La Cura del Prato in Inverno

Valutazione: 5 - 2 recensioni

Curare il prato in invernoL’inverno è un periodo particolarmente stressante per il prato: freddo, umidità persistente, scarsa illuminazione, gelo e neve possono compromettere l’aspetto e la resistenza del tappeto erboso.

I primi segnali che il prato sta soffrendo sono facilmente riconoscibili: le foglie si assottigliano, si diradano e, in alcuni casi, ingialliscono.

Per evitare di compromettere la salute del prato è necessario agire preventivamente.

Da un punto di vista nutrizionale, d’inverno il prato necessità soprattutto di potassio e di un po’ di fosforo. Sono nutrimenti da dare con concimi specifici che devono essere distribuiti prima che arrivi il freddo. Concimare dopo che è arrivato il freddo non serve. Anzi, va evitato. Qui trovate un articolo dedicato a questo tipo di concimazione: La Concimazione Pre-Invernale.

Ma andiamo a vedere nel dettaglio cosa fare per la cura del prato quando il freddo è già arrivato:

1. TENERE PULITO
Assicuratevi che il prato respiri e riceva luce. Fondamentale eliminare periodicamente il prato dalle foglie che si depositano in superficie: è sufficiente adoperarsi con un rastrello, magari di quelli a ragno, o con un soffiatore / aspiratore.

2. LA BRINA
E’ utile eliminare la brina dalla superficie del prato mediante spazzolature, passaggi di rete o qualsiasi operazione che tolga la brina dalle foglie. La brina provoca gli ingiallimenti delle punte dell’erba che con il tempo andranno ad estendersi anche al resto della vegetazione. la brina è rugiada ghiacciata e in inverno tende anche a rimanere sulle foglie tutto il giorno per assenza di traspirazione e maggiore umidità atmosferica. Eliminare con costanza la brina riduce di molto il fastidioso ingiallimento.

3. DRENAGGIO
Avere un fondo drenante aiuta molto il prato anche e soprattutto d’inverno: l’acqua libera non ristagna in prossimità delle piante e non si congela di notte. Ciò fa si che il prato rimanga asciutto e nelle condizioni ottimali per resistere al freddo.

4. BIOSTIMOLARE
Eseguire un ciclo di trattamenti con composti biostimolanti algini contrasta in maniera potente efficace il diradamento del prato e riporta ordine nella crescita in scarsità di luce. Si tratta del trattamento più importante da eseguire in inverno, lo spieghiamo nel dettaglio qui, indicando prodotti e dosaggio.

5. COLORARE
In situazione nelle quali vi sia necessità urgente di ripristinare la colorazione verde del prato, lo si può colorare con degli appositi coloranti che variano a seconda della varietà del tappeto erboso: per prati ornamentali a base di festuca, poa o loietto si usano coloranti delicati  (qui un esempio), mentre per prati di macroterme come gramigna, zoysia e paspalum si usano coloranti con azione antidisseccante (tipo questo).

 

photo credits: Linda Lantzy

Comments: 4

  1. Fabio 2 gennaio 2018 at 14:28 Reply

    Caro Staff,
    ho saltato la biostimolazione con PreStress a metà dicembre per questioni climatiche (neve, brina etc…). Il mio prato tra l’altro è anche cresciuto, volevo quindi chiedervi se posso tagliarlo ed eseguire poi la biostimolazione o è inutile. vorrei fare l’intervento questo fine settimana, cosa mi consigliate?
    grazie
    Fabio

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 2 gennaio 2018 at 19:08 Reply

      Caro Fabio, se il prato supera gli 8 cm sarebbe meglio tagliarlo. Scegli una giornata mite ed asciutto. La biostimolazione (con PreStress) va bene fatta anche a gennaio purchè non faccia troppo freddo, altrimenti è un po’ inutile. Non deve gelare e di giorno le temperature devono essere sopra i 10 gradi circa.

  2. mauri demi 20 novembre 2017 at 11:45 Reply

    buongiorno
    in caso di inverno secco
    con temperature da 3/4 gradi a 8/9 gradi
    bisogna innaffiare il prato?
    grazie

    md

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 20 novembre 2017 at 16:36 Reply

      Salve, ottima domanda. Si, in caso di inverno poco piovoso può essere conveniente irrigare un giorno il prato scegliendo di farlo alla mattina in una giornata mite.

Rispondi a Staff Bestprato Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo