La Biostimolazione del Prato di Maggio

Valutazione: 5 - 10 recensioni

La biostimolazione è uno degli aspetti più potenti e sottovalutati nella gestione del prato. Si tratta di un’operazione di enorme aiuto sia per i manti erbosi in sofferenza che in quelli sani.

In fondo a questo articolo troverai una serie di esempi pratici di trattamenti da eseguire, ma prima è necessario capire lo scopo della stimolazione e le esigenze di questo periodo.

UNO SGUARDO GENERALE

Le aree di intervento della biostimolazione sono molte, vediamo le principali:

  1. Stimolazione diretta delle attività vegetative usando prodotti a base di acidi umici ed idrolizzati proteici da applicare per via fogliare e prodotti a base di batteri PGPR da applicare per via radicale
  2. Stimolazione indiretta delle attività vegetative usando prodotti a base di sostanza organica nobile a catena corta da applicare per via radicale
  3. Sostegno contro gli stress usando prodotti da estratti di alghe con alti tassi di citochinine da applicare sia per via fogliare che per via radicale

Per ciascuna di queste aree si usa un prodotto specifico ed è per questo motivo che il Metodo Bestprato inserisce le biostimolazioni in un programma annuale che prevede la rotazione dei trattamenti.

IL MESE DI MAGGIO

Entriamo ora nel dettaglio della miglior biostimolazione da eseguire durante il mese di maggio. Si tratta di un mese nel quale bisogna concentrarsi sulla preparazione del prato per l’estate. Metterlo cioè nelle migliori condizioni possibili per superare i molti stress estivi.

Da un punto di vista della biostimolazione si può lavorare su tre piani d’azione (stimolazione biotica, radicale e fogliare), ciascuno con un trattamento specifico. Non è obbligatorio farli tutti, ma molto dipende da quanto vuoi fortificare il manto erboso e da quanto il tuo prato abbia bisogno di aiuto.

Non c’è ovviamente nessuna controindicazione a farli tutti, anzi si tratta della strategia in assoluto più potente e efficace, ma volendo ridurre è bene sapere che il trattamento biotico [1] e quello fogliare [3] sono i più potenti:

[1] STIMOLAZIONE BIOTICA

La stimolazione biotica fa leva su una classe di microrganismi che vengono chiamati PGPR. Si tratta di batteri promotori della crescita capaci di dare una notevole spinta al metabolismo vegetale. L’effetto sarà:

  • maggiore efficienza generale
  • rafforzamento cellulare
  • migliore capacità di assorbimento di ferro e fosforo

[2] STIMOLAZIONE  / AMMENDATURA TERRENO

Più che una biostimolazione si tratta di una potente ammendatura che avrà lo scopo di:

  • aumentare la fertilità del terreno
  • garantire la presenza di microrganismi utili
  • rendere gli elementi nutritivi più disponibili possibile

Lavorando a livello radicale si creano le condizioni ideali affinché il tappeto erboso superi l’estate mettendo in campo tutta la sua forza e minimizzando i pericoli derivanti dagli stress (caldo, siccità, calpestio, malattie, ecc).

[3] STIMOLAZIONE FOGLIARE

Questa biostimolazione, che solitamente viene eseguita ad aprile, può essere ripetuta e  in questo caso avrà lo scopo di:

  • favorire il metabolismo della pianta
  • aiutare le strutture vegetali ad eliminare i radicali liberi
  • migliorare la fotosintesi della pianta

Questa seconda biostimolazione è ancora più potente ed efficace se viene eseguita in contemporanea con i trattamenti di induzione alla resistenza che trovi descritti nel programma del Metodo Bestprato.

QUALCHE ESEMPIO PRATICO

Stimolazione Biotica [1]

  • A maggio si consiglia l’uso di prodotti professionali a base di streptomyces e pseudomonas (esempio: BIO PSE/STR)
  • Quantità per 100 mq di prato: 30/50 grammi di Bio PSE/STR
  • Diluire in 15 litri di acqua ed attendere 5 minuti
  • Per potenziare l’effetto è suggerito aggiungere 150 grammi di acidi umici o di alghe brune (qui e qui un esempio)
  • Distribuire nel prato con pompa irroratrice facendo seguire da abbondante irrigazione con 5/10 litri al mq

Stimolazione / Ammendatura Terreno [2]

  • Nella stimolazione del terreno di maggio si è soliti usare prodotti liquidi ricchi di acidi umici estratti da leonardite. La cosa migliore è fare un trattamento solitario.
  • Si tratta di prodotti da diluire in acqua e da dare con una semplice pompa irroratrice (esempio concreto per 100 mq di prato: 500/800 gr di un prodotto tipo questo in 15 litri di acqua)
  • Volendo trarre il massimo da questo trattamento è possibile integrarlo con un agente umettante (tipo questo). Il motivo è che dobbiamo garantire che la sostanza umica arrivi in zona radici  quindi anche a 20 cm di profondità.
  • Dopo aver irrorato il prato dovremmo bagnarlo abbondantemente per fare in modo che la sostanza umica venga dilavata dalle foglie, arrivi nel terreno e penetri in profondità.

Stimolazione Fogliare [3]

  • Nella biostimolazione fogliare di maggio si è soliti usare prodotti liquidi ricchi di idrolizzati proteici
  • Si tratta di prodotti da diluire in acqua e da dare con una semplice pompa a spalla (esempio concreto per 100 mq di prato: 80/100 ml di un prodotto tipo questo in 10 litri di acqua)
  • Volendo è possibile aggiungere  50 grammi di  ossido di silicio (tipo questo) per favorire gli utilissimi processi di induzione alla resistenza
  • Questo trattamento va eseguito a foglia asciutta senza poi irrigare il prato per almeno 24 ore.

Comments: 20

  1. giuseppe sorrentino 17 maggio 2022 at 21:17 Reply

    Buonasera a tutti, ma questi trattamenti (eccetto quello a base di acidi umici che necessita di molta irrigazione) possono essere fatti nella stessa giornata o è necessario attendere qualche giorno l’uno dall’altro?

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 22 maggio 2022 at 09:43 Reply

      Salve, consigliamo sempre di attendere almeno 2/3 giorni.

  2. Raffaele 11 maggio 2022 at 15:20 Reply

    Buongiorno, premetto che avevo già scritto in precedenza per sapere quando concimare con summer k (inizio giugno). Letto il vs articolo sulle biostimolazioni… vorrei sapere se nel mio caso avendo eseguito i 2 trattamenti di nutrizione in attesa della primavera (1.ammendatura e stimolzione radicale il 18/03, 2. nutrizione e stimolazione fogliare il 26/03), successivamente ho conciamto il prato con sprint n il 11/04, eseguito biostimolazione fogliare fatta il 29/04… vorrei sapere se mi consigliate di fare cmq i 3 trattamenti di biostimolazione in maggio? Quante farne in un mese? Grazie mille

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 13 maggio 2022 at 10:53 Reply

      Ciao Raffaele, nel tuo caso basterebbe probabilmente serve meno. Una cosa in più potrebbe essere fare la stimolazione con questo

  3. Ale M 12 maggio 2021 at 11:06 Reply

    Buongiorno, ho comprato: New Radical | Bottos 1Kg . Volevo chiedervi 3 cose:
    – va dato solo sul manto erboso o ha senso anche su gelsomino
    – meglio darlo dopo una giornata di pioggia (es. oggi c’è il sole e il prato è molto umido) o quanto ilprato è secco

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 13 maggio 2021 at 21:36 Reply

      Salve new radical è un prodotto che può essere utilizzato anche nelle altre piante ma è studiato per il prato e non ha gli stessi risultati. Dopo averlo dato bisogna irrigare

  4. Emanuele 15 maggio 2019 at 13:20 Reply

    Buongiorno, io ho seminato un mese fa, il prato sta germinando, posso fare questo trattamento di biostimolazione?

    Valutazione: 4
    • Staff Bestprato 17 maggio 2019 at 08:32 Reply

      Ciao Emanuele, dopo il terzo taglio puoi considerare il prato adulto e fare tutti i trattamenti.

  5. gabriele cacciamali 13 maggio 2019 at 15:53 Reply

    Buongiorno
    mi aggancio alla domanda precedente fatta dall’utente Marco, ho effettuato anch’io il trattamento con vigor liquid ma dopo poche ore ha piovuto per tutta la notte. La concimazione è svanita e va ripetuta la concimazione ? grazie saluti

    Valutazione: 4
    • Staff Bestprato 14 maggio 2019 at 10:09 Reply

      Salve Gabriele, se sono caduti più di 40 millimetri di pioggia è meglio tra un po’ rifare il trattamento.

  6. Stefania 13 maggio 2019 at 10:08 Reply

    Buongiorno, io ho usato vigor liquido a fine marzo …poi ho concimato con vostro concime granulare ricco di azoto, poi ho già acquistato il vostro concime da dare a fine giugno ricco di potassio …ma è necessario oltre al 2° trattamento funghicida che farò tra una quindicina di giorni …dare di nuovo il Vigor. Grazie Stefania

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 13 maggio 2019 at 12:45 Reply

      Si Stefania, se dai un po’ di acidi umici (vigor liquid) assieme al trichoderma, il prato ringrazierà. In questo caso puoi abbassare il dosaggio a 3-500 ml.

  7. Luciano Tudini 12 maggio 2019 at 10:06 Reply

    Articolo come sempre chiaro e semplice,la qualità dei prodotti consigliatici è reale e veritiera.
    Per noi clienti/consumatori è un aiuto non da poco.Grazie di esistere 😊

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 13 maggio 2019 at 12:43 Reply

      Grazie Luciano!

  8. Luciano Tudini 12 maggio 2019 at 09:57 Reply

    Buongiorno,
    quindi se al prato do Autumn K come pre-estivo (oltre che pre-invernale) il Vigor Liquid che ho già dato a Marzo prima della risemina, dovrò darlo prima o dopo l’Autumn K in versione pre-estiva?
    Sicuro di un vostro interessamento,vi mando i miei più sinceri ringraziamenti.
    Luciano Tudini

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 13 maggio 2019 at 12:43 Reply

      Ciao Luciano, una somministrazione di acidi umici (vigor liquid) è utilissima prima di dare Autumn K.

  9. Bruno Baratella 12 maggio 2019 at 01:03 Reply

    Oltre alla cura del prato, devo curare anche 1 siepe di Lauro Ceraso di 40 piante impianto
    installato nel 1980 – e 1 siepe di Cipresso di 40 piante impianto installato nel 2010 che delimitano il prato.
    Volevo chiedere se è possibile utilizzare i Vs. prodotti per la cura e la manutenzione, in caso
    positivo, quali prodotti sono più adatti e un programma di lavoro annuale.
    Anticipatamente ringrazio e cordialmente saluto.

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 13 maggio 2019 at 12:42 Reply

      Salve bruno, non abbiamo per ora prodotti specifici per quelle piante ma puoi usare questo concime.

  10. marco bedini 11 maggio 2019 at 17:44 Reply

    Buongiorno
    oggi, dopo aver precedentemente tagliato il prato e poi areggiato (festuca), ho dato l’Always Bottos com pompa elettirca nebulizzatrice. mi è venuto il bubbio se ho fatto bene o male dal momento che si stanno alternanno giornate piovose a giornate soleggiate con temperature di 15-18 °C. più che latro stamatttina ho fatto il trattamento ed oggi è pioviginato tutto il pomeriggio (pioggia fine). mi ha annullatto l’effetto?
    Grazie
    Cordiali saluti
    Marco Bedini

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 13 maggio 2019 at 12:39 Reply

      Ciao Marco, effettivamente Always ha bisogno di almeno 12 ore di foglia asciutta. Attendi una giornata di sole e ripeti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo