Seminare o Non Seminare a Fine Estate?

Valutazione: 5 - 3 recensioni

Settembre rappresenta il periodo migliore in assoluto per eseguire qualsiasi semina o risemina del prato. Alla fine dell’estate infatti si verificano una serie di coincidenze (basso rischio malattie, minore presenza di infestanti, terreno tiepido che facilita la germinazione, …) che rendono il recupero di un prato danneggiato o la semina di un prato nuovo molto più semplici da eseguire.

Quindi se sei indeciso sul fare o meno una semina/risemina del tuo prato sappi che è molto meglio farla ora che a primavera!

L’unico problema è che il periodo utile al termine dell’estate non è molto lungo e si devono fare i conti con l’inevitabile maltempo autunnale. Rispetto alla primavera è quindi necessario eseguire una più attenta pianificazione dei lavori per non ritrovarsi poi senza tempo per eseguire bene tutte le operazioni.

Essendo un periodo così favorevole per la semina, cerchiamo di mettere a fuoco in quali situazioni è opportuno intervenire.

SEMINE DA ZERO

Se devi creare un giardino in una casa nuova o se devi trasformare il terreno adibito ad altro uso in un bel prato non c’è alcun dubbio: il momento perfetto per farlo è settembre. Puoi iniziare da subito, quindi già ad agosto, i primi lavori di preparazione e procurarti tutto il materiale necessario per sfruttare con tempismo le finestre meteorologiche più favorevoli.

Qui troverai descritte tutte le fasi del Metodo Bestprato. Il consiglio è di portarsi avanti soprattutto nella scelta delle sementi che vanno ben ponderate. In caso di dubbi puoi utilizzare il nostro servizio di consulenza gratuita che trovi qui.

Per tutti coloro che vogliono fare una semina a regola d’arte, è da poco disponibile il nuovissimo corso online della Bestprato Academy, la nostra scuola di formazione. Oltre 2.5 ore di contenuti video ad alta risoluzione, 13 moduli e 100 slide PDF da scaricare. Trovi tutto qui.

Altri casi che richiedono di rifare il prato da zero sono:

  • Sei profondamente insoddisfatto del tuo manto erboso, non ti piace il colore e la tessitura
  • Il manto erboso è più del 70% infestato da malerbe
  • Desideri modificare la composizione del terreno e aggiungere molta sabbia perché il suolo è troppo argilloso oppure togliere sassi e scheletro che creano problemi
  • Devi fare numerosi scavi per installare un impianto delegazione o una rete idrica

RISEMINE E TRASEMINE

In alcuni casi non è necessario rifare un prato da zero per recuperare danni estesi o infestazioni diffuse. A fine estate si può intervenire in maniera significativa anche eseguendo delle semplici risemine precedute da vigorose operazioni di pulizia del fondo del manto erboso.

La risemina è anche fondamentale in tutti i casi in cui il prato si presenta con zone diradate. Teniamo sempre a mente che la maggior parte delle specie utilizzate per creare il manto erboso non è auto rigenerante: qualsiasi zona vuota, piccolo diradamento, mancanza di compattazione è destinata a rimanere tale se non si esegue una risemina.

Qui troverai descritte tutte le fasi del Metodo Bestprato per eseguire una risemina a regola d’arte. Anche in questo caso è necessario già ad agosto pianificare i lavori e procurarsi tutto il materiale necessario per sfruttare con tempismo le finestre meteorologiche più favorevoli.

Altri casi che richiedono di riseminare il prato:

  • Desideri iniziare a modificare la qualità del tuo prato, introducendo varietà più resistenti, più scure o maggiormente capaci di contrastare le malattie fungine.
  • Nel tuo prato c’è molto feltro che stai programmando di rimuovere a fine estate
  • La semina eseguita in primavera non ha avuto il successo desiderato
  • Non sei soddisfatto del livello di compattazione del manto erboso e desideri creare una densità maggiore per evitare l’insorgenza di infestanti nella stagione successiva.

QUANDO NON SERVE SEMINARE

Se il tuo prato ha superato l’estate senza particolari problemi e soprattutto si presenta denso e compatto, potrebbe non essere necessario eseguire una risemina.

Anche un leggero e diffuso ingiallimento è tollerato e non richiede una semina ma solo l’esecuzione di precise operazioni di stimolazione e nutrizione che trovi descritte qui.

Se invece hai qualche dubbio… o se devi decidere se eseguire una risemina a fine estate oppure in primavera, non c’è storia: molto meglio fare i lavori a settembre!

Comments: 5

  1. Alessandro 24 agosto 2022 at 14:07 Reply

    A Settembre vorrei riseminare. La concimazione annuale prevista per Settembre la faccio prima o dopo la risemina o non la faccio per niente? Grazie!!!

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 30 agosto 2022 at 15:51 Reply

      Ciao Alessandro, dopo il primo taglio del prato riseminato.

  2. Mario 10 agosto 2022 at 11:02 Reply

    Bravi come sempre. Se potessi avere un vs tecnico a Genova ne sarei felicissimo, gli affiderei il risanamento dei miei 800 mq di prato!.Complimenti

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 11 agosto 2022 at 13:39 Reply

      Ciao Mario, purtroppo non abbiamo ancora una rete di giardinieri affiliati

  3. Giulio 5 aprile 2022 at 13:26 Reply

    OTTIMO ARTICOLO

    Valutazione: 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo