7 Errori da Evitare nella Cura del Prato in Estate

Valutazione: 5 - 1 recensioni

Non è complicato mantenere sano il prato in estate, basta evitare di fare una serie di errori che sono alla base di molti dei problemi più comuni.

Vediamo i 7 più gravi errori da evitare:

1. DIMENTICARSI DI CONCIMARE CON POTASSIO

Un concime ricco di potassio aiuta tantissimo a superare gli stress termici. Il potassio irrobustisce la pianta rendendola più capace di sopportare le alte temperature dell’estate. Vanno usati concimi con almeno 25 unità di potassio e con un po’ di azoto tutto a lento rilascio (esempio: Summer K o Slow K)

2. TAGLIARE IL PARTO BASSO

Di estate il prato va tenuto più alto di circa 1cm rispetto al normale. In questa maniera il prato si scalda di meno ed aumenta le sue capacità vitali.

3. NON ESEGUIRE LA PREVENZIONE ALLE MALATTIE

Le malattie fungine rappresentano il problema più grave che può capitare al prato. La prevenzione è l’unica arma veramente efficace. Ed oggi esistono tecniche completamente naturali che usano prodotti basati sul contrasto microbico di trichoderma (esempio: Triko Protegge).

4. BAGNARE OGNI GIORNO

E’ sempre meglio fare una pausa di uno o più giorni tra un’irrigazione e l’altra questo serve sia ad asciugare bene il terreno che a stimolare le radici a svilupparsi in profondità.

5.  BAGNARE ALLA SERA

Il prato va bagnato solo alla mattina presto perché così si limita il ristagno di umidità che favorisce l’insorgenza di malattie fungine.

6. NON ESEGUIRE NEMMENO UN TRATTAMENTO BIOSTIMOLANTE

I biostimolanti estivi sono dei prodotti liquidi che contengono un alta percentuale di acidi umici e fulvici. La presenza di questi acidi sostiene molto le attività vegetative ed aiuta il recupero dagli stress idrici e termici. Consigliamo un trattamento ogni mese seguendo questo schema.

7. NON ELIMINARE GLI INSETTI DANNOSI

Gli insetti e le larve possono essere la causa di problemi alle radici dell’erba oltre che un fastidio per le persone che vogliono godere di quel prato! Per tenere a distanza gli insetti dannosi, esistono dei preparati biologici capaci di risolvere naturalmente il problema (esempio: DifendeFly,).

 

 

Comments: 2

  1. Luca 8 agosto 2018 at 17:15 Reply

    Buongiorno, mentre ero in vacanza mi si è rotto l’impianto di irrigazione con conseguente ingiallimento del prato. In alcune zone, quelle non troppo esposte al sole, è ancora verde mentre in altre è totalmente secco. Come posso rimediare? Ho già effettuato una biostimolazione con always ma la parte secca non si riprende…
    Grazie

    Valutazione: 5
    • Staff Bestprato 8 agosto 2018 at 22:07 Reply

      Salve Luca, continua a bagnare ma senza esagerare. Se il prato non da segni di ripresa attendi fine agosto e programma una risemina seguendo questo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Biostimolare il prato in estate - Il Potassio: un antistress estivo - Concimare il prato ad Aprile - Combattere infestanti in modo naturale - Programma di Concimazione Annuale del Prato - Seminare il prato a primavera - Come rigenerare il prato a primavera - La concimazione in primavera - La risemina del prato - Il primo taglio stagionale - La rigenerazione del prato - Combattere il muschio - La lotta al feltro - La neve ed il tappeto erboso. - Quale concime invernale per il Prato? - Concimare il prato a Settembre - Come seminare il prato a Settembre - Quanto e quando irrigare un prato - Concime liquido per prato: i biostimolanti - Realizzare un impianto di irrigazione a goccia - Impianto irrigazione giardino - Malattie del prato: Rhizoctonia - La concimazione a Maggio - I benefici del mulching - I danni del freddo