura ed umidità dello strato che accoglie le sementi. In questo modo i semi raggiungeranno percentuali di germinazione anche del 15% superiori. Questo si traduce in un prato subito più fitto ed uniforme.

FAVORISCE LA RADICAZIONE

Il terriccio da prato rappresenta il letto di semina ideale anche dopo che che spuntano le prime piccole radici. Queste giovani e deboli appendici incontreranno un terreno morbido e fertile su cui ancorarsi e trarre nutrimento. Anche in questo caso i vantaggi sono evidenti: un prato che attecchisce in percentuale superiore e che si irrobustisce meglio e prima.

COMPOSIZIONE OTTIMALE TERRICCIO PER PRATO

I terricci per prato sono generalmente composti da una parte inerte di sabbia di cave o da alvei fluviali. La sabbia è il miglior alleato di un prato sano, drena in maniera corretta e permette uno sviluppo ottimale delle radici. In ottica di rispetto ambientale sarebbe meglio usare terricci composti da sabbia riciclata e calibrata.

L’altra parte di cui è composto il terriccio è generalmente la torba. Al pari del carbone, la torba non è però una risorsa rinnovabile. A causa dell’elevato impatto ambientale dell’estrazione e del lento ma progressivo esaurirsi dei giacimenti, sono oggi disponibili valide alternative, anche più performanti della torba come le miscele di granulo di cocco e fibra fine di legno arricchite con sostanze umiche di natura organica.

USO PRATO E DOSAGGIO

L’uso del terriccio nelle operazioni di semina e risemina è semplice e richiede poco tempo: basta spargere un leggero strato di circa 4/5 mm a mano o con pala e carriola. Per 100 mq sono necessari circa 9/10 sacchi da 50 litri. Dopo averlo steso si procederà a distribuire il seme e a rullarlo senza coprirlo.

ALTRI USI DI GIARDINAGGIO

Il terriccio da prato è perfetto anche per favorire l’attecchimento veloce della posa del prato in zolle ma è eccellente anche per piantare aiuole, bordure, alberi, siepi e cespugli. A primavera si può infine usare per il livellamento del terreno, la chiusura delle buche o la modifica di terreni troppo argillosi.

LINKS UTILI E APPROFONDIMENTI

> Terriccio Prato senza torba e con sabbia riciclata

> Piano di rinuncia alla torba: l’esempio della Svizzera

 

Comments are closed.

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo