La Prevenzione delle Malattie Fungine del Prato a Giugno

Valutazione: 5 - 6 recensioni

Con giugno, non appena le temperature si alzano, le malattie fungine del prato entrano nella fase più violenta e virulenta. Il caldo e l’umidità creano le condizioni ideali per lo sviluppo dei funghi patogeni più pericolosi.

Con l’arrivo del caldo si entra in quella fase che nel Metodo Bestprato definiamo “Rischio Estremo”. Alcune  malattie di questo periodo sono in grado di rovinare e far morire ampie zone di prato in solo 24 ore.

LE MALATTIE DELL’ESTATE

L’estate è la stagione che porta il più alto tasso di patologie, alcune delle quali sono le più pericolose, violente e devastanti in assoluto. Vediamo le principali:

  • PYTHIUM. La più terribile delle malattie: si manifesta inizialmente con macchie circolari da 3 a 15 cm di diametro. L’erba all’interno è scura e viscida ed in alcuni casi è coperta da una massa cotonosa di colore bianco. Si tratta di una malattia a rapidissima diffusione, che provoca la morte delle piante in poche ore.
  • RHIZOCTONIA SOLANI. Il fungo si manifesta con macchie più o meno circolari di circa 15/30 centimetri, inIzialmente di colore marroncino/giallognolo che tendono ad un aspetto marcescente e a formare una specie di alone perimetrale. Le macchie possono espandersi anche oltre un metro. Malattia in grado di provocare la morte dell’erba.
  • SCLEROTINIA HOMEOCARPA (DOLLAR SPOT). All’inizio, la malattia si manifesta con piccole macchie da 1 a 8 centimetri di diametro che assumono prima una colorazione scura per poi seccare e diventare completamente scolorite come paglia. Il fungo è molto attivo nei periodi caldi ed umidi con temperature tra i 20 e i 30° C. Anche in questo caso si tratta malattia grave.

LA PREVENZIONE È L’UNICA ARMA EFFICACE E SOSTENIBILE 

Le malattie estive danno pochissimo tempo di azione. Essendo rapide, quando le notiamo è troppo tardi. Oltretutto, intervenendo chimicamente con prodotti tossici per l’uomo e gli animali, possiamo solo bloccarne la diffusione. Per questo motivo la via maestra è e rimane la prevenzione naturale.

Per mettere in atto la strategia di prevenzione è necessario non dimenticarsi che abbiamo bisogno di un prato forte e robusto. Diamo quindi per scontato che il prato sia stato nutrito correttamente (vedi: concimazione estiva).

Detto questo entriamo nel dettaglio della prevenzione che oggi è possibile attuare con una serie di prodotti 100% naturali capaci di contrastare, predare e indurre resistenza contro i microrganismi patogeni.

La strategia di giungo (e luglio) si basa su due livelli di azione: la somministrazione di microrganismi o batteri antagonisti e l’esecuzione di un trattamento con induttori di resistenza che aumentano le capacità interna della pianta di autodifendersi dalle malattie.

I TRATTAMENTI DI GIUGNO

Entriamo ora nel dettaglio dei prodotti da usare durante il mese di giugno. L’esempio che segue è basato sui prodotti presenti in Bestprato, ma che è possibile adattarlo anche ad altre marche:

Induzione di resistenza: trattamento fogliare a base di fosfito di potassio.

  • Esempio: Pregade dosaggio di 25 gr per 100mq da diluire in 15 litri di acqua e da somministrare con pompa irroratrice.

Antagonismo: trattamento radicale con trichoderma oppure con bacillus subtilis.

  • Esempio: Trattamento radicale com Triko in dose di 35/50 ml per 100 mq da diluire in 20 litri di acqua. Consigliato aggiungere sempre 50 ml di agente umettante tipo Water X e 150 ml acidi umici tipo Always. Attenzione: al termine del trattamento far andare per 5 minuti l’impianto di irrigazione
  • Esempio: trattamento fogliare con Fighter, in dose di 35/50 ml per 100 mq da diluire in 20 litri di acqua. Suggerito aggiungere anche 150 ml di acidi umici tipo Always

La scelta di usare trichoderma (Triko) o bacillus subtilis (Fighter) varia in funzione del luogo e della stagione: con temperature che tendono a 30 o più gradi è meglio il bacillus subtilis in quanto il trichoderma tende a perdere efficacia con temperature elevate. Ovviamente è possibile e in alcuni casi, usarli entrambi!

NON PERDERE TEMPO

La prevenzione naturale delle malattie fungine è un sistema molto potente ma bisogna agire subito per dare tempo ai microrganismi di colonizzare gli spazi e ai minerali di indurre la resistenza.

I migliori risultati si ottengono attuando trattamenti ogni mese e seguendo un programma annuale di prevenzione (tipo questo).

Infine non dimentichiamo anche le corrette pratiche agronomiche, fondamentali per la prevenzione delle patologie fungine. In particolare prestiamo molta attenzione all’irrigazione, che deve essere abbondante ed infrequente (con pause anche di 3/4 giorni) ed eseguita alla mattina presto.

Comments: 14

  1. dario 26 giugno 2020 at 14:17 Reply

    buongiorno, una volta dato il fighter, devo irrigare subito per qualche minuto oppure attendere? se meglio attendere, per quanto tempo?
    grazie, saluti

    Valutazione: 4
    • Staff Bestprato 28 giugno 2020 at 12:28 Reply

      Ciao Dario, il bacillus subtilis (fighter) va dato su foglia asciutta senza irrigare per 24 ore almeno.

  2. Paolo 15 giugno 2020 at 10:40 Reply

    Buongiorno, ho da poco passato, prima il Vigor Liquid e successivamente Always a distanza di 10 gg. Il prato è in buono stato (ho anche passato un po’ di concime che avevo in precedenza), ma quando lo taglio mi sembra che le punte delle foglie siano bianche. Guardando da lontano da un effetto appunto di chiaro in superfice. Secondo Voi di cosa si tratta? Grazie per l’attenzione

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 21 giugno 2020 at 18:07 Reply

      Salve Paolo, lame poco affilate o tagliaerba di bassa qualità.

  3. elsap53 14 giugno 2020 at 15:10 Reply

    Buongiorno vi ringrazio tantissimo i vostri articoli sono diventati un manuale ormai per me …Si è convertito anche il giardiniere ….
    Il libro è anche in eBook ?

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 21 giugno 2020 at 18:11 Reply

      Grazie! Per ora il libro è solo cartaceo.

  4. Angelo 28 maggio 2020 at 12:35 Reply

    Buongiorno,
    in questo ed altri articoli, ove si parla di FUNGHI, leggo tanto sulla PREVENZIONE.
    Vi chiedo, però, cosa fare e quali prodotti utilizzare per curare il prato quando la malattia fungina E’ IN ATTO ed il prato è già ammalato. Grazie.

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 10 giugno 2020 at 12:19 Reply

      Ciao Angelo, in quel caso sospendi irrigazione ed evita di tagliare il prato. Ci sono prodotti chimici ma bisogna saperli usare ed essere consapevoli che sono dannosi e tossici per l’uomo e gli animali.

  5. Desiderio Folladore 19 giugno 2019 at 11:53 Reply

    Buongiorno, Il triko va usato dopo o prima del taglio erba?

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 19 giugno 2019 at 17:36 Reply

      Salve, indifferente. Triko è un prodotto a base di trichoderma di tipo radicale che bisogna far arrivare al terreno irrigando abbondantemente.

  6. ALESSANDRO 10 giugno 2019 at 08:07 Reply

    BUONGIORNO DALLA DITTA 2 RA SRL

    OTTIMA DESCRIZIONE.
    VORREI ESSERE FORNITO DEI PRODOTTI CHE AVETE INDICATO PER PREVENIRE ATTACCHI FUNGINI.
    GRAZIE, IN ATTESA DI VOSTRA OFFERTA ,SALUTO CORDIALMENTE

  7. Michele Galderisi 8 giugno 2019 at 18:05 Reply

    Salve, innanzitutto complimenti per i vostri articoli. Sono sempre molto interessanti.
    Vi scrivo perché a casa mia abbiamo un problema col prato che inizialmente avevamo collegato alle urinate del cane però vedendo le vostre foto sembra proprio che si tratti di RHIZOCTONIA SOLANI. Ora essendo il nostro giardino piccolo, si parla di poco meno di venti mt quadri è possibile avere delle indicazioni per dei prodotti non così grandi come quelli che avete indicato qui?
    Grazie mille.
    PS. Avrei allegato delle foto qui sotto del nostro problema ma non penso sia possibile

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 11 giugno 2019 at 15:27 Reply

      Salve Michele, puoi mandare le foto a doctorgreen chiocciola bestprato.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo