Come Seminare il Prato a Settembre

Valutazione: 5 - 21 recensioni

seminare-prato-settembreIl migliore mese per seminare il prato è senza dubbio settembre. Con il termine dell’estate e l’arrivo dell’autunno si creano le condizioni ideali per una semina di qualità in un periodo naturalmente protetto dagli attacchi delle infestanti di fine primavera / estate.

DISERBARE LE ERBACCE
I passi da seguire per creare un buon prato a settembre iniziano con un diserbo del terreno. E’ una operazione importante da eseguire a fine estate per debellare in profondità le infestanti, in particolare la gramigna. Oggi è possibile eseguire questa operazione anche usando diserbati 100% naturali, innocui per bambini ed animali. Una volta che tutto l’esistente si è seccato procederemo alla rimozione dei residui ed alla lavorazione del terreno.

FRESARE IL TERRENO
Il terreno andrebbe arato o vangato per almeno 20/30cm e successivamente fresato per frantumare, livellare ed omogeneizzare lo strato superficiale. In questa fase è possibile ancora intervenire per equilibrare le caratteristiche chimico-fisiche del suolo aggiungendo al terreno sabbia per renderlo più drenante o ammendanti.

SPARGERE UN TERRICCIO
Sul terreno perfettamente livellato procederemo poi a stendere uno strato di 3/4 mm di terriccio da prato composto da sabbia (possibilmente riciclata) e torba (meglio ancora fibra di cocco e legno). Questo strato rappresenterà il letto di semina ideale per favorire una migliore e totale germinazione del seme.

SCEGLIERE LE SEMENTI
La scelta delle giuste sementi da usare è uno degli elementi chiave della riuscita del prato. Vanno presi in considerazione i fattori pedo-climatici come l’ubicazione geografica e l’esposizione al sole, le aspettative estetiche desiderate in termini di colorazione e tessitura fogliare ed il livello di manutenzione che si è disposti a dedicare al tappeto erboso.

Un ultimo fattore da prendere in considerazione nella scelta dei semi per prato è la resistenza al calpestio: se si hanno bambini ed animali o si desidera un prato resistente e fruibile bisogna scegliere adeguate sementi.

All’interno del catalogo di Bestprato è presente una gamma completa di sementi in grado di coprire tutte le necessità. Se sei in difficoltà nel trovare le giuste sementi puoi chiedere consiglio ai nostri esperti attraverso il servizio gratuito Doctor Green.

DISTRIBUIRE IL SEME E RULLARE IL PRATO
La semina andrebbe seguita usando apposite seminatrici. Se si opta per una semina a mano bisognerà fare attenzione a distribuire in maniera uniforme la giusta quantità di semi. Terminata questa fase il terreno andrà rullato per porre il seme bene a contatto del suolo. Si posso usare mezzi artigianali o anche specifici rulli per prato che andremo a riutilizzare a fine inverno per livellare i cumuli e per le eventuali risemine.

CONCIMAZIONE DI SEMINA
Fondamentale ora distribuire un concime specifico per le semina ad alto tenore di fosforo che aiuterà il prato nelle prime delicate fasi di germinazione e crescita. E’ una concimazione da non dimenticare per evitare il rischio di compromettere il lavoro fin qui fatto. Esempi di buoni concimi per questo scopo sono i fertilizzanti tipo il Biostart o il più economico Prostart.

TENERE UMIDO
Ora non dovremmo fare altro che bagnare e tenere costantemente umido il terreno fino alla germinazione completa, generalmente 10/15 giorni. Poi l’irrigazione diventerà quotidiana fino a che l’erba non raggiunge l’altezza di 10 cm.

IL PRIMO TAGLIO E LA CONCIMAZIONE FINALE
Ai raggiungimento dei 10 cm (dopo 4/6 settimane circa), procederemo con il primo taglio, asportando circa 1/3 dell’altezza e procederemo con una concimazione di supporto realizzata usando fertilizzanti azotati a lenta cessione. Esempi di buoni concimi per questo scopo sono i fertilizzanti tipo il Polygreen o il più economico Slow Green.

Se però il prato raggiunge il primo taglio solo ad inizio novembre allora, al posto dei due concimi citati qui sopra,  è meglio utilizzare un fertilizzante ad alto contenuto di potassio, utile a fortificare il prato e metterlo al riparo dagli stress dell’imminente freddo. Buoni fertilizzanti solo l’Autumn K (professionale) o lo Slow K.

Buon lavoro.

Comments: 46

  1. Giuseppe 2 novembre 2017 at 12:41 Reply

    Salve,
    seminato “MACISTE” in Sicilia orientale giorno 24 Settembre 2017, 55gr/mq circa con seminatrice e utilizzati circa 500 lt di terriccio per tappeti erbosi per realizzare il letto di semina di 92mq. Rullatura come da vostri indicazioni. Dopo circa 3/4 settimane ho visto che erano presenti zone diradate e zone più folte in cui si era accumulato più terriccio a causa di un forte temporale che aveva spostato semi e terriccio, pertanto effettuo una risemina circa 10 giorni fa.
    Alla luce di tutto questo devo dire che il prato è germinato in brevissimo, per le prime 3 settimane è cresciuto bene, ma adesso osservo alcuni problemi:
    – il prato non cresce tutto allo stesso modo, ci sono forti differenze, per esempio in alcune piccole parti le piantine hanno avuto un processo di crescita molto accelerato e adesso ci sono ciuffi molto alti rispetto alla media;
    – altre zone, invece, hanno una crescita davvero rallentata, principalmente da 2 settimane a questa parte e non hanno ancora raggiunto i 10 cm per il primo taglio;
    – alcune parti delle zone al punto precedente iniziano ad avere le punte ingiallite e ciò mi provoca parecchia preoccupazione.
    Potreste aiutarmi?A cosa è dovuto questo ingiallimento delle punte e cosa mi consigliate di fare? Il problema è di natura funginea o scarsità di concime? Posso già effettuare il primo taglio anche se non tutto il prato ha raggiunto i 10 cm? In questo periodo come bisogna irrigare? quanti l/min bisogna dare in una giornata e quante volte irrigare? Potreste fornirmi un protocollo di trattamenti da effettuare sul Maciste?
    Grazie mille per la vostra grande disponibilità.

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 2 novembre 2017 at 17:10 Reply

      Giuseppe, ottimo lavoro! E’ del tutto normale che il prato cresca in maniera difforme ed irregolare all’inizio. Ora tra l’altro rallenta molto a causa delle temperature non più alte. L’ingiallimento potrebbe proprio essere carenza nutritiva su foglia che inizia ad essere lunga. Ferma l’irrigazione e bagna solo se non piove mai per molti giorni e le temperature rimango un po alte. Taglia l’erba a 6 cm e dagli un concime con potassio tipo questo o questo. Ottimo sarebbe fare anche un trattamento biostimolante subito con questo e tra un mese con questo. Calpestalo il meno possibile e vedrai che a primavera sarà stupendo. Con il secondo taglio abbassa l’altezza a 5 cm e smetti del tutto di bagnare.

      • Giuseppe 2 novembre 2017 at 22:38 Reply

        Grazie mille per la veloce risposta e per i preziosissimi consigli che non esiterò a seguire. Non ho però ben capito quando fare il trattamento biostimolante, prima o dopo del taglio o dopo taglio e concime? Potreste anche indicarmi una ottima macchina per il taglio in 100 mq circa?
        Ancora grazie

        • Staff Bestprato 3 novembre 2017 at 15:38 Reply

          Caro Giuseppe, taglia subito e poi concima e dai Always. Poi tra due settimane PreStress

  2. Andrea 1 novembre 2017 at 15:38 Reply

    Buonasera
    ho seminato un po tardi, Giada e Dichondra, e ad oggi 01/11 non ha ancora raggiunto i 10cm. Volevo chiedervi devo procedere con il taglio e la concimazione con slow green?
    I sementi seguendo i consigli dell’articolo sono nati benissimo ed è molto bello da vedere e da calpestare.
    Grazie mille
    andrea

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 2 novembre 2017 at 08:18 Reply

      Caro Andrea, se ha superato gli 8 cm taglia pure e concima. Stai attento che Giada è delicato in questa fase: calpesta poco e fallo in maniera leggera. Meglio sarebbe avere Slow K, cioè un concime con potassio in vista dell’inverno.

  3. Basso Gianni 31 ottobre 2017 at 14:15 Reply

    Ho seminato Maciste il 9 ottobre a tutto oggi non ho ancora un’altezza dell’erba di 10 centimetri e’ alta circa 7 cm , vedo che fa fatica ad alzarsi e sono indeciso se fare il primo taglio prima che arrivino le piogge o rischiare aspettando ancora, inoltre il giardino e in una zona un po umida e non sempre e asciutto. Potrei non tagliarla e aspettare la primavera??
    Grazie

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 1 novembre 2017 at 11:37 Reply

      Caro Gianni, appena raggiunge 8 cm dagli un taglio a 5 cm. Poi se dovesse crescere ancora attendi una bella giornata tiepida e con foglia asciutta taglia di nuovo. Lasciare andare il prato alto in inverno può essere dannoso.

  4. Davide 27 ottobre 2017 at 08:40 Reply

    Buongiorno, ho seminato con maciste a metà settembre e ieri ho eseguito il terzo taglio (3 volte nelle ultime 3 settimane, una volta a settimana) e il prato mi sembra molto in salute e fitto tranne in una piccola fascia in cui ho un po’ riseminato perché più rada e non molto in salute, 2 settimane fa.
    Dato che mi è rimasto il Summer K da questa estate, lo posso riutilizzare anche ora per la concimazione per l’inverno? e se si quando? perché ho usato la concimazione biostart per la semina, non vorrei mischiare il tutto.
    Inoltre questa concimazione è sufficiente per superare l’inverno o serve altro? ho raggiunto un ottimo risultato non voglio ritrovarlo danneggiato per primavera e rifare tutto….
    Grazie!

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 28 ottobre 2017 at 12:45 Reply

      Caro Davide, in realtà Summer K non è sufficiente. Gli manca azoto comunque importante per supportare il prato durante l’inverno. Sarebbe meglio, se possibile, che tu scegliessi questo: Naturalgreen. Da dare subito anche ora. Poi a fine novembre una biostimolazione con questo. In questa maniera dai al tuo giovane prato il massimo possibile.

      • Davide 30 ottobre 2017 at 09:21 Reply

        Grazie, riguardo il biostimolante (1000ml) ci sono scritte dosi di 300 ml da diluire in 10 litri di acqua ogni 100 mq. Dato che io ho un giardino piccolo di circa 30mq e la confezione è molto sovradimensionata rispetto a quanto ne dovrei utilizzare, questo prodotto può essere utilizzato per diversi anni senza perdere efficacia oppure, per ovviare il problema, il concime naturalgreen può bastare?
        Se sì quali sono le dosi consigliate per 30mq?
        grazie

        Valutazione: 5
        • Staff Bestprato 30 ottobre 2017 at 16:38 Reply

          Salve Davide, tenuto chiuso dura senza problemi 3 o 4 anni ed il trattamento andrebbe ripetuto 2 o 3 volte all’anno. Usando ora Naturalgreen (questo in dosaggio 20 gr per mq), potresti evitare la biostimolazione perchè ha già al suo interno acidi umici. Noi però consigliamo comunque di darli entrambi.

  5. stef 23 ottobre 2017 at 09:32 Reply

    salve..mi associo ai complimenti per i prodotti e al servizio!avrei bisogno anche io di info.sono in procinto del primo taglio dopo 4sett.dalla semina e ho dovuto fare ora una piccola risemina per compattare alcune zone..adesso ho la preoccupazione per le zone riseminate!!aspetto che spuntino le nuove, o procedo con il taglio visto i 10 cm?e come gestire le aree in concimazione per aggiungere lo slow k in quella piu’ matura..o posso cmq concimare il tutto senza creare squilibri visto l’arrivo del fresco..zona napoli temp.attuali 12-25 variabili!in piu volevo chiedere anche perche’ in crescita 5-7 cm alcuni steli si arricciano e non hanno una crescita sana’ cioe’ dritte e robuste..c’e un motivo??…saluti saluti

    Valutazione: 4
    • Staff Bestprato 25 ottobre 2017 at 08:15 Reply

      Caro Stef, probabilmente era meglio non riseminare e confidare nella chiusura invernale o attendere primavera. Ora potresti aspettare ancora una settimana ma non di più. Poi devi tagliare. Dopo il taglio usa Slow K.

      • stef 25 ottobre 2017 at 13:15 Reply

        ok grazie.procedo a marzo per le zone meno compatte quindi!…e per la carenza di corposita’ di alcune,cioe’ un arricciamento e assottigliamento e un po di punte gialla seminate da un mese c’e un motivo specifico?..carenza fosforo , azoto o altro..come posso intervenire rapidamente prima che peggiorino!!e dare sostanza,corposita’ per i primi tagli e crescita sana??grazie ancora e scusate..non vorrei rifare il lavoro e fatica come gia’ fatto mesi fa’ anke per i 200mq da gestire!!saluti

        Valutazione: 4
        • Staff Bestprato 26 ottobre 2017 at 11:20 Reply

          Potrebbe essere un po’ di carenza e erba troppo alta. Procedere ai tagli asportando al massimo il 30% di altezza, ripetere il taglio dopo una settimana fino ad arrivare a 5/6cm. Poi concimare con Slow K o Naturalgreen Estate Inverno, a metà novembre e metà dicembre fare un trattamento con PreStress. Questo dovrebbe risolvere.

  6. alessandro 11 ottobre 2017 at 09:45 Reply

    Salve volevo sapere se posso usare il seme della naturalgreen visto che a settembre o risemianto con maciste, volevo usare naturalgreen perche e rizomatoso. Ce problema se uso il naturalgreen . Grazie

    Valutazione: 4
    • Staff Bestprato 11 ottobre 2017 at 20:19 Reply

      Certo Alessandro, puoi riseminare con Naturalgreen Soleggiato e piano piano portare tutto il prato sulla nuova semente. Distribuisci bene le sementi ed usa terriccio.

  7. Giulio 3 ottobre 2017 at 20:45 Reply

    Buongiorno, vorrei sapere se il seme deve essere ricoperto con un sottile strato di sabbia o terra. Oppure va lasciato a vista in superficie ?

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 3 ottobre 2017 at 21:23 Reply

      Ottima domanda Giulio. Noi consigliamo di stendere uno strato di terriccio, distribuire il seme e rullarlo lasciandolo a vista. Germina prima e meglio. Importante rullarlo però.

      • Giulio 4 ottobre 2017 at 12:59 Reply

        Grazie per la risposta, speriamo che le formiche non lo portino via.

        Valutazione: 5
        • Staff Bestprato 6 ottobre 2017 at 09:23 Reply

          Per evitare quel problema potresti mescolare alle sementi una polvere antiformiche, meglio ancora se naturale.

  8. renato 2 ottobre 2017 at 20:11 Reply

    salve,
    ho da poco vangato il terreno e portato a livello.
    Mi chiedevo se era conveniente prima di seminare il semento maciste, procedere con il pro start rullare e poi spargere il semento e ricoprirlo con nuovo terriccio per prato erboso e poi ripassare il rullo nuovamente o semplicemente procedere con il semento assieme al pro start ricoprire con terrriccio e poi rullare in un’unica volta

    Grazie
    Renato

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 2 ottobre 2017 at 21:30 Reply

      Salve Renato. No, va seguita la procedura come descritta nell’articolo: fresatura > terriccio > spargere sementi > rullare > concimare > tenere umido 😉

      • Renato 5 ottobre 2017 at 21:16 Reply

        Grazie per la specifica!
        Ultimo dubbio, dopo la semina e aver passato il rullo posso subito subito spargere anche il concime?
        Grazie
        Renato

        Valutazione: 5
        • Staff Bestprato 6 ottobre 2017 at 08:51 Reply

          Si, dopo aver passato il rullo va distribuito il concime.

  9. Michele 29 settembre 2017 at 17:07 Reply

    Salve, cortesemente chiedo quale è il termine ultimo per seminare il miscuglio maciste in zona centro Italia, (Roma), grazie.

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 1 ottobre 2017 at 15:47 Reply

      Caro Michele, finchè le temperature di giorno stanno sopra i 16/18 gradi e di notte non si scende troppo sotto i 10/11, Maciste germina correttamente. In ogni caso meglio sempre usare in questa stagione un terriccio che aiuta il mantenimento termico ed idrico.

  10. salvatore Teja 25 settembre 2017 at 14:33 Reply

    volevo sapere se la questione luna crescente/luna calante è valida anche per la semina del prato.
    Grazie
    Salvatore

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 26 settembre 2017 at 22:15 Reply

      No Salvatore, non ha nessuna influenza significativa.

  11. Ross 23 settembre 2017 at 10:08 Reply

    Buongiorno, ho un problema con la gramigna. L’anno scorso in autunno o diserbato con Greenex, ho scarificato il prato con arieggiatore meccanico e ho traseminato con Forteprato (su terriccio 70% torba, 30% sabbia). Tutto ok ma questa estate, per il caldo eccessivo la gramigna ha avuto il sopravvento. Ho già rifatto due trattamenti con Greenex, ho in caso MACISTE ma volevo chiedere se è il caso di arieggiare per togliere la gramigna morta o posso seminarci sopra (il dubbio è che l’anno scorso ho aiutato la moltiplicazione per stoloni della gramigna stessa e non ho trattatto con antigerminello in primavera). Grazie

    Valutazione: 4
    • Staff Bestprato 25 settembre 2017 at 19:24 Reply

      Eseguire scarificazione soprattutto durante i periodi di sviluppo della gramigna, da impulso alla sua crescita. Sarebbe meglio prima diserbarla, poi arieggiare e ed infine seminare Maciste in dosaggio di 55 gr per mq sul letto di semina di 4 mm di terriccio da prato.

  12. Davide 12 settembre 2017 at 11:14 Reply

    Salve entro qualche settimana ho intenzione di seminare con maciste e concime biostart su un terreno di poco meno di 30mq. Ho già diserbato con acido acetico (che dovrebbe anche ritardare la ricrescita in modo che possa procedere poi al diserbo manuale durante la germinazione dei semi) e ho provveduto quanto possibile a togliere manualmente l’erbaccia (prevalentemente gramigna) ingiallita. Ora avrei intenzione di vangare e zappare interamente il terreno e spianare prima di procedere alla semina ma mi sorge una domanda: vangando il terreno posso riportare in superficie dei semi di erba infestante dormienti? nel caso, è opportuno dopo aver vangato e spianato il terreno ridare un po’ di acido acetico prima della semina?
    grazie per l’aiuto

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 13 settembre 2017 at 09:39 Reply

      Caro Davide, per essere sicuri andrebbe effettivamente eseguito un doppio diserbo a distanza di un po’ di giorni, mantenendo umido per forzare la nascita / crescita delle infestanti rimaste.

  13. Natalina Severino 11 settembre 2017 at 16:34 Reply

    Vorrei piantare il prato adesso e volevo conoscere quali semi piantare. Abito in Sicilia vicino la costa ionica in una zona calda e ventilata. Il prato sarà piantato vicino la piscina in un’area di circa 500 mq. quasi del tutto soleggiata. Grazie per la risposta

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 11 settembre 2017 at 17:33 Reply

      Cara Natalina, compila questa form così i tecnici ti daranno il consiglio delle semente ideali per il tuo prato.

  14. Saverio 2 settembre 2017 at 14:26 Reply

    Salve volevo sapere se e possibile seminare a settembre la dicondra.
    La zona e soleggiata

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 3 settembre 2017 at 10:15 Reply

      Si, sia settembre che marzo sono periodi buoni per la semina di dichondra o trifoglio tappezzante.

  15. Gianna Ghisu 27 agosto 2017 at 10:13 Reply

    Strada valsalice 68/4
    Ciao, non ho mai avuto un giardino, se con l’aiuto di un ragazzo e i vostri consigli, iniziassi adesso, posso farcela. Ho un prato di 200 mq. E vivo nella precollina di torino.
    Inizierei ai primi di settembre
    Ho 2 cani grossi e vivaci quindi un giardino robusto

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 28 agosto 2017 at 10:14 Reply

      Certamente Gianna, è proprio il periodo ideale per seminare il prato. Se hai bisogno di consigli sulla scelta delle sementi compila questo form.

  16. Dino manicone 21 agosto 2017 at 17:04 Reply

    Salve volevo chiedere in assoluto il tipo di seme o il miscuglio più resistente alla siccità ,
    Abito in una zona ad 900 lm….( Basilicata)ed abbastanza ventilata…
    Mille grazie
    Dino

    Valutazione: 4
    • Staff Bestprato 22 agosto 2017 at 19:04 Reply

      Caro Dino, se parliamo di prati verdi tutto l’anno (non macroterme) allora sicuramente consigliamo di usare un miscuglio contenente festuca arundinacea varietà inferno. La trovi all’interno di royal blue.

  17. Giovanni 18 agosto 2017 at 23:37 Reply

    Salve, volevo chiedere se è possibile seminare la festuca arundinace alla fine di agosto. Io vivo in Sicilia e quest’anno si sono toccati anche i 44° ma adesso siamo sui 32° / 33° e la temperatura del suolo si aggira nelle zone d’ombra 25° e nelle zone al sole 30°/28 a 5 cm di profondità. Ho debbellato quasi tutte le infestanti e ho fatto due false semine. Credo che l’unico problema possa essere il valore della temperatura del terreno che possa causare una “tostatura” dei semi . Vorrei cortesemente avere un vostro consiglio. Un grazie anticipato

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 19 agosto 2017 at 19:50 Reply

      Caro Giovanni, se la festuca è di qualità (Royal Blue, Maciste, Soleggiato) ed è venduta fresca nessun problema. Qualche grado in meno sarebbe l’ideale per non dover faticare troppo a tenere umido.

  18. Luca 1 agosto 2017 at 15:13 Reply

    Ottimo ed utilissimo articolo. I consigli di Bestprato oramai fanno parte della mia routine di gestione del prato. Ho seme utilizzato Biostart per le semine… anche se costa di più…

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 3 agosto 2017 at 23:15 Reply

      Grazie Luca, Bio Start è effettivamente uno tra i migliori concimi starter sul mercato. Utilissimo in fase di germinazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo