7 Suggerimenti per Migliorare un Prato all’Ombra

Valutazione: 5 - 3 recensioni

I PROBLEMI DEL PRATO IN OMBRA

Quando il prato, o una zona di esso, riceve meno di 2/3 ore di luce alcune tipologie di erba faticano a svilupparsi ed iniziano ad assottigliarsi per cercare di allungarsi ed intercettare più luce. Il prato inizia automaticamente a indebolirsi e diradarsi, lasciando spazio a muschio o infestanti.

Se l’ombra è causata da alberi o arbusti, oltre al problema della luce, si verifica una competizione nutritiva e di acqua con le radici.

Le chiome degli alberi potrebbero inoltre limitare l’irrigazione piovana e la formazione di rugiada e, se l’albero non è sempreverde, rilasciare foglie che andrebbero ad aumentare la mancanza di luce e diminuire la circolazione di aria.

LE 7 REGOLE PER MANTENERE SANO UN PRATO IN OMBRA

Vediamo i suggerimenti tratti dal Metodo Bestprato per aiutare le zone in ombra di un prato:

  1. Riseminare leggermente ogni anno per compensare il naturale diradamento usando miscugli con almeno il 50% di festuche fini  (qui un esempio). In caso di diradamenti eseguire la risemina anche fuori stagione ottimale (primavera ed autunno avanzati).
  2. Eseguire tutte le concimazioni usando fertilizzanti specifici per prato con un contenuto di potassio maggiore (qui e qui un esempio).
  3. Eseguire almeno una volta ogni 2 mesi una biostimolazione di sostegno all’attività di fotosintesi clorofilliana facendo uso di prodotti contenenti anche citochinine (qui un esempio)
  4. Alzare l’altezza di taglio almeno a 6 cm. Non eseguire tagli bassi.
  5. Calpestare il meno possibile
  6. Tenere pulito dalle foglie e potare la parte bassa dell’albero per far filtrare meglio la luce
  7. Regolare con attenzione l’irrigazione: un prato in ombra va bagnato molto di meno di un prato al sole ma se l’alberatura intercetta l’acqua e la sua evapotraspirazione asciuga il suolo bisogna comunque irrigare.

RISTAGNI E MUSCHIO

Le zone in ombra tendono ad essere naturalmente più umide soprattutto in presenza di terreni argillosi poco inclini al drenaggio. A lungo andare questo non va bene perchè stimola la formazione di muschi e crea un’asfissia generale.

Due le operazioni di fare:

  • Aumentare e favorire il drenaggio eseguendo uno o due trattamenti umettanti don specifici tensioattivi tipo questo
  • Essiccare ed eliminare il muschio come descritto in quest’articolo

LA SEMINA / RISEMINA

Quando manca molta luce e si deve seminare o riseminate un prato, la soluzione più corretta è quella di usare dei miscugli per prati ombreggiati che  contengono una elevata percentuale di festuche fini (dal 30 al 60%).

Si tratta di una varietà caratterizzata da una colorazione più scura ed una tessitura fogliare sottile capace di adattarsi anche in situazioni di quasi totale ombra.

Se il prato riceve almeno 3/4 ore di luce allora si può anche orientarsi su un miscuglio basato su una buona festuca arundinacea. Va detto che non tutte le festuche arundinacee sono capaci di ottime prestazioni in ombra, ma alcune tipologie di ultima generazione, vivono tranquillamente anche in condizioni non molto soleggiate.

A titolo di esempio ti proponiamo uno schema di sementi con affianco una indicazione concrete di prodotti presenti nello shop di Bestprato. Se desideri un consiglio specifico per il tuo giardino puoi anche usare il nostro servizio di consulenza, completamente gratuito e senza impegno, che trovi qui.

ESEMPI DI MISCUGLI PER OMBRA:

  • SE L’ERBA RICEVE MENO DI 2/3 ORE DI LUCE
    Scegliere miscugli con oltre 50% festuche fini (esempio: Giada)
  • SE L’ERBA RICEVE CIRCA 3 ORE DI LUCE
    Scegliere miscugli con 20/30% festuche fini (esempio: Royal Golf ed Olimpia)
  • SE L’ERBA RICEVE DA 3 A 4 ORE DI LUCE
    Scegliere miscugli senza festuche fini ma con almeno 70% di festuca arundinacee (esempio: Royal Bleu Plus e  Royal Blue)

p.s. le ore di luce indicate sono relative al periodo di fine primavera.


ASCOLTA L’ARTICOLO DIRETTAMENTE SU SPOTIFY:

 

Comments: 4

  1. marina 6 maggio 2019 at 14:10 Reply

    Riseminato a metà marzo con Royal Park in zone con luce oltre le 3 ore e con Giada parti in ombra da alberi (prugno, pesco e fico, unico in competizione di acqua il fico). Per entrambe le tipologie la germinazione è stata davvero lentissima a causa, probabilmente, di questa strana primavera e la poa ha avuto deciso sopravvento. Pulizia da foglie etc, tutto da manuale, evitare il calpestio…su questo i figli cominciano a insorgere. Ma esiste un prato davvero calpestabile? Comunque, viviamo in una corte centro-urbana dove si affacciano una ventina di piccoli giardini, il nostro è l’unico a prato, gli altri hanno gettato la spugna, anche chi aveva il giardiniere privato, quindi…brava Bestprato!

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 9 maggio 2019 at 08:15 Reply

      Grazie Marina e complimenti: Royal Park si adatta bene al calpestio e al sole. Giada all’ombra.

  2. Michele Affatato 4 maggio 2019 at 20:29 Reply

    Sig. Fabio sono d’accordo su quanto sopra scritto, forse si trova ancora pìù difficoltà quando trovi alberi da frutta o ornamentali con produzione e fioritura dversa.Ho invece più difficoltà a convincere i proprietari ad educare gli animali a rispettarlo.Che ne pensi?

    Valutazione: 5
  3. francesco bianchi 4 maggio 2019 at 15:18 Reply

    il nuovo royal park bottos non è consigliato per zone ombreggianti? perchè io ho prato in ombra perchè ho due pini. Fino ad ora ho usato Giada, però soffre con il calpestio. Royal park invece è più resistente. Ma come si comportano queste sementi in ombra?
    grazie!

    Valutazione: 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo