La lotta al feltro

feltro del prato Il feltro si forma perché il tasso di accumulo di foglie, radici, steli morti o vegeti supera quello di decomposizione. L’esame della composizione del feltro dimostra che esso è costituito in gran parte da cellulosa e lignina.

Il feltro si comporta come un tetto di paglia che riduce la normale circolazione di aria e di acqua e crea un ambiente idoneo per la proliferazione di batteri e insetti dannosi per il tappeto erboso. Il feltro riduce la resistenza al caldo, al freddo e alla siccità e aumenta il potenziale d’inoculo delle malattie del tappeto erboso.

Il feltro va eliminato quando supera lo spessore di 2 mm. Il piano di lotta al feltro va eseguito principalmente nei periodi di crescita ottimale : fine estate, (settembre) e fine inverno (marzo).

La prima parte della lotta al feltro prevede:

  • Taglio basso intorno ai 2,5 cm
  • Passaggio incrociato di arieggiatore. E’ possibile utilizzare attrezzi manuali come gli arieggiatori a rastrello o arieggiatori con ruote, oppure utilizzare macchine arieggiatrici elettriche in grado di eseguire un lavoro perfetto e senza troppa fatica. Alcuni modelli di macchine sono in grado di eseguire sia l’arieggiatura che la scarificazione, ovvero la leggera incisione del suolo molto, utile per successive operazioni di trasemina.
  • Spazzolatura per raccolta materiale di risulta attraverso un normale rastrello a denti con pettine fitto o passaggio di tagliaerba polverizzante o con raccolta.

La seconda parte prevede, a seconda delle esigenze:

  • Trattamento biostimolante con Always in dose di 80 ml per 100 mq (diluire in 10 litri di acqua). Ripetere il trattamento una volta a settimana per 3 o 4 settimane.
  • Concimazione con un fertilizzante azotato (sia che siamo in primavera che a fine estate) con doppia azione a pronto e lento rilascio. Consigliamo Sprint N di Bottos oppure Super Turf se il prato è meno sofferente.
  • Trasemina delle aree diradate usando sementi specifiche composte da mix di loietti di qualità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo