7 Errori da Evitare a Luglio nel Prato

Valutazione: 5 - 2 recensioni

Ogni anno durante il mese di luglio, ci arrivano moltissime email con richieste di aiuto per problemi di ogni tipo. Quelli che segue è una selezione di 7 tra gli  errori più frequenti che vengono commessi in giardino:

1. RISEMINARE LE ZONE ROVINATE

Luglio è un mese nel quale nessuna semina è consigliata! Seminare ora significa esporre il prato, debole e giovane, allo stress causato dalle alte temperature e, soprattutto, al rischio che una qualsiasi malattia devasti il prato durante il periodo obbligato di continua irrigazione.

Essendo la fine dell’estate il periodo migliore in assoluto per le risemine, vale la pena aspettare ancora qualche settimana e programmare bene i lavori. Qui trovi un articolo con tutte le operazioni da fare per riseminare bene il prato a fine estate.

2. TAGLIARE IL PRATO BASSO

Bisogna evitare di tagliare il prato basso durante tutta l’estate ed in particolare a luglio. Andrebbe tenuto ad almeno 6 cm di altezza in modo tale da dissipare meglio il calore, ridurre notevolmente gli stress termici e stimolare lo sviluppo radicale.

3. BAGNARE DOVE IL PRATO È INGIALLITO

Una delle cause di ingiallimento del prato è sicuramente la mancanza di acqua causata da un impianto di irrigazione mal calibrato. In questo caso bisogna controllare bene l’erogazione usando un pluviometro e seguendo questa guida.

Ma la stragrande maggioranza delle volte, la causa degli ingiallimenti è di altro tipo. Sono molto più frequenti gli ingiallimenti causati da malattie, idrofobia, insetti dannosi, mancanza di nutrimento o urina di animali. Per uno sguardo approfondito su cause e rimedi leggi questo approfondimento.

4. SOTTOVALUTARE I BIOSTIMOLANTI

I trattamenti di stimolazione naturale (biostimolazione) vengono spesso considerati un qualcosa di opzionale e poco importante. Si tratta di un grave errore perché sono operazioni utilissime soprattutto nei mesi più caldi dell’estate.

La biostimolazione non è un trattamento secondario, ma qualcosa che produce effetti scientificamente provati di significativo aiuto nel mantenimento della salute del prato.

I prodotti da usare sono tanti e spaziano dai stimolatori generali delle attività metaboliche (tipo questi) a trattamenti più mirati a contrastare gli stress termici e le malattie fungine (qui e qui alcuni esempi). Per un approfondimento sui migliori trattamenti da fare a luglio vai qui.

5. INIZIARE I LAVORI DI RIFACIMENTO DEL PRATO

Come detto all’inizio, l’autunno è il periodo perfetto per rifare un prato da zero. Ma iniziare i lavori già a luglio è decisamente troppo presto. Il rischio è di fare diserbi e lavorazioni che poi andranno rifatte.

Usiamo questo tempo per programmare bene i lavori (qui trovi un articolo) e scegliere i giusti prodotti da utilizzare (se hai bisogno di aiuto compila questa form)

6. NUTRIRE IL PRATO CON CONCIMI GRANULARI

Quando si verificano annate con un estate mite (come ad esempio quella di quest’anno), il prato ha bisogno di più nutrimento. L’effetto della concimazione di fine primavera potrebbe essere esaurito e quindi bisogna intervenire con altro azoto per sostenere la crescita ed evitare indebolimenti.

L’errore sta nell’usare i concimi di tipo granulare, che sono perfetti in autunno e primavera, ma poco efficienti in estate. Se c’è bisogno di dare nutrimento bisogna usare concimi liquidi (tipo questo o questo).

7. NON FARE NULLA CONTRO INSETTI E ZANZARE

Per qualche strana ragione pochi sanno che esistono prodotti naturali capaci di risolvere il problema delle zanzare e degli insetti nocivi in modo rapido ed efficace.

Un eccesso di insetti (coleotteri, tipule, farfalle notturne, zanzare, zanzara tigre, ecc) è sicuramente un problema per l’uomo ma può esserlo anche per il prato e le piante del giardino che non di rado subiscono pesanti danni causati dalle larve di questi insetti.

Quando c’è un eccesso di insetti è importante agire subito. Possiamo usare prodotti naturali a base di piretro (tipo questo), di bacillus thuringiensis (tipo questo) e di bauviera (tipo questo).

Una strategia completa di difesa da zanzare, insetti, vespe e coleotteri la trovi descritta qui.

 

Comments: 4

  1. Enrico 27 luglio 2020 at 16:52 Reply

    Buongiorno, con riferimento al suggerimento di nutrire di nuovo il prato con azoto, la scorsa settimana ho fatto il trattamento con cocktail III e ti chiedo se è il caso di aggiungere anche quello con l’azoto.
    Grazie, saluti Enrico

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 16 agosto 2020 at 11:53 Reply

      Si.

  2. sabrina 27 luglio 2020 at 13:13 Reply

    ciao fabio, volevo chiederti se avendo fatto tutto il trattamento di luglio come da programma annuale, con l’ aggiunta a triko di vigor e a inizio mese con concime liquido help, posso dare adesso green up con di nuovo always, x la nutrizione azotata bilanciata, avendo fatto la concimazione granulare estate-inverno a fine maggio e il summer k il 12 giugno?

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 16 agosto 2020 at 11:56 Reply

      Si Sabrina, è meglio ripetere. Quest’anno bisogna nutrire di più. C

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo