10 Domande Frequenti sul Prato a Giugno (+Risposte)

Valutazione: 5 - 8 recensioni

Ecco dieci tra le più frequenti domande che arrivano ai tecnici di bestprato.com durante il mese di giugno. Se hai una domanda da porci, la cui risposta non trovi qui sotto, puoi scriverla in fondo a questo articolo.

1. Quanti minuti bisogna irrigare il prato a giugno?

Il prato non si irriga in minuti ma in litri di acqua al metro quadrato. Dieci minuti di irrigazione possono essere pochi o troppi: tutto dipende dalla portata di acqua del sistema di irrigazione. A giugno il prato va bagnato con circa 35 litri di acqua a settimana per ogni metro quadrato di tappeto erboso.

Questa quantità di acqua va suddivisa in 2 o 3 irrigazione settimanali. Per misurare l’acqua e determinare i minuti di irrigazione, devi usare un pluviometro (tipo questo). La quantità di acqua e le pause possono variare leggermente sulla base delle temperature esterne e del tipo di terreno (sabbioso / argilloso).

2. Posso ancora concimare il prato?

Durante l’estate il prato ha bisogno di due tipologie di nutrimenti: concime a prevalenza potassica da dare per via radicale (qui un esempio) e nutrizione a base di acidi umici da dare per via fogliare (un esempio qui).

Entrambe queste operazioni possono essere fatte durante tutta l’estate. La concimazione potassica prima la fai meglio è, mentre la nutrizione umica la dovresti fare in continuazione una volta al mese da giungo ad agosto.

3. A che ora bisogna bagnare il prato?

Sempre e solo alla mattina presto, l’ideale è poco dopo l’alba. Devi evitare di bagnare il prato alla sera per scongiurare che le foglie ed il terreno rimangano umide per tutta la notte attirando così le malattie fungine.

4. Si possono mescolare i trattamenti liquidi estivi per fare un’unica lavorazione?

Esistono due tipologie di trattamenti liquidi da fare in estate: radicali e fogliari. In linea generale i prodotti radicali si possono quasi tutti mescolare tra loro, idem per quelli fogliari. Una buona regola è non superare 3 prodotti diversi mescolati assieme. Ecco qualche esempio:

5. Il prato sta ingiallendo, cosa devo fare?

Le cause degli ingiallimenti sono tante ed ognuna richiede una lavorazione diversa. Il prato ingiallisce per mancanza di acqua, per malattia fungina, per idrofobia del terreno, per surriscaldamento, per urina di animali domestici, per la presenza di insetti dannosi, per tagli bassi, per eccesso di concimazione e per trattamenti chimici mal fatti.

Pe riconoscere la causa dell’ingiallimento del tuo prato e capire cosa dovresti fare, abbiamo scritto un approfondimento tecnico che trovi qui.

6. A che altezza bisogna tagliare il prato a giugno?

In generale durante tutta l’estate dovresti alzare l’altezza di taglio del 20% tenendo il prato almeno a 5 / 6 cm. Questo aiuta il metabolismo della pianta, il raffreddamento fogliare e protegge meglio il colletto dell’erba, la sua parte più delicata.

7. In caso di malattia fungina cosa devo fare?

Quando una malattia fungina si è manifestata è troppo tardi. Questo è il motivo per cui suggeriamo sempre di agire di prevenzione (qui trovi un programma annuale). Esistono comunque prodotti chimici (potenzialmente tossici per l’uomo e gli animali) che in alcuni casi riescono a bloccare l’espansione della patologia. Vanno scelti da tecnici qualificati dopo aver individuato bene la tipologia di malattia.

Se non vuoi usare i prodotti chimici puoi provare a portare in stress idrico il prato. La mancanza di acqua talvolta riesce a bloccare il patogeno. Altra cosa che devi evitare per un paio di settimane è il taglio dell’erba, perchè potrebbe diffondere la malattia.

8. Ho il prato sofferente e diradato, come faccio a recuperarlo ora?

In linea di massima in estate non si possono fare lavorazioni invasive. Le risemine e i recuperi profondi è meglio posticiparli fine agosto. Cerca di capire il motivo della sofferenza ed usa soprattutto i prodotti liquidi per aiutare il tappeto erboso a riprendersi.

Due prodotti sono perfetti per sostenere e stimolare il prato in questa stagione: acidi umici e idrolizzati proteici (qui un esempio) ed estratti di alghe brune (tipo questo). Metti a calendario un trattamento ogni 3 settimane.

9. Stanno spuntando tante infestanti, come posso eliminarle?

Come per le malattie fungine, esistono anche per le infestanti alcuni prodotti chimici di tipo selettivo. Vale però lo stesso ragionamento visto prima: si tratta di prodotti potenzialmente tossici che vanno usati con attenzione e nel rispetto dei dosaggi.

Meglio una strategia naturale tipo questa, forse meno efficace ma sicuramente più salutare e sostenibile. Se decidi di usare la chimica, mescola ai vari principi attivi anche un po’ di acidi umici e proteine (tipo questi) per aiutare e sostenere l’erba del prato: ricordati sempre che il diserbo selettivo chimico è anche uno stress per le piante erbacee buone.

10. Ho notato che c’è parecchio feltro nel prato, posso eliminarlo anche a giugno?

Se c’è molto feltro andrebbe sempre eliminato perchè è la fonte di molti problemi (malattie, inefficacia di irrigazioni e concimazioni, ecc). Eliminare il feltro a giungo richiede mano leggera: devi usare uno sfletritore a molle (tipo questo) evitando tagli bassi. Al termine delle operazioni ti suggeriamo di eseguire un trattamento fogliare a base di alghe brune (qui un esempio).

Comments: 16

  1. Antonella 26 luglio 2019 at 02:01 Reply

    Buona sera, deriderei sapere se posso dare WATER X subito prima di giornate con pioggia abbondante per cui sono sicura che i miei cani non vanno sul prato per 24h, oppure il prodotto viene dilavato se dato prima di molta acqua piovana, per esempio dato sabato prossimo prima del brutto tempo previsto. Grazie in anticipo per una pronta risposta.

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 26 luglio 2019 at 07:24 Reply

      Ciao Antonella. Assolutamente si. Water X è un agente umettante che serve a far penetrare bene l’acqua nel terreno.-

  2. Alessandro Ricci Bitti 12 luglio 2019 at 12:43 Reply

    Buongiorno, è da circa 3 settimane che nel prato mi nascono dei funghetti, inizialmente solo in una zona, ora si stanno un po spargendo in tutto il prato, anche se esso è diviso in tre settori.
    Grazie Alessandro

    Valutazione: 3
    • Staff Bestprato 13 luglio 2019 at 11:36 Reply

      Ciao Alessandro, generalmente non sono un problema. Indicano una presenza di terreno piuttosto umido, argilloso o ricco di sostanza organica. Controlla e regola bene l’irrigazione, magari con un pluviometro.

  3. Antonella 28 giugno 2019 at 00:20 Reply

    grazie dei consigli, una ulteriore domanda dopo triko + always + waterx dati alla sera assieme posso irrigare la mattina dopo? fighter e pregade + always (di nuovo ) assieme, posso irrigare o quanto tempo devo attendere? Inoltre ho 2 cani, water x può essere pericoloso, ho letto le istruzioni e bisogna dare questo prodotto con certe precauzioni. grazie per la cortese risposta.

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 28 giugno 2019 at 13:02 Reply

      Salve Antonella, Water X non è pericoloso ma gli animali, durante i trattamenti, è meglio non farli transitare per 24h.

      Dopo triko / always / waterx bisogna irrigare subito, dopo fighter / pregade /always non bisogna irrigare per 24 ore.

  4. ANSELMO 27 giugno 2019 at 22:21 Reply

    Buonasera, ho un prato di circa 30metri quadri in certi punti ombreggiati ho notato che l’erba non mi cresce come all’inizio avendo messo un prato con rotoli già fatti, ho seminato ad inizio primavera, e ho messo dell’azoto circa un mese fa adesso vedo che in certi punti sta ingiallendo come devo comportarmi, come posso risolvere il problema? Mi date qualche nome di semi o di concime o qualche altra cosa Grazie.

    Valutazione: 4
  5. Alessandro 27 giugno 2019 at 18:20 Reply

    Come sempre i vostri articoli sono molto utili.
    Sono riuscito ad ottenere un bel prato con i vostri prodotti e consigli ma ho una situazione particolare che vorrei sottoporre alla vostra attenzione.
    Ho un prato pensile, il terreno sottostante sarà all’incirca di 20-25 centimetri e ho l’impressione che le concimazioni e le innaffiature che consigliate per i prati comuni non siano sufficienti o adatti per il mio prato.
    Non sono un esperto ma credo che questo tipo di prato, con poco terreno e con un drenaggio sottostante, abbia bisogno di innaffiature e concimazioni più frequenti. Cosa ne pensate? Grazie mille

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 28 giugno 2019 at 12:57 Reply

      Salve Alessandro, in estate un giardino di quel tipo potrebbe avere necessità di fare pause meno lunghe tra una irrigazione e l’altra perchè il cemento sottostante tende a riscaldarsi e a far evaporare l’acqua.

  6. Stefano 27 giugno 2019 at 10:16 Reply

    In questi giorni di gran caldo (40°) è consigliabile temporaneamente irrigare il prato tutte le mattine ? magari fino a quando la temperatura ritorna a 36°. Ovviamente sempre mantenendo i 5lt/mq giornalieri per la mia festuca arundinacea.

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 28 giugno 2019 at 12:54 Reply

      È sempre meglio fare una pausa di uno o più giorni. Dando 10 o 15 o 20 (…) litri al mq il giorno si irriga.

  7. Antonella Debole 26 giugno 2019 at 20:13 Reply

    Salve, i vs consigli sono sempre interessanti, ma credo di avere un po’ di confusione sui prodotti adatti. ho un prato di circa 100mq di festuca arundinacea 80% + 20% poa pratensis con la parte più esposta al sole che si è ingiallita, probabilmente per errori di irrigazione, impianto e poca acqua data per non incorrere in malattie fungine, macchie di dry spot. Vorrei dare un trattamento fungino e anche il Water x per migliorare il terreno. ho un po’ di confusione sull’uso dei prodotti. Potreste aiutarmi nella miscelazione e nell’uso di prodotti concomitanti. Inoltre se dopo l’applicazione di certi prodotti posso irrigare o no. A disposizione ho: FIGHTER, TRIKO PROTEGGE ALWAYS VIGOR LIQUID PRE STRESS PREGADE 30-20 WATER X. Inoltre venerdi 5 luglio vado in ferie per 2 settimane quindi non ho molto tempo. in questi due ultimi mesi ho già usato TRIKO + ALWAYS assieme, non ho capito se possono essere dati assieme, FIGHTER + PREGADE. Gradirei un calendario con i prodotti da usare per rinforzare il prato e soprattutto per prevenire malattie fungine. Grazie per l’aiuto dettagliato urgente. Antonella

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 27 giugno 2019 at 09:48 Reply

      Grazie dei complimenti Antonella. Un calendario preciso di applicazioni dei trattamenti lo trovi qui. Poi sullo specifico: triko + always + waterx assieme, fighter e pregade + always (di nuovo ) assieme.

  8. GERARDO VILLARI 26 giugno 2019 at 16:24 Reply

    articolo molto utile.
    Ho un prato di graminacee (Festuca e poa pratensis )
    poichè in alcune zone si sta infettando di dichondra repens vorrei sapere se avete disponibile un erbicida specifico che non mi rovini il prato. Grazie

    Valutazione: 4
    • Staff Bestprato 27 giugno 2019 at 09:45 Reply

      Salve Gerardo, preferiamo consigliare tecniche naturali tipo questa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo