La lotta al feltro

Valutazione: 5 - 1 recensioni

feltro del prato Il feltro si forma perché il tasso di accumulo di foglie, radici, steli morti o vegeti supera quello di decomposizione.

L’esame della composizione del feltro dimostra che esso è costituito in gran parte da cellulosa e lignina.

PERCHE’ ELIMINARE IL FELTRO?
Il feltro si comporta come un tetto di paglia che riduce la normale circolazione di aria e di acqua e crea un ambiente idoneo per la proliferazione di batteri e insetti dannosi per il tappeto erboso. Il feltro riduce la resistenza al caldo, al freddo e alla siccità e aumenta il potenziale d’inoculo delle malattie del tappeto erboso.

QUANDO ELIMINARE IL FELTRO
Il feltro va eliminato quando supera lo spessore di 2 mm. Il piano di lotta al feltro va eseguito principalmente nei periodi di crescita ottimale : fine estate, (settembre) e fine inverno (marzo).

COME ELIMINARE IL FELTRO
La prima parte del trattamento di eliminazione del feltro prevede:

  • Taglio basso intorno ai 2,5 cm
  • Passaggio incrociato di arieggiatore. E’ possibile utilizzare attrezzi manuali come gli arieggiatori a rastrello o arieggiatori con ruote, oppure utilizzare macchine arieggiatrici elettriche in grado di eseguire un lavoro molto accurato e senza troppa fatica. Alcuni modelli di macchine sono in grado di eseguire sia l’arieggiatura che la scarificazione, ovvero la leggera incisione del suolo molto, utile per successive operazioni di trasemina.
  • Spazzolatura per raccolta materiale di risulta attraverso un normale rastrello a denti con pettine fitto o passaggio di tagliaerba polverizzante o con raccolta.

A termine controlleremo lo stato del prato e decideremo se fare solo una biostimolazione e concimazione o se anche rigenerare le zone del prato più rovinate:

  • Il trattamento biostimolante va eseguito con composti di acidi umici e va ripetuto 2 o 3 volte. Serve a stimolare l’attività ed il recupero del prato sottoposto all’arieggiatura. Vanno bene prodotti tipo Vigor Liquid o simili, per Vigor Liquid un buon dosaggio sono 80 ml per 100 mq da diluire in 10/15 litri di acqua).
  • Dopo una settimana dalla biostimolazione eseguiremo la classica concimazione di ripresa vegetativa usando un fertilizzante ad alto contenuto di azoto.  Una buona scelta è orientarsi su concimi a doppia azione di rilascio: una parte dell’azoto deve essere subito disponibile, mentre l’altra parte deve essere a lento rilascio. Un esempio di buon concime è questo.
  • Se dopo l’arieggiatura il prato risulterà molto rovinato e con zone diradate sarà il caso di fare, prima delle concimazioni, una trasemina generale usando sementi specifiche da rigenerazione.

HAI BISOGNO DI AIUTO?
Se hai bisogno di aiuto per eseguire l’arieggiatura o per scegliere sementi e concimi idonei al tuo prato, puoi contattare i nostri tecnici compilando questa form. Si tratta di un servizio completamente gratuito e senza impegno.

 

Comments: 2

  1. stefano 22 settembre 2017 at 23:14 Reply

    salve volevo farle una domanda siccome io e da poco che ho fatto il giardino a casa,e quindi sono alle prime armi, inizio a dirle che il mio giardino e composta da gramignone e prato campo sportivo, ora ho visto che era ora di scarificarlo e ho acquistato uno scarificatore elettrico al ko 38 E oggi lo provato, ho subito notato che taglia tutto volevo sapere se e’ normale oppure con il gramignone non si puo scarificare grazie in anticipo

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 25 settembre 2017 at 19:20 Reply

      Caro Stefano per le macroterme (gramigna, gramignone, bermudagrass) si esegue la scarificazione solo in caso di rigenerazione o prima dell’estate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo