I Rischi della Concimazione del Prato di Fine Estate

Valutazione: 5 - 1 recensioni

Una delle più importanti concimazioni dell’anno è quella di fine estate. Durante la seconda parte dell’estate il prato inizia a manifestare mancanza di nutrimenti e da settembre in poi tornerà a crescere e vegetare in maniera estremamente vigorosa.

La concimazione di fine estate è quindi fondamentale per la salute del tappeto erboso (qui, una guida pratica) e viene di solito eseguito in coincidenza con l’abbassarsi definitivo delle temperature.

QUALI FERTILIZZANTI USARE 

I concimi da utilizzare sono solitamente composti da una parte preponderante di azoto (il nutrimento più importante) che deve essere fornito sia in forma prontamente disponile che a lento rilascio.

La parte a pronto effetto servirà a rispondere alle esigenze immediate di “cibo” che il prato manifesta appena torna a crescere dopo l’estate.

La parte a lenta cessione servirà invece a nutrire nelle 8/10 settimane successive per accompagnare il prato fino alla fine dell’autunno.

I RISCHI PRINCIPALI

Questa importantissima concimazione però non va anticipata perché può essere molto rischiosa se alla fine dell’estate, torna un periodo di sole con elevate temperature.

I concimi autunnali infatti hanno un elevato contenuto di azoto ammoniacale e nitrico che, in presenza di molto caldo e sole, potrebbe bruciare il prato.

IL BISOGNO IMMEDIATO DI NUTRIMENTO

Se da una parte è importante attendere che l’estate sia veramente finita, dall’altra il prato potrebbe avere bisogno di nutrimento già ad agosto.

Questo è particolarmente vero se sono passate più di 8/10 settimane dall’ultima concimazione e se il prato ha subito numerosi sfalci che stanno ad indicare che è cresciuto e quindi ha consumato azoto.

Cosa fare in questi casi?

LA SOLUZIONE: CONCIMAZIONE DI TRANSIZIONE

Il consiglio è di effettuare una concimazione di transizione a base di prodotti liquidi da somministrate per via fogliare (qui un esempio). Scegliendo prodotti bilanciati contenti azoto in forma corretta (ureica), è possibile somministrarli in totale sicurezza anche quando fa caldo.

Un trattamento con questi prodotti è in grado di nutrire il prato in maniera bilanciata per 3/4 settimana e condurlo alla vera nutrizione autunnale senza carenze e stress.

Un secondo vantaggio di usare questi prodotti sta nella possibilità di mescolarli assieme ad altri prodotti per potenziare gli effetti nutritivi e protettivi.

Ad esempio è possibile mescolarli a stimolanti a base di acidi umici e proteine che aumenteranno la velocità di recupero del prato dagli stress estivi (qui un esempio). Oppure è possibile mescolarli a induttori di resistenza (tipo questo) per proteggere il prato ed aumentare il contrasto naturale alle patologie fungine.

Dopo aver eseguito la concimazione fogliare sarà possibile attendere l’effettivo termine dell’estate per procedere alla concimazione granulare, senza pericolo che il prato rimanga privo di nutrimenti ed entri in sofferenza.

Comments: 2

  1. serena 29 agosto 2019 at 17:09 Reply

    ciao, ma quando scrivi “è possibile mescolare”, intendi nella stessa acqua mettere 2 prodotti o fare prima uno e subito dopo l’altro?

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 30 agosto 2019 at 09:03 Reply

      Ciao Serena, nella stessa acqua, assieme assieme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo